Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Il roulo dell'Osservatorio nella gestione di un sistema turistico. Il caso della regione Calabria

Una domanda in continua evoluzione e sempre più consapevole, un contesto globalizzato e competitivo come quello odierno, il bisogno di svago in quanto aspetto funzionale alla piena realizzazione dell’individuo, pongono le aziende turistiche nella necessità di imparare a conoscere e a relazionarsi con bisogni e motivazioni nuove. Non attrezzarsi per gestire queste complessità, per fare di una minaccia una opportunità, sia a livello di Paese, che di Sistema che di singola Azienda, vuol dire perdere posizioni e quote di mercato a favore dei competitors più attenti ed innovativi/innovatori.

Mostra/Nascondi contenuto.
4 Introduzione Il presente lavoro è suddiviso in quattro aree di analisi, cui corrispondono altrettanti capitoli; nel primo capitolo si affronta il tema delle tendenze di mercato e delle nuove prospettive di analisi del turismo. Una domanda in continua evoluzione e sempre più consapevole, un contesto globalizzato e competitivo come quello odierno, il bisogno di svago in quanto aspetto funzionale alla piena realizzazione dell’individuo, pongono le aziende turistiche nella necessità di imparare a conoscere e a relazionarsi con bisogni e motivazioni nuove. Non attrezzarsi per gestire queste complessità, per fare di una minaccia una opportunità, sia a livello di Paese, che di Sistema che di singola Azienda, vuol dire perdere posizioni e quote di mercato a favore dei competitors più attenti ed innovativi/innovatori. Il turismo - sia internazionale che interno - è divenuto uno dei più importanti settori economici e continuando a svilupparsi al ritmo attuale, potrebbe divenire entro pochi anni la principale industria mondiale: si stima che vi lavorino, su scala mondiale, circa 214 milioni di persone (pari all’8,1% della forza lavoro complessiva) ed il numero annuo di arrivi di turisti, che nel 1960 era su scala mondiale di circa 69 milioni, ha superato nel 2002 il livello record di 700 milioni (Dinucci, 2004).

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Luca Alberico Contatta »

Composta da 144 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1323 click dal 03/02/2006.

 

Consultata integralmente 8 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.