Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La comunicazione politica in Internet

L’idea di questo lavoro è quella di provare a fornire un panorama generale sulla relazione che lega la comunicazione politica ad Internet in Italia, per cercare di capire se questo nuovo mezzo di comunicazione può riuscire a modificare, come in tanti sostengono, le abitudini politiche dei partiti e dei cittadini, sfruttando le potenzialità di cui dispone per migliorare la politica, tenendo, in ogni caso, presente che la "giovane età" del web non permette di poter giudicare efficacemente la questione.
Partendo da alcune definizioni del termine comunicazione politica, il primo capitolo cerca di illustrare l’evoluzione che questa ha subito nel corso degli anni attraverso il passaggio nei diversi mass media: dalla stampa alla radio, dalla tv ad Internet, i partiti hanno cambiato il loro modo di comunicare con i cittadini, si sono modificate le loro strategie per cercare di ottenere il consenso delle persone, sono mutati i messaggi che vengono ideati per le proprie campagne elettorali. Questi cambiamenti, sono causati, in parte, dall’influsso che il marketing esercita nella nostra società e sono visibili anche nella politica attuale, dove risulta fondamentale la strategia utilizzata dal candidato per porsi nel modo più appropriato agli occhi dell’elettorato.
Il secondo capitolo è invece incentrato esclusivamente su Internet. Nel nostro lavoro proporremo un’attenta analisi di questo nuovo mezzo di comunicazione politica, a prescindere dell’uso che ne viene fatto. Saranno presentate le sue possibili applicazioni nel settore politico, verificate le modalità con cui i partiti lo adoperano e le implicazioni che ciò comporta, presentando una “fotografia” di quello che accade in Italia (in particolare), in Europa e nel Mondo.
Nel terzo capitolo verrà proposta una “panoramica” del dibattito tuttora in corso sulla “democraticità” della "rete", affrontando il nesso tra innovazione tecnologica e rinnovamento della politica. Saranno esposti i vantaggi e gli svantaggi della politica in "rete", gli usi possibili delle nuove tecnologie in tutte le attività delle autorità pubbliche e dei loro apparati amministrativi (E-government).
Le caratteristiche dei soggetti politici del cyberspazio sono l’argomento trattato nel quarto capitolo, dove saranno analizzati alcuni siti partitici e la loro struttura. Saranno esposte, anche alcune interviste effettuate con i responsabili dei siti Internet dei principali partiti politici, per meglio comprendere il loro rapporto con questo nuovo mezzo di comunicazione politica.
Infine, il quinto ed ultimo capitolo illustrerà come la comunicazione politica è presente nel web nel periodo di campagna elettorale. Questo periodo, infatti, rappresenta per i candidati la fase cruciale della propria strategia comunicativa. Bisogna cercare di essere più persuasivi possibile per ottenere il consenso degli elettori e per fare questo anche il proprio sito deve essere curato in modo appropriato. Vedremo a riguardo modelli e tipologie di campagne usate dai politici in prossimità delle elezioni, con uno sguardo particolare a come la comunicazione politica on-line è stata presente nelle ultime elezioni italiane svoltesi lo scorso aprile 2006.

Mostra/Nascondi contenuto.
Preview Nel presente lavoro, si è cercato di indagare sull’evoluzione che la comunicazione politica, sta attraversando nel nuovo mezzo di comunicazione affermatosi negli ultimi anni: Internet. I dubbi esistenti alcuni anni fa su questo nuovo mezzo, sembrano ormai dissolti. Internet non è un canale di comunicazione come la televisione, i giornali, i comizi o i manifesti. Internet non è uno, ma è tanti canali diversi. Pur essendo in apparenza sempre lo stesso, è ben diverso quando è utilizzato per parlare da quando lo è per ascoltare o per discutere. È un insieme di strumenti a disposizione di tantissimi e può essere usato in modo versatile (dallo studio allo svago, dalla conversazione all’informazione). La "rete", permette a tutti di poter dare la propria opinione e non solo a pochi prescelti come avviene nella tv; consente di esprimersi senza mediazione giornalistica in modo libero. La politica, si sta accorgendo in modo sempre crescente, delle enormi potenzialità che il web permette di sviluppare, come il farsi conoscere ai cittadini tramite il proprio sito, o il proporsi in modo diretto con l’utente attraverso strumenti quali mail, forum, chat, ecc, dove il cittadino diventa attivo, perché oltre a scegliere le informazioni che gli interessano, ha la possibilità di interagire con altri utenti o di mettersi in contatto con gli esponenti del partito, al contrario della passività cui una persona è indotta nel vedere la tv, dove le informazioni ci vengono date in modo unidirezionale.

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Interfacoltà

Autore: Luca Comodi Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7948 click dal 01/03/2007.

 

Consultata integralmente 29 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.