Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Acquisizioni e fusioni e processi di apprendimento

Nella realtà economica nazionale ed internazionale è possibile assistere sempre più spesso alla realizzazione di strategie di acquisizioni e fusioni da parte delle imprese.
Non è questo un fenomeno legato a particolari tipologie d’impresa o mercati di riferimento ma che coinvolge realtà di grandi o piccole dimensioni, operanti sia nei settori più tradizionali che in quelli più innovativi.
Nella quotidianità siamo investiti direttamente o indirettamente da questi fenomeni: vediamo uniti, sui prodotti che acquistiamo, marchi che una volta erano in concorrenza e scopriamo che diversi brand sono legati ad un’unica casa madre e così via.
Da molti anni ormai, diversi studiosi hanno affrontato quest’importante tematica tentando di dare ordine alla complessità di tale fenomeno che investe le imprese coinvolte trasversalmente nelle proprie funzioni e che ha un notevole impatto sulle risorse umane.
Nel tempo, lo studio sulle acquisizioni e fusioni si è spostato dal tentativo di comprensione del funzionamento ed alla generalizzazione di linee guida per una loro corretta gestione, verso la ricerca dei fattori che permettono un miglioramento delle performance.
Ciò è dovuto al fatto che, sebbene tale strategia sia sempre più diffusa ed utilizzata, molto spesso le imprese falliscono nel realizzare gli obiettivi strategici prefissati.
Le conseguenze di questi fallimenti portano gravi rischi per la sopravvivenza delle imprese, poiché le acquisizioni rappresentano un investimento elevato a livello finanziario come di gestione legale, amministrativa, strutturale e umano.
Molti studiosi si sono chiesti cosa possa avere influenza sulle performance partendo da approcci e punti di vista differenti e concentrandosi su diversi aspetti delle acquisizioni e fusioni.
Scopo di questo scritto è presentare alcuni interessanti contributi teorici che si affacciano alle problematiche delle acquisizioni e fusioni attraverso una particolare prospettiva che si concentra sul ruolo dei processi di apprendimento nelle imprese.
Questo scritto è composto di quattro capitoli secondo il seguente criterio. Nel primo capitolo viene presentata una prospettiva generale del funzionamento delle acquisizioni e fusioni, nel tentativo di spiegare per prima cosa perché le imprese decidono di intraprendere tali strategie.
In seguito viene spiegato come si realizza un’acquisizione d’impresa, presentando le fasi principali in cui questa può essere suddivisa e le attività che l’impresa compie per arrivare alla chiusura di un’operazione di questo tipo.
L’ultima parte del primo capitolo si concentra su un aspetto fondamentale del processo legato alla gestione della fase d’integrazione post-acquisitiva, momento in cui le imprese possono realizzare concretamente gli obiettivi strategici prefissati.
Partendo dall’importanza della corretta gestione della fase d’integrazione post-acquisitiva per il successo di un’acquisizione, scopo del secondo capitolo è stato quello di presentare un’interessante prospettiva teorica avanzata da Maurizio Zollo, studioso contemporaneo in management e strategia.
Scopo del capitolo è stato quello di presentare questo punto di vista, rielaborando secondo una sequenza logica tutto il materiale prodotto dall’autore: ciò ha permesso di mettere in risalto alcune importanti tematiche, in particolare l’importanza dei processi di apprendimento “mirato”, o deliberate learning, per la costruzione e lo sviluppo di capacità dinamiche di gestione di attività complesse, come le acquisizioni ed in particolare l’integrazione post-acquisitiva.
Altri contributi dell’autore presentati riguardano le strategie d’impresa su due tematiche molto attuali: la gestione di acquisizioni di piccole imprese ad alto contenuto tecnologico ed innovativo e la scelta tra alleanze ed acquisizioni per la crescita internazionale d’impresa.
Nel terzo capitolo sono stati presentati due casi aziendali di acquisizioni e fusioni, cercando di mettere in risalto le varie fasi del processo gestionale, sottolineando le problematiche e le strategie attuate per il conseguimento degli obiettivi delle imprese acquirenti.
L’analisi dei casi ha permesso di trovare un riferimento pratico nella base teorica presentata nei primi due capitoli ed ha portato a considerazioni presentate poi nel successivo capitolo.
Il quarto ed ultimo capitolo parte con una sommarizzazione di quanto presentato nello scritto e, partendo da questa, presenta nuove considerazioni sul ruolo di diversi fattori che possono concorrere al successo delle fusioni e acquisizioni.
In conclusione sono stati quindi rilevati, sulla base di quanto appreso dai contributi teorici e dei casi aziendali, alcuni elementi fondamentali a cui le imprese devono prestare attenzione se vogliono riuscire a migliorare le performance di acquisizioni e fusioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
6 Acquisizioni e fusioni Nella realtà economica nazionale ed internazionale è possibile assistere sempre più spesso alla realizzazione di strategie di acquisizioni e fusioni da parte delle imprese. Non è questo un fenomeno legato a particolari tipologie d’impresa o mercati di riferimento ma che coinvolge realtà di grandi o piccole dimensioni, operanti sia nei settori più tradizionali che in quelli più innovativi. Nella quotidianità siamo investiti direttamente o indirettamente da questi fenomeni: vediamo uniti, sui prodotti che acquistiamo, marchi che una volta erano in concorrenza e scopriamo che diversi brand sono legati ad un’unica casa madre e così via. Da molti anni ormai, diversi studiosi hanno affrontato quest’importante tematica tentando di dare ordine alla complessità di tale fenomeno che investe le imprese coinvolte trasversalmente nelle proprie funzioni e che ha un notevole impatto sulle risorse umane. Nel tempo, lo studio sulle acquisizioni e fusioni si è spostato dal tentativo di comprensione del funzionamento ed alla generalizzazione di linee guida per una loro corretta gestione, verso la ricerca dei fattori che permettono un miglioramento delle performance. Ciò è dovuto al fatto che, sebbene tale strategia sia sempre più diffusa ed utilizzata, molto spesso le imprese falliscono nel realizzare gli obiettivi strategici prefissati. Le conseguenze di questi fallimenti portano gravi rischi per la sopravvivenza delle imprese, poiché le acquisizioni rappresentano un investimento elevato a livello finanziario come di gestione legale, amministrativa, strutturale e umano. Molti studiosi si sono chiesti cosa possa avere influenza sulle performance partendo da approcci e punti di vista differenti e concentrandosi su diversi

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Daniele Martinez Contatta »

Composta da 284 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 7118 click dal 05/10/2007.

 

Consultata integralmente 18 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.