Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Mifid: nuove regole per intermediari, mercati ed investitori

La tesi si pone l'obiettivo di analazzare il travagliato percorso della MIFID che inizia nel 2004 per arrivare in Italia ad essere applicata solo nel novembre del 2007 e che per la completa implementazione si dovrà aspettare giugno 2008.
Prima di addentrarmi nelle regole dettate da questa nuova direttiva, ho seguito il suo percorso storico, cioè le norme precedenti che in quanto inadeguate hanno portato il comitato dei saggi ha predere una decisione: quella di creare la Mifid.
La tesi poi si sviluppa lungo tre direttive e cioè i cambiamenti che tale direttiva ha comportato per gli intermediari, i cambiamenti per il mercato e la questione delle autorità di vigilanza.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 Capitolo I "Il percorso che ha condotto alla MiFID" Premessa L’obiettivo di favorire la libera circolazione dei capitali nello spazio europeo attraverso la realizzazione del mercato interno nell’area dell’intermediazione bancaria, nel comparto assicurativo ed in quello dei valori mobiliari- settori tradizionalmente sottoposti a rigorose regolamentazioni nazionali e forte sorveglianza da parte delle Autorità dei diversi stati membri- ha comportato l’avvio di un laborioso processo di avvicinamento normativo finalizzato a garantire agli operatori libertà di stabilimento e di prestazione di servizi cross border. Negli anni settanta, in presenza di sistemi finanziari ancora caratterizzati da forti segmentazioni nazionali e dominati da assicurazioni e banche, le prime direttive di coordinamento hanno trattato la definizione dei requisiti da soddisfare per consentire a questi operatori di operare negli altri stati membri. In particolare sono state emanate due direttive riguardanti le assicurazioni( la 73/239 per quelle diverse dal ramo vita e la 79/267 per il ramo vita) e la prima direttiva banche ( la 77/780) cui è seguita dodici anni dopo una seconda direttiva ( la 89/646) destinata a segnare un significativo passo in avanti nel processo di liberalizzazione dei mercati, grazie all’introduzione del principio dell’autorizzazione comunitaria

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Marianna Sperindeo Contatta »

Composta da 177 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 4200 click dal 16/05/2008.

 

Consultata integralmente 23 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.