Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Modello di conversione di un'azienda di trasformazione alimentare convenzionale in eco-compatibile

Alla luce dell'attuale crisi economica, energetica e ambientale, il lavoro si pone l'obiettivo di dimostrare l'esistenza di un modello di produzione-consumo, alternativo a quello in uso, maggiormente integrato al complesso delle esigente ambientali e sociali e che esso è economicamente vantaggioso. La tesi si compone di tre parti: • PARTE PRIMA: Analisi della situazione energetica, ambientale e economica attuale con un focus particolare sulla realtà italiana. • PARTE SECONDA: Analisi di uno stabilimento di trasformazione alimentare esistente, dettaglio delle strategie di conversione, analisi economica Costi/Benefici. • PARTE TERZA: Strategie di implementazione del mercato di prodotti a marchio "ECO-COMPATIBILE" e conclusioni.

Mostra/Nascondi contenuto.
«Non troveremo mai un fine per la nazione né una nostra personale soddisfazione nel mero perseguimento del benessere economico, nell'ammassare senza fine beni terreni. Non possiamo misurare lo spirito nazionale sulla base dell'indice Dow-Jones, né i successi del paese sulla base del prodotto interno lordo. Il PIL comprende anche l'inquinamento dell'aria e la pubblicità delle sigarette, e le ambulanze per sgombrare le nostre autostrade dalle carneficine dei fine- settimana. Il PIL mette nel conto le serrature speciali per le nostre porte di casa, e le prigioni per coloro che cercano di forzarle. Comprende programmi televisivi che valorizzano la violenza per vendere prodotti violenti ai nostri bambini. Cresce con la produzione di napalm, missili e testate nucleari, si accresce con gli equipaggiamenti che la polizia usa per sedare le rivolte, e non fa che aumentare quando sulle loro ceneri si ricostruiscono i bassifondi popolari. Il PIL non tiene conto della salute delle nostre famiglie, della qualità della loro educazione o della gioia dei loro momenti di svago. Non comprende la bellezza della nostra poesia, la solidità dei valori familiari, l'intelligenza del nostro dibattere. Il PIL non misura né la nostra arguzia né il nostro coraggio, né la nostra saggezza né la nostra conoscenza, né la nostra compassione né la devozione al nostro paese. Misura tutto, in breve, eccetto ciò che rende la vita veramente degna di essere vissuta. Può dirci tutto sull'America, ma non se possiamo essere orgogliosi di essere americani.» Robert Kennedy,discorso presso l’Università del Kansas,18 marzo 1968

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Gastronomiche

Autore: Francesco Monnati Contatta »

Composta da 111 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 618 click dal 19/09/2008.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.