Skip to content

Vivere in una trappola. La letteratura e i paradossi dell'emancipazione ebraica.

Informazioni tesi

  Autore: Karin Birge Buech
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Lingue e Letterature Straniere Moderne
  Corso: Scienze della mediazione linguistica
  Relatore: Andrea Gilardoni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 66

L'emancipazione e l'assimilazione hanno permesso agli ebrei di vivere davvero? Come si presentava la situazione dei nuovi cittadini? Qual è stato il ruolo della letteratura nella costruzione degli stereotipi e nella diffusione dei pregiudizi? Può essa rispecchiare le relazioni reciproche instauratesi tra gli ebrei e gli altri? Si delinea in essa un preludio al genocidio?
L'esame di alcune importanti opere letterari francesi, tedesche e austriache, condotto con metodo comparatistico, permette di delineare una risposta.
Il testo prende in considerazione l'autopercezione degli ebrei e mostra in che misura essa è determinata dall'eteropercezione dei loro vicini.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Il Suo libro può suscitare l’impressione che una persona, in quanto ebreo, non possa vivere davvero (Karl Jaspers a Hannah Arendt in una lettera del 23.8.1952). Lei ha perfettamente ragione, quando sostiene che questo libro “suscita l’impressione che una persona, in quanto ebreo, non possa vivere davvero”. E questo, naturalmente, è fondamentale. Ancora oggi ritengo che, sotto le condizioni poste dall’assimilazione sociale e dall’emancipazione statale, gli ebrei non potevano “vivere” (risposta di Hannah Arendt, 7.09.1952) 1 . Nel corso degli ultimi sessant’anni sono stati scritti (e letti) tanti libri sulla Shoah, ciò nonostante ogni generazione ha di fronte a sé una sfida sempre nuova: afferrare qualcosa dell’inconcepibile, penetrare nei meccanismi tanto letali e nel contempo tanto umani che hanno non solo reso possibile, ma anche attuato lo sterminio di una parte della popolazione europea. Una volta ricostruiti i fatti, gli stadi e i gradi 1 Arendt-Jaspers 1993 3 , pp. 230; 243: “Ihr Buch kann die Stimmung erwecken, als ob ein Mensch als Jude eigentlich nicht recht leben könne.”; “Sie haben völlig recht, wenn Sie meinen, daß dies Buch ‘die Stimmung erweckt, als ob ein Mensch als Jude eigentlich nicht recht leben könne’. Und dies ist natürlich zentral. Ich bin auch heute noch der Meinung, daß Juden unter den Bedingungen der gesellschaftlichen Assimilation und staatlichen Emanzipation nicht ‘leben’ konnten.” Se non indicato diversamente, le traduzioni sono di Andrea Gilardoni e dell’autrice. 1

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

alain robbe grillet, sarah koffman
albert cohen, natalie sarraute
arendt
autopercezione
distruzione degli ebrei d'europa
ebraismo
eteropercezione
genocidio
letteratura austriaca
letteratura e pregiudizio
letteratura ebraica
letteratura francese
letteratura tedesca
letterature comparate
nazismo
olocausto
pregiudizi antiebraici
preludio al genocidio
shoah
stereotipi antiebraici
storia e letteratura
thomas mann, jakob wassermann
totalitarismo
wilhelm raabe, arthur schnitzler, elias canetti

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi