Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

La finanza locale lombarda nelle ricerche Regione-ILSES: gli anni ‘70

L'obiettivo di questa tesi è fornire un quadro della finanza locale lombarda tra gli anni ‘50 e gli anni ’70, iniziando descrivendo la situazione demografica tra gli anni ’50 e ’60 per dare dimostrazione dell’evoluzione che si è avuta, soprattutto dal punto di vista economico, e come l’aumento della popolazione e lo sviluppo industriale hanno favorito il cambiamento della situazione economica e finanziaria della regione Lombardia.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L'obiettivo di questa tesi è fornire un quadro della finanza locale lombarda tra gli anni ‘50 e gli anni ’70, iniziando descrivendo la situazione demografica tra gli anni ’50 e ’60 per dare dimostrazione dell’evoluzione che si è avuta, soprattutto dal punto di vista economico, e come l’aumento della popolazione e lo sviluppo industriale hanno favorito il cambiamento della situazione economica e finanziaria della regione Lombardia. Questo susseguirsi di cambiamenti verrà illustrato mostrando le variazioni significative, le discrepanze tra i comuni di differenti dimensioni, ma soprattutto mettendo in relazione le percentuali con la media italiana per mostrare come la Lombardia spesso si discosti dalle medie totali, nella maggior parte dei casi in modo positivo nei primi anni considerati e in negativo se si fa riferimento al peggioramento della condizione finanziaria lombarda negli anni seguenti la forte industrializzazione dei comuni e il passaggio da un controllo comunale ad un controllo regionale delle risorse. I dati considerati sono stati tratti dalla ricerca effettuata dall’istituto ILSES (istituto lombardo per gli studi economici e sociali), ora chiamato IRER (istituto regionale di ricerca della Lombardia), in quegli anni, svolta personalmente dal Professor Pola ed altri esperti, che attraverso una ricerca dei dati necessari e un utilizzo anche statistico di essi, sono pervenuti ad una descrizione dettagliata della situazione presente nel periodo analizzato e quindi una fedele ricostruzione della finanza locale lombarda, che ci permette di mostrare i principali caratteri dell’economia della nostra regione. Un capitolo è dedicato ad alcune riflessioni all’anno 1965, anno di mezzo per il periodo considerato e nel quale si può valutare il primo periodo, riassumendo le varie considerazioni tratte fino a quel momento,e mostrare così la prima parte dell’evoluzione economica spaccando in due l’analisi a seconda che si consideri nell’insieme dei comuni lombardi anche Milano o che il capoluogo non si consideri. Milano ha sempre fatto registrare dati anomali rispetto agli altri comuni, e quindi l’analisi porta a risultati molto diversi nei due differenti casi. Nello stesso capitolo viene affrontato anche un confronto tra l’anno 1959 e il 1968 (all’incirca la prima parte del periodo considerato, cominciando il confronto però subito dopo una prima ampia epoca di industrializzazione e di cambiamenti economici nei comuni), e tra l’anno 1961 e il 1971. La tesi termina poi con un’analisi della perdita dell’autonomia fiscale dei comuni, di un passaggio di potere tra comune e regione fino a sfociare negli anni ’70 ad una completa sostituzione dei dati rappresentanti il comune con quelli caratterizzanti la regione. 3

Laurea liv.I

Facoltà: Economia

Autore: Valentina Muraretto Contatta »

Composta da 43 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 201 click dal 28/05/2009.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.