Skip to content

Counterfeiting and Imitating: Intellectual Property Policy in China

Informazioni tesi

  Autore: Diana Moriniello
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2006-07
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Economia dei Mercati Internazionali e Nuove Tecnologie
  Relatore: Carlo Filippini
  Lingua: Inglese
  Num. pagine: 56

This paper analyzes the concept of intellectual property in China. It focuses on the Chinese culture about private property. It investigates the volume of counterfeited and imitated goods in the country, describing the risks for the world economy with the help of various data and statistics. Finally it cites Shenzhen and Hong Kong to give the experience of a historically Chinese free trade area and a free port which for decades connected China to the market economy.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
~ 3 ~                                                               “…Of course, the sheer scale of fraud these days is unprecedented. We make fakes, we sell fakes, we trade in counterfeit currency, and we buy imitation goods. Everyone is a victim, and everyone is cheating everyone else. The whole society is trapped in a vicious cycle. We're all caught up in an endless revolution of revolutions…” 1 1. Introduction Intellectual property rights are an important part of the legal system promoting civilization. The protection of intellectual endeavor plays a crucial role against the illegal appropriation of science and technology products in an environment of rising knowledge economy and accelerating economic globalization. It has become a general path of all countries to encourage the value of innovation and to cooperate in the field of IPR, above all after the TRIPS agreement during the Uruguay Round. For the international community, trying to impose to China economic and trading standards under the WTO framework, and for the Chinese government itself, trying to suit the innate IPR protection demand, intellectual property protection has become a problematic issue, given that counterfeiting remains a frequent activity dangerously undertaken in the region. I believe it is very interesting to investigate on the causes and effects of the commercialization of counterfeited goods in China. As the 19th century was called the British century, the 20th called the American century, many people believe the 21st would be the Chinese one, and for this reason it is relevant to analyze data on the origin of counterfeited production and the relation with this huge country. In fact, to be able to interact with the “Middle Kingdom” 2 it is crucial to dig deep into the culture of the people. To understand the problem, I will talk about the concept of property in the country and how Chinese people developed the idea of intellectual property. Regarding IP, China joined the international system in 1980s, and till now has dynamically evolved its legislation toward sophistication of intellectual property policy. In particular, after the access to the WTO, China was forced to adopt international standards concerning the protection of brands, trademarks, copyrights and patents, given the high pressure from internal and foreign companies. Considering that, I will focus on the implementation and changes in the legislation. 1 China Candid-People on People’s Republic, Sang Ye, pag.139 “Consuming Habits. On the flood of fakes” 2 China is most commonly called Zhongguo in Mandarin Chinese. The first character zhōng (中) means "middle" or "central," while guó (国 or 國) means "country" or "state". The term was first translated by missionaries as "Middle Kingdom." http://en.wikipedia.org/wiki/China#Name

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

china
counterfeit
imitation
intellectual property
ipr
property
trade
trips
wto

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi