Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Musica digitale e Peer to Peer: una ricerca sugli aspetti psicosociali

Il presente studio ha avuto il macro obiettivo di indagare quali tra le variabili contenute in due celebri modelli teorici della letteratura fossero maggiormente pregnanti nella spiegazione della messa in atto dei comportamento di utilizzo di strumenti Peer to Peer molto celebri quali Emule, Torrent e lo Streaming.

Nella ricerca si sono indagati in primo luogo i legami esistenti tra le variabili
presenti all'interno del modello TAM con lo scopo di approfondire se i risultati emersi fossero in linea con le evidenze empiriche formulate da Davis. E' stato in seguito il ruolo della variabile di atteggiamento nel modello TAM, verificando l'esistenza di rapporti di mediazione tra l'atteggiamento, le variabili di utilità percepita, la facilità d'uso, la playfullness e le intenzioni di utilizzo di programmi peer to peer.
In secondo luogo ci si è occupati di indagare i legami esistenti tra le variabili contenute nel modello TIST di Susan Lippert del 2002 (prevedibilità della prestazione, fruibilità e assenza di errori), la variabile di intenzione di utilizzo di programmi peer to peer e la fiducia nelle tecnologie peer to peer.

In questa seconda parte della ricerca è stato approfondito il ruolo della variabile di fiducia indagando l'eventuale esistenza di rapporti di mediazione tra questa, le variabili TIST sovra citate e le intenzioni di utilizzo di programmi P2P nel campione in studio.

I risultati inerenti la variabile di fiducia nelle tecnologie hanno fornito lo stimolo necessario alla validazione italiana del modello Tist (Mariani Curcuruto in stampa), relativo alla centralità della fiducia delle tecnologie Lippert et al. 2002).

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L'attuale momento storico è costituito da un periodo di eccezionali mutamenti che caratterizzeranno ogni ambito delle nostre vite. L'avvento di internet ha dato vita a una rivoluzione delle nostre odierne routine con l'affermazione della tecnologia, dell'elettronica e di nuovi artefatti che andranno progressivamente a sostituire quelli odierni. Ci troviamo immersi in un periodo storico di profondi cambiamenti, nel quale l'avanzamento del progresso tecnologico sta disegnando nuovi orizzonti nel mondo del lavoro (e-commerce e telelavoro), dell'apprendimento (e-learnig e università on line), della comunicazione e della vita di tutti i giorni (social network ecc.). Il cambiamento in atto ha coinvolto, per forza di cose, anche il rapporto con la musica e i comportamenti inerenti il suo utilizzo. Il progresso tecnologico ha visto evolversi differenti tipi di supporti per la fruizione della musica, basti pensare alla progressiva evoluzione temporale di vinili, musicassette e cd sino ad approdare al formato Mp3. L'avvento del formato Mp3 ha rivoluzionato il concetto stesso di fruizione divenuto così indipendente da vincoli fisici e strutturali, la musica è divenuta inconsistente, immateriale e soprattutto (aspetto non secondario) accessibile a tutti on line: su internet. Ciò che si è modificato, di pari passo con l'evoluzione degli strumenti tecnologici sono stati i comportamenti umani, quelli di fruizione e quelli legati all'uso di nuovi strumenti disponibili per ottenere i brani musicali. E' sulla base di questi comportamenti che affonda le radici la nostra ricerca che ha l'intento di conoscere, in una popolazione universitaria, le dinamiche psicosociali significative e rilevanti nell'accettazione degli strumenti peer to peer, al fine di approfondire quali aspetti psicologici e sociali siano maggiormente incisivi nel determinare gli atteggiamenti e i comportamenti d'uso di strumenti P2P. Nell'elaborato verranno introdotti alcuni degli aspetti tecnici legati alle tecnologie peer to peer che descriveremo brevemente; eviteremo di aprire contributi ampi inerenti gli aspetti legislativi sul tema poichè non è questo il nostro campo d'indagine né la sede per disquisizioni di carattere tecnico o giuridico. Gli obiettivi e le ipotesi di ricerca inoltre non 6

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Psicologia

Autore: Pierluigi Lido Contatta »

Composta da 102 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 450 click dal 10/06/2010.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.