Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Coniugati dell'acido linoleico (CLA) e alimentazione animale

La tesi analizza gli effetti dell'acido linoleico e dei suoi coniugati (CLA) nelle produzioni di origine animale e gli effetti benefici che apportano nell'alimentazione umana. In particolare sono stati presi in considerazione gli effetti nel latte e nei suoi derivati, comparando varie specie e razze, principalmente bovine, alimentate al pascolo.

Mostra/Nascondi contenuto.
9 CLA: STRUTTURA CHIMICA E STORIA Il termine CLA include i coniugati dell’acido linoleico, un gruppo di 24 acidi grassi, isomeri posizionali e geometrici dell’acido linoleico, che vengono indicati con la sigla 18:2n6 dove la prima cifra rappresenta il numero di atomi di carbonio, la seconda il numero dei doppi legami, e la terza la posizione del primo doppio legame; nello specifico sono presenti 18 atomi di carbonio e 2 doppi legami, il primo dei quali coinvolge il sesto atomo di carbonio. Figura 2. Struttura chimica dell’acido linoleico I CLA sono stati individuati per la prima volta nel 1985 ad opera del dottor Michael Pariza, nell’Università del Wisconsin-Madison, mentre studiava le proprietà pro-cancerogene di alcuni estratti di manzo. Questa prima ricerca mise in evidenza, con grande sorpresa, un effetto benefico

Laurea liv.I

Facoltà: Medicina Veterinaria

Autore: Nadia Musco Contatta »

Composta da 72 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1283 click dal 15/03/2011.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.