Skip to content

Valore azionario, M&A e Joint Venture nel settore bancario: risultati di un'indagine empirica sulle operazioni di crescita

Informazioni tesi

  Autore: Alessandro Ravagnolo
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2009-10
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Paolo Morosetti
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 87

Scopo di questa tesi è quello di studiare le operazioni di joint venture come possibile alternativa all’acquisizione nell'ambito di operazioni di crescita esterna nel settore bancario. L’interesse verso gli istituti bancari deriva dal dinamismo mostrato negli ultimi anni e dal trend di allargamento del loro raggio di azione che dovrebbe favorire l’uso della joint venture.

Il tema è analizzato dalla prospettiva dell’acquiror al fine di valutare la creazione di valore per gli azionisti originati dalla crescita. Finora, la letteratura sull’argomento era giunta alla conclusione che, per i suoi azionisti, la crescita per vie esterne fosse raramente un buon affare. Con questo studio si intende fornire sostegno empirico alla possibilità di una crescita alternativa e vantaggiosa per gli investitori.

Per misurare il valore creato è stato utilizzato il metodo dell’event-study, con un campione di 309 operazioni globali nell’arco temporale 2001-2009. Gli “abnormal return” a breve termine registrati sulle quotazioni azionarie dell’azienda acquirente riflettono il cambio di aspettative da parte dei mercati sulla futura profittabilità. Di conseguenza, tale strumento è stato utilizzato per verificare la “qualità” delle operazioni effettuate.

La scelta dello strumento da adottare deve essere coerente con i benefici ricercati dalla strategia di crescita. Nell’espansione verso ambiti vicini al core business dove si intendono sfruttare sinergie l’acquisizione è più efficace. Diversamente, quando l’operazione prevede un significativo bisogno di apprendimento di conoscenza non posseduta, la joint venture risulta più indicata.

L’event study dimostra che l’acquisizione è più efficace nelle strategie di rafforzamento del core business, di espansione verso nuovi prodotti e verso nuovi mercati. Al contrario la joint venture è vincente per la diversificazione verso altri settori del mondo finanziario, ma solo se il partner è un’azienda estera.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Page 8 of 87 Introduzione: elementi di novità e struttura del lavoro La tesi si prefigge tre obiettivi principali. Il primo è rinnovare i risultati empirici sulla creazione di valore nella crescita nel settore bancario, tutti datati allo scorso millennio, alla luce delle profonde trasformazioni che stanno avvenendo. Secondo, dare un respiro geografico più ampio all’analisi: gli studi precedenti erano focalizzati su singole macro aree, che per le loro peculiarità politico/economiche possono differire nei risultati. Terzo, misurare quale sia lo strumento di crescita migliore per una banca in funzione della strategia che intende perseguire. Gli strumenti scelti per l’analisi sono l’acquisizione e la joint venture. Quest’ultimo punto è l’elemento di maggiore novità della tesi, dal momento che i precedenti studi si sono focalizzati solo sulla quantificazione della creazione di valore delle M&A. Si vuole colmare questo gap presente in letteratura, verificando se le joint venture possono essere una valida alternativa per operazioni per le quali l’acquisizione non è efficace. Il lavoro è strutturato in quattro capitoli, fino a giungere alle conclusioni finali. Il primo capitolo fornirà una descrizione storica dei movimenti di crescita esterna nel settore bancario negli ultimi decenni per arrivare a comprendere quali siano le prospettive future. Proseguirà, poi, aprendo una finestra sulla teoria della crescita: le direzioni di crescita, le strategie possibili, la descrizione dei benefici ricercati attraverso quest’ultime e gli strumenti dell’acquisizione e della joint venture. Lo schema di questo capitolo, le variabili descritte e le dimensioni di analisi saranno i medesimi dei capitoli successivi, dove si descriveranno sia il campione che i risultati empirici. A chiusura del primo capitolo, saranno presentati gli studi sull’argomento o su temi affini che hanno preceduto questo lavoro, dando luce a suggerimenti su quanto ci si può attendere in termini di risultati finali. Il secondo capitolo presenterà il modello di event study utilizzato: come sono calcolati i “cumulated average return” – che rappresentano il risultato ultimo dell’analisi - i procedimenti usati per i test statistici e le criticità legate agli event study con relative soluzioni. In seguito saranno descritte le linee guida per

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abnormal return
acquisizione
crescita esterna
crescita interna
deutsche bank
esplorazione
event-study
exploitation
exploration
fusione
green field
inferenziale
joint venture
m&a
nuovi mercati
nuovi prodotti
operazioni
rafforzamento
settore
sfruttamento
sinergie
strategia
strenghtening
valore azionario

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi