Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Thatcher moliereman c'est la laserie grave. Analisi dei linguaggi giovanili nel francese contemporaneo

La tesi analizza in maniera generale e con esempi pratici le caratteristiche generali dei alcune tra le varietà diastratiche del francese contemporaneo, quali l'argot ed il verlain ed alcune tra le varietà diamesiche (linguaggi degli sms, email e chat), fornendo così un documento scientifico che individui i cambiamenti che i flussi migratori ed altri fattori, come la supremazia della lingua inglese, hanno introdotto nella lingua francese e fornendo materiale d'indagine a chi si chiede dove sta andando la lingua francese.

Mostra/Nascondi contenuto.
5 INTRODUZIONE Cos‟è che rende una lingua viva? La gente che parla una lingua è l‟attore inconsapevole della sua variazione, dei suoi cambiamenti nel tempo e nello spazio, in breve, della sua vitalità. E‟ attraverso le persone che il latino è diventato italiano, francese, spagnolo...., non il latino classico di Cicerone e Orazio, ma il latino così detto volgare, parlato dalle persone nella loro vita quotidiana. Le lingue romanze si sono evolute a partire dalle forme di latino parlato nelle diverse regioni dell‟impero, hanno subito l‟influenza delle lingue parlate precedentemente, si sono diversificate in base al territorio ed agli abitanti, gli stessi dialetti regionali si sono diversificati in base alla classe sociale di appartenenza dei parlanti; infine alcune varietà sono state codificate attraverso la letteratura divenendo le varietà di lingua privilegiate per gli scambi e le situazioni formali. Come il latino anche le nostre lingue cambiano e si evolvono; motore di questa evoluzione sono, come sempre, i parlanti che si sforzano di piegare la lingua alle loro esigenze. Molti linguisti sostengono che le lingue subiscano una semplificazione nel passaggio dalla forma codificata alle varietà del parlato: si pensi all‟ormai obsoleto passato remoto che la maggior parte dei francesi disconosce (non si può dire altrimenti degli studenti italiani). Eppure non sempre si può parlare di semplificazione, soprattutto se si prendono in considerazione le nuove forme lessicali nate dalla fantasia dei parlanti più giovani, dei loro tentativi di creare codici segreti e di difficile accesso per gli adulti. Così la lingua standard si diversifica, la complessità dei codici e delle varietà utilizzate meraviglia i parlanti non nativi, mentre i linguisti si adoperano alla ricerca di regolarità o cercano di fornire spiegazioni di questo o quel fenomeno senza però cogliere la natura molteplice e aleatoria di ciò che cercano di fissare in forme codificate. La mia tesi, lungi dall‟essere un trattato di linguistica, vuole solo dare un quadro di come all‟interno di una lingua (nel caso particolare il francese) si formino delle sacche di innovazione che prescindono da qualunque regola, anzi, hanno come base lo stravolgimento della regola. Il linguaggio giovanile, anzi i molteplici

Laurea liv.I

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Daniela Virone Contatta »

Composta da 77 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2501 click dal 01/03/2012.

 

Consultata integralmente 7 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.