Skip to content

Internet, tv e nuove tecnologie: il giornalismo crossmediale

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Soro
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Urbino
  Facoltà: Sociologia
  Corso: Editoria, informazione e sistemi documentari
  Relatore: Gianni Lucarini
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 78

La rivoluzione tecnologica ha stravolto il mondo del giornalismo, vecchie abitudini e rituali. La moltiplicazione degli strumenti a disposizione ha allargato le possibilità comunicative e riconfigurato il modo di realizzare, distribuire e consumare notizie. Si è passati da un’informazione monomediale nella quale contenuti, professionalità e processi iniziano e finiscono all’interno di un solo medium, ad una informazione crossmediale nella quale uno stesso contenuto viene declinato su più media e il tempo reale diventa concetto fondamentale. Un cambiamento di prospettiva che coinvolge non solo i giornalisti ma anche coloro che una volta erano fruitori passivi – i cittadini – che ora diventano “reporter di strada” grazie alla facilità d’uso delle nuove tecnologie.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
3 Introduzione Cara vecchia deadline. Scalzata dalle nuove tecnologie, da quella che Sorrentino chiama nuova ecologia comunicativa. Soppiantata da una nuova concezione di tempo nel quale non c’è più bisogno di bloccare le rotative per correggere un “pezzo” e le scadenze rigide e fisse sono quasi evaporate. Una realtà nella quale contano i clic, conta la tempestività nel fornire aggiornamenti in un flusso ininterrotto di notizie. Tutto rigorosamente in tempo reale. Ecco la rivoluzione tecnologica nel mondo del giornalismo che, come un tornado, ha stravolto vecchie abitudini, rituali e ha introdotto sulla scena nuovi protagonisti: i cittadini comuni. In pochi anni l’innovazione tecnologica ha prodotto innanzitutto la moltiplicazione degli strumenti allargando le possibilità comunicative e riconfigurando il modo di realizzare, distribuire e consumare notizie. Il web ha imposto il cambiamento innanzitutto ai quotidiani cartacei, ma il mondo televisivo non è stato a guardare. Il quadro è mutato per tutti in maniera sensibile: per i giornalisti, alle prese con nuove routines produttive, per il pubblico, ora in grado di accedere negli stessi tempi dei giornalisti alle notizie. E’ una rivoluzione che si è articolata in tre tappe: nascita di forme di informa- zione online, dalla trasposizione sul web dei giornali a portali autonomi, poi l’avvio dei canali all news, con l’americana Cnn a fare da capofila e, infine, la declinazione delle notizie su più dispositivi in uno scenario nel quale il web è assoluto protagonista. Ma è possibile, alla luce delle recenti innovazioni e di ulteriori sviluppi, un mondo dell’informazione senza tv? E in che modo si è evoluta la figura del giornalista con la rivoluzione digitale? La Tesi prova a rispondere a queste due domande, raccontando le tappe dell’evoluzione tecnologica che ha investito l’informazione, sentendo il parere di giornalisti che hanno diretto o tuttora dirigono testate importante e di studiosi che in questi anni hanno analizzato e sviluppato teorie sui cambiamenti che hanno riguardato la professione giornalistica. Così, partendo da una breve storia dell’ingresso di Internet e delle nuove tecnologie nel mondo dell’informazione, elencandone le principali caratteristiche, si è passati allo studio di due casi emblematici. Due realtà che hanno puntato sulla sinergia della ICT (Information and Communication Technology): pc, internet, tv e nuovi dispositivi mobili per un’informazione che è sempre al fianco degli utenti, ovunque si trovino. Con un’altra grande novità: i fruitori di notizie non sono più passivi ma si pongono quasi alla pari dei giornalisti. Come direbbe Michele Mezza: è l’innovazione bellezza!

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

internet
giornalismo
web
televisione
multimediale
nuove tecnologie
giordano
giornalismo televisivo
giornalismo online
carelli
skytg24
tgcom
crossmedialità
portale di informazione

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi