Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Promozione dei centri minori e turismo internazionale. Il caso di Monza e Brianza.

L'Italia è una destinazione turistica che attira un numero elevato di flussi internazionali. Un certo segmento turistico, in crescita, desidera sganciarsi dalla formula dei classici tour della Penisola per cercare esperienze inconsuete e originali, alla scoperta di luoghi meno celebri ma autentici, che conservino quel fascino composto da storia, cultura e bellezze artistiche che è l'attrattore principale dei flussi turistici verso il nostro Paese. La ricerca si è focalizzata dunque su alcune località lombarde, in particolare sul territorio brianzolo, per scoprirne metodi attuali di promozione e servizi verso i turisti esteri. I risultati ottenuti confermano ciò che i manuali descrivono: il mercato turistico di Monza e della Brianza appare circoscritto, ma l'interesse del visitatore straniero è vivo: l'insieme di natura, arte e cultura costituisce un interessante catalizzatore per i flussi turistici internazionali, anche se al momento la città è conosciuta soprattutto perché ospita il Gran Premio di Formula Uno. La promozione e i servizi, al momento presenti ma essenziali, potrebbero essere molto migliorati per aumentare la notorietà del territorio e la sua riconoscibilità all'estero: ad esempio, al turismo artistico-culturale si potrebbero affiancare alcuni segmenti in crescita, quali l'ecoturismo e il turismo enogastronomico, si potrebbe poi promuovere più incisivamente l'offerta attraverso metodi tradizionali e soprattutto attraverso le possibilità offerte dalle nuove tecnologie, ma anche ideare elementi di attrazione originali che puntino sui tratti distintivi del territorio, utili nella creazione di tour tematici, e incuriosire flussi turistici provenienti da Paesi in forte sviluppo.

Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L'Italia è una destinazione turistica che attira un numero elevato di flussi internazionali, soprattutto perché i viaggiatori stranieri sono affascinati dalla sua arte e dalla sua cultura. Per queste ragioni, le città d'arte maggiori sono mete molto ambite e assai visitate da milioni di turisti esteri, mentre l'attuale situazione dei centri minori è meno brillante, ma in evoluzione. Nello specifico, spesso questi centri sono trascurati dagli stessi italiani, ma l'interesse degli stranieri nei loro confronti è in aumento: un certo segmento turistico, in crescita appunto, desidera sganciarsi dalla formula dei classici tour della Penisola per cercare esperienze inconsuete e originali, alla scoperta di luoghi meno celebri ma autentici, che conservino quel fascino composto da storia, cultura e bellezze artistiche che è l'attrattore principale dei flussi turistici verso il nostro Paese. La curiosità dei turisti esteri è quindi in aumento, ma spesso reperire informazioni non è semplice: le destinazioni minori non sempre sanno promuovere la propria immagine in modo efficace, i materiali pubblicitari riguardanti l'offerta turistica sono progettati per una diffusione locale o, al massimo, nazionale, e i servizi in loco non sempre sono sufficienti. Le carenze non riguardano dunque l'offerta turistica in sé, che è sicuramente ampia e ricca anche nei piccoli centri, ma l'aspetto della promozione turistica verso l'estero e quello dell'accoglienza e dei servizi per i turisti stranieri. Spesso, inoltre, il numero limitato di arrivi esteri induce le pubbliche amministrazioni ad accantonare l'argomento, ma questo atteggiamento non appare saggio: infatti, il turismo internazionale è una risorsa preziosa e, migliorando la situazione odierna attraverso accorgimenti efficaci, innovativi e moderni, sarebbe possibile aumentare la visibilità internazionale di tali destinazioni, favorendo gli arrivi esteri e, di conseguenza, l'economia dei centri stessi. Date queste premesse, la discussione si concentra su un caso concreto, quello della Brianza, per verificare se effettivamente le condizione teorica sopra delineata riflette quella concreta e per scoprire come i centri minori promuovano la propria offerta per il mercato estero e come predispongano i servizi di accoglienza per questi turisti. Infatti, dopo la lettura di manuali teorici sull'argomento, di testi specifici concernenti il territorio brianzolo e di numerosi documenti originali, si sono analizzati con cura i siti internet delle istituzioni pubbliche coinvolte, in modo da scoprire concretamente come è condotta la promozione via web. In particolare, grande attenzione è stata dedicata 4

Laurea liv.I

Facoltà: Giurisprudenza

Autore: Marta Sala Contatta »

Composta da 61 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1057 click dal 07/12/2012.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.