Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Orientalismo e storiografia in Leone Caetani

Non ci si può avvicinare alla figura di Leone Caetani senza rimanere profondamente colpiti dalla persona, dal lucido vigore intellettuale, dal carattere e dal modo di interpretare la lotta e l’azione politica: si tratta di una nuova figura di intellettuale che, unendo l’azione alla riflessione, ha inciso profondamente nell’anti-fascismo italiano ed è diventato punto di riferimento per gli orientalisti ed utile consigliere per politici avveduti come, per esempio, Salvemini.
Caetani seppe stimolare non poco l’interesse per un Oriente finalmente guardato senza pregiudizi, anche grazie ai suoi monumentali Annali dell’Islam il più importante dei progetti che cercò di portare a termine, il fulcro della sua vita di studioso. Come pure sicura importanza ebbero il suo anticlericalismo, le riflessioni intorno al concetto di ‘decadenza’ ed a quello di ‘crisi’ e, infine, l’idea complessa e multiforme della storiografia.
Questo lavoro intende riflettere su vita e dottrina di Caetani, a partire dal ritratto tracciatone da uno dei suoi allievi più brillanti Giorgio Levi Della Vida. Muoverò, quindi da una breve contestualizzazione storica, per poi analizzare la prospettiva di ricerca di Caetani, anche per cogliere l’attualità del suo discorso sull’incontro tra Oriente e Occidente in una dimensione antiriduttivistica. Compito degli storici è, oggi, restituire spessore all’azione politica ed intellettuale di questo importante e troppo spesso trascurato protagonista della cultura italiana contemporanea, perché, come ha auspicato Fulvio Tessitore, “forse, sviluppando le intuizioni del Caetani, anche il problema fondamentale [ … ] potrà trovare una soluzione nella direzione nella direzione di una migliore conoscenza reciproca e, dunque, di un maggiore rispetto, che è condizione di collaborazione e di pace. Un impegno che tutti dobbiamo avvertire come il primo dei nostri servizi”.

Mostra/Nascondi contenuto.
INTRODUZIONE Non ci si può avvicinare alla figura di Leone Caetani senza rimanere profondamente colpiti dalla persona, dal lucido vigore intellettuale, dal carattere e dal modo di interpretare la lotta e l‘azione politica: si tratta di una nuova figura di intellettuale che, unendo l‘azione alla riflessione, ha inciso profondamente nell‘anti-fascismo italiano ed è diventato punto di riferimento per gli orientalisti ed utile consigliere per politici avveduti come, per esempio, Salvemini. Caetani seppe stimolare non poco l‘interesse per un Oriente finalmente guardato senza pregiudizi, anche grazie ai suoi monumentali Annali dell’Islam 1 il più importante dei progetti che cercò di portare a termine, il fulcro della sua vita di studioso. Come pure sicura importanza ebbero il suo anticlericalismo, le riflessioni intorno al concetto di ‗decadenza‘ ed a quello di ‗crisi‘ e, infine, l‘idea complessa e multiforme della storiografia. Questo lavoro intende riflettere su vita e dottrina di Caetani, a partire dal ritratto tracciatone da uno dei suoi allievi più brillanti Giorgio Levi Della Vida 2 . Muoverò, quindi da una breve contestualizzazione storica, per poi analizzare la prospettiva di ricerca di Caetani, anche per cogliere l‘attualità del suo discorso sull‘incontro tra Oriente e Occidente in una dimensione antiriduttivistica. Compito degli storici è, oggi, restituire spessore all‘azione politica ed intellettuale di questo importante e 1 L. Caetani, Annali dell’Islam, Milano-Roma, Hœpli-Fondazione Caetani della Reale Accademia dei Lincei, 1905- 1926. 2 G. Levi della Vida, Fantasmi ritrovati, Venezia, Neri Pozza, 1966. 1

Laurea liv.II (specialistica)

Facoltà: Lettere e Filosofia

Autore: Carmen Ragusa Contatta »

Composta da 107 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2041 click dal 29/01/2013.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.