Skip to content

La scelta del tasso di sconto nelle decisioni finanziarie ed attuariali con la costruzione della swap zero curve

Informazioni tesi

  Autore: Daniele Carrella
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2012-13
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia e Finanza
  Relatore: Gennaro Olivieri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 104

Il presente lavoro di ricerca è strutturato in tre capitoli volti a descrivere la scelta del tasso di sconto nelle decisioni finanziarie ed attuariali al fine di prevedere una term structure idonea agli attuali tassi.
Il primo capitolo, intitolato "il tasso di sconto", darà risalto alle problematiche relative alla scelta del tasso risk free e successivamente nell'ambito di questo stesso capitolo si passerà a descrivere il rischio di credito, il rischio paese, ed infine si discuterà circa il premio di illiquidità e la stima dello stesso attraverso alcuni modelli.
Il secondo capitolo, di centrale importanza ai fini dell'analisi, intitolato "costruzione della yield curve", in cui si esporranno le varie teorie della term structure mettendole a confronto, la relazione tra tassi spot e tassi forward ed infine si descriverà come interpolare i dati mancanti e del metodo del bootstrapping.
Infine il terzo capitolo, intitolato "L'evoluzione normativa", analizza il quadro normativo in materia di tasso di sconto, nello specifico prenderà in esame prima Solvency II QIS5 il quale contiene esplicitamente degli aggiustamenti per rimuovere il rischio di credito dalla curva dei tassi swap sottostante, poi le norme proposte dalla II fase dell'IFRS4 che suggeriscono l'uso di tassi di sconto derivati da valori di mercato dove l'impatto del rischio di credito è minimo, ed infine i Principi del Forum CFO MCEV (Market Consistent Embedded Value) che propongono di utilizzare, ove possibile, tassi di sconto basati su tassi swap prevedendo un aggiustamento per la liquidità coerenti con la nostra analisi.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1     Introduzione       Oggi, è quanto mai avvertito il problema relativo alla stima del tasso di sconto. L’interesse che l’argomento ha sollevato è attestato anche dai frequenti dibattiti che negli ultimi anni si sono susseguiti. La centralità del tema è da ricondurre anche alla forte incidenza, che le decisioni delle Banche Centrali in tema di politiche monetarie, hanno avuto ed avranno ancora sulla determinazione del tasso in questione. Con la denominazione “ tasso di sconto” si suole indicare quel tasso utilizzato per determinare il valore attuale dei flussi di cassa futuri generati da un possibile progetto d'investimento. Possiamo dunque considerare il tasso di sconto, come quel tasso minimo di rendimento, che rende la scelta degli azionisti tra tale investimento o l’impiego del capitale in altre attività indifferente. In questo lavoro si prenderà in esame, date le attuali condizioni economiche, l’argomento su quale sia il titolo privo di rischio. Quando si parla di risk free ci si riferisce ad un attività senza rischio ossia ad un investimento il cui rendimento atteso è caratterizzato da varianza nulla. Per essere più specifici risk-free significa semplicemente libero da ogni rischio. Si è soliti considerare come titoli privi di rischio i Bund per l’Europa e i Treasuries americani. Secondo gli attuari e i traders, in condizioni normali, i tassi dei Treasuries o dei Bund non possono essere considerati come risk-free rates sia perché alcuni Paesi godono di trattamenti fiscali favorevoli sia perché alcuni governi posso dichiarare default sul proprio debito pubblico o su parte di esso. Tuttavia non tutti i paesi, come quelli residenti in un’area valutaria come l’Eurozona, hanno la possibilità di espandere l'offerta di moneta unilateralmente.  

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

swap
bootstrapping
term structure
yield curve
risk free
swap zero curve
bootstrap dei tassi swap
premio di illiquidità
tassi spot e tassi forward
evoluzione dei tassi a breve

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi