Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Tanta Roba Label: La sfida delle etichette indipendenti nello scenario oligopolistico delle major

L'obiettivo fondamentale dell'elaborato è la descrizione approfondita di come opera un'etichetta discografica indipendente all'interno dell'oligopolio dell'industria musicale, dominato dalle tre grandi major, Universal, Sony e Warner. Il metodo di ricerca ed argomentazione utilizzato sfrutta sia l'approccio teorico che quello pratico: la parte iniziale, più tecnica si affianca ad una più concreta, legata all'esperienza di stage nella indie “Tanta Roba Label”.
Da un'approfondita analisi storica sulle modalità di sviluppo economico e tecnologico del settore musicale, in particolare dall'invenzione del grammmofono alle più moderne piattaforme streaming, si delineano le nuove frontiere del business musicale, supportati da dati sull'andamento del mercato attuale e sulle nuove tendenze.
Il nucleo centrale della trattazione, rimane, però, Tanta Roba Label, come caso di studio e di osservazione. È una indie del genere rap, pertanto, dapprima viene introdotto il genere nelle sue caratteriste e peculiarità a livello italiano, per poi entrare del dettaglio della fondazione, delle attività di cui si occupa (dalla produzione dei dischi, all'organizzazione dei concerti live, al merchandising, e-commerce), mission, vision, cultura d'impresa: si evince, come, non serva essere una “grande” per avere una storia, obiettivi da perseguire e alti valori, sia dichiarati che condivisi. Questi elementi, devono essere sviluppati con forza e convinzione, al fine di ottenere successo e ottenere un proprio spazio nel mercato.
Si è cercato, pertanto, comprendere quali i rapporti tra attori e stakeholder che operano a differenti stadi della catena del valore, la cornice legale con la questione della pirateria e dell'importanza della Siae e di altre associazioni di categoria, in modo tale da gestire al meglio la posizione indipendente in un mare così grande. Tanta Roba ne è capace poiché ha valorizzato i propri punti di forza, implementando strategie funzionali e focalizzandosi sull'importanza dell'ottimizzazione dei costi, pur mantenendo uno standard elevato. È necessario prestare attenzione a tutte le leve del marketing mix: prodotto, prezzo, promozione e distribuzione che vengono riassunte nel positioning. Ciascuna di esse contribuisce a creare e a diffondere valore per l'impresa: un artista che piaccia al target di riferimento, disposto a spendere una determinata somma di denaro, a fronte di convinzioni, percezioni e associazioni sviluppate grazie alle relazioni attivate dall'impresa con la comunicazione (soprattutto a livello di social presence sul web) e volte a rafforzarne il brand, la marca, la promessa, l'immagine presso i clienti.
Dal punto di vista pratico, questo impegno si traduce in azioni quotidiane e nell'attenzione alla progettazione puntale di ogni attività aziendale, al fine di renderne percepibile il valore: vi è una precisa procedura per l'organizzazione dei concerti e per il management degli artisti, per la gestione dell'e-commerce e del sito web e per tutti gli aspetti tecnici di carattere economico come la rendicontazione mensile del canale You Tube.
Infine, per rendere possibile tutto questo, è necessario favorire un clima di lavoro positivo e creare una crew, un team molto forte e unito, che capitalizzi le esperienze individuali, condividendole con gli altri, in una dimensione di learning by doing: l'obiettivo finale è il successo, un disco d'oro non solo appeso alla parete ma come modello mentale e condiviso a cui ambire.

Mostra/Nascondi contenuto.
1 INTRODUZIONE Il mercato discografico è fortemente concentrato dal punto di vista del potere ma offre un prodotto di largo consumo: la musica. Per poter comprendere meglio la configurazione attuale del mercato discografico, si parte con un excursus storico ed un particolare focus sulla situazione italiana per poi delineare i modelli di consumo e nuovi business che si stanno affermando. Successivamente, entrando più nel merito, si descrive dettagliatamente la struttura e la configurazione del mercato, diviso principalmente tra major e indies. La parte centrale, però, rimane l’azienda e la mia esperienza: dopo un’introduzione al genere rap, di cui si occupa l’etichetta in questione, un intero capitolo è dedicato alla storia, all’attività dell’azienda e agli sviluppi possibili. Quindi, si presenta il contributo dell’esperienza diretta sul campo da un punto di vista teorico (stakeholders, processo economico e come si produce valore, aspetti legali e leve di marketing), specificando, nei limiti della privacy aziendale e del segreto professionale, in che modo si inserisce Tanta Roba Label, grazie a ciò che ho appreso diffusamente durante la permanenza. Infine, l’approccio pratico con la descrizione delle attività cui ero preposta, in particolare: booking di concerti e dj set, rendicontazione e monetizzazione del canale You Tube, gestione del merchandising e in chiusura dell’elaborato, una riflessione un clima aziendale e sull’approccio di learning by doing, che viene adottato come stile di apprendimento e di leadership all’interno di Tanta Roba Label e Zona Uno Booking.

Laurea liv.I

Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali

Autore: Cecilia Gennifer Guerriero Contatta »

Composta da 57 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 933 click dal 01/06/2015.

 

Consultata integralmente 2 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.