Skip to content

Integrated Marketing Communications nel mercato cinematografico: il caso The Walt Disney Company

Informazioni tesi

  Autore: Paolo Giovanni Fomitchenko
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2016-17
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Sabina Riboldazzi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 122

Il mercato cinematografico è caratterizzato da una serie di problematiche relative alle politiche di comunicazione da adottare nella promozione del prodotto/brand. Tra queste vi è anche la comunicazione del prodotto a consumatori non necessariamente rappresentativi del pubblico-obiettivo di riferimento. L’utilizzo di una strategia IMC (Integrated Marketing Communications) permette di ampliare il pubblico impiegando un abbondante insieme di mezzi e strumenti della comunicazione, unitamente a politiche di posizionamento del prodotto differenti da caso a caso. Nella miriade di compagnie che compongono la filiera produttiva del mercato cinematografico, emerge The Walt Disney Company come brillante esempio di utilizzo di questa strategia, la quale ha permesso negli anni di espandere la conoscenza e l’apprezzamento del proprio brand a livello globale.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione L’amore per la cinematografia nasce, come tanti altri amori, da un divieto. Quando ero piccolo, provavo invidia verso la possibilità che avevano i miei genitori di rimanere svegli dopo cena a guardare un film alla televisione, mentre a me ed a mio fratello veniva imposto prima di andare a preparare lo zaino per il giorno successivo e poi direttamente a letto. Ricordo anche che una sera violai quel divieto, riuscendo attraverso uno spiraglio della porta del soggiorno a vedere una scena del film “Terminator 2 – Il giorno del giudizio” (1991), quella in cui Arnold Schwarzenegger, nei panni del cyborg T-800, riesce a uccidere il cyborg T-1000, interpretato da Robert Patrick, lanciandolo in una vasca di acciaio fuso. Rimasi così colpito e spaventato da quella scena che corsi immediatamente a letto e non riuscì a prendere sonno. Dal giorno dopo, tuttavia, la curiosità mi spinse a saperne di più e da allora ho iniziato ad assorbire tutte le nozioni possibili legate alla sfera artistica della cinematografia. Questa che si sta leggendo, però, non è una tesi di laurea relativa al campo umanistico o artistico, ma economico-aziendale, in particolare di marketing. Nonostante l’interesse e la curiosità riguardo la cinematografia, la mia vena artistica non è mai riuscita a prendere il so- pravvento a causa della consapevolezza della situazione della cinematografia italiana e della sua instabilità. Di conseguenza, è stata fatta la scelta di portare avanti la carriera accademica a dispetto di un salto, artistico, nel vuoto. Proprio per questo motivo, essendo questo il mio ultimo, per ora, scritto accademico, ho vo- luto recuperare una mia primordiale passione ed approfondirla in termini di marketing. In particolare, si è voluto approfondire come l’organizzazione di un Integrated Marketing Communications (di seguito anche IMC) possa influire sulla costruzione, miglioramento, rafforzamento e mantenimento dell’interesse del consumatore verso i prodotti cinematografici. Per ottenere un risultato tangibile, di contenuto, per lo studio, si è scelto di trattare il caso di The Walt Disney Company, compagnia di intrattenimento che rappresenta un punto di partenza in termini di età nell’approccio alla cinematografia e che, per particolarità nella politi- ca di marketing del prodotto cinematografico, è unica nel suo campo. Il presente lavoro si articola in due parti, una più tecnico-descrittiva ed una di analisi del caso aziendale. In dettaglio, nel primo capitolo viene trattata la storia della cinematografia dagli albori fino ad oggi, in particolare con un focus riguardo l’approccio industriale, prima, ed aziendalistico, poi, della cinematografia, e la descrizione di alcuni mercati cinematografici già affermati, come Stati Uniti, Francia, Germania, Italia e Russia, ed alcuni in corso di affermazione, nello speci- fico Giappone ed India. In conclusione del capitolo, ci si è voluti soffermare sull’impatto della tecnologia sulla cinematografia, inquadrando in particolare la nascita di nuove realtà digitali come Netflix. Il secondo capitolo tratta la teoria relativa alle 4 P del marketing mix (product, place, price, promotion), non solo in termini teorici generali ma adattandole alla realtà del mercato cine- matografico. In particolare, ogni P è stata illustrata approfondendo alcune tra le variabili che lo scrivente ritiene maggiormente incidenti per un efficace sviluppo del film marketing mix.

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

marketing
cinema
walt disney
mercato cinematografico
integrated marketing communications
the walt disney company

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi