Skip to content

Astrazioni architetturali per dispositivi mobili

Informazioni tesi

  Autore: Marco Turchetto
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Informatica
  Corso: Informatica
  Relatore: Francesco Tisato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 110

Le architetture e i sistemi informativi attuali prevedono diverse variabili che influiscono sulle funzionalità e il comportamento dell’applicazione: la maggior parte di esse, per lo meno quelle configurabili dall’utente finale, riguardano semplici parametri di configurazione, specifici per l’applicazione utilizzata.
La variabile che solitamente non viene considerata è quella relativa al dispositivo utilizzato dall’utente: in un’architettura client-server, per esempio, si fanno assunzioni sulle caratteristiche che dovranno avere i client per poter accedere alle funzioni a lato server, senza però arrivare ad adattare le stesse funzioni o i dati presentati in base alle caratteristiche del client utilizzato. Discorso analogo per i dispositivi mobili, quali telefoni cellulari o Personal Digital Assistant (PDA), per i quali vengono realizzate applicazioni ad-hoc.
L’idea introdotta in questo progetto di tesi è di realizzare un sistema che renda possibile adattare dinamicamente le applicazioni in base alla struttura e alle caratteristiche (hardware e software) del dispositivo utilizzato dall’utente e non solamente in base a semplici e limitati parametri di configurazione.

Informazioni tesi

  Autore: Marco Turchetto
  Tipo: Tesi di Laurea
  Anno: 2002-03
  Università: Università degli Studi di Milano - Bicocca
  Facoltà: Informatica
  Corso: Informatica
  Relatore: Francesco Tisato
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 110

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
6 4. Dispositivi Tra le più comuni finalità nell’utilizzo di strumenti informatici vi è sicuramente l’accesso ad un flusso informativo, allo scopo di poter elaborare in maniera più o meno complessa le informazioni ricevute, oppure solamente per poterle consul- tare. Il transito delle informazioni può avvenire nei due sensi: in ingresso, quan- do le informazioni vengono ricevute passivamente dall’utente, oppure in uscita, quando le informazioni vengono inviate dall’utente, dopo essere state, even- tualmente, prodotte da questo (o dagli strumenti a sua disposizione). Si intende qui con il termine dispositivo un qualsiasi strumento che consenta all’utente di interagire con un flusso informativo. 4.1. Classificazione Allo stato attuale, esistono numerose tipologie di dispositivi, caratterizzate da un’ampia gamma di funzionalità, che rendono spesso difficile una classificazione precisa. Dovendo comunque definire un’architettura per la descrizione di un qualsiasi dispositivo, sono state individuate le seguenti categorie: • personal computer: dispositivi ad uso personale, solitamente dotati di note- voli risorse (intese come capacità di calcolo, di memoria volatile e di massa, ma anche come funzionalità multimediali); negli ultimi anni stanno regi- strando tassi di crescita positivi i personal computer portatili (chiamati sem- plicemente portatili, o notebook), che forniscono prestazioni analoghe alle versioni “da tavolo”, con in più la possibilità di essere trasportati facilmente (hanno dimensioni inferiori ad un foglio in formato A4 e un peso intorno ai due/tre chilogrammi), ma con il limite di un’autonomia di alimentazione ri- dotta (in media sulle quattro ore); • computer palmari (o PDA - Personal Digital Assistant): nati come una ver- sione elettronica delle agendine tascabili, sono diventati con il tempo dei veri e propri computer portatili in miniatura; offrono peso e dimensioni decisa- mente ridotte (tipicamente inferiori al mezzo chilogrammo e formati “da ta- schino”), ma funzionalità e risorse spesso limitate rispetto ad un portatile; • telefoni cellulari “intelligenti” (o smartphone): evoluzione dei normali tele- foni cellulari, dispongono di funzionalità tipiche di un PDA, unitamente alla possibilità di effettuare telefonate; le risorse disponibili sono simili (o legger- mente inferiori) a quelle di un PDA, tanto che la tendenza da parte dei pro- duttori sembra essere una convergenza tra i due segmenti. 4.2. Mobilità e trasportabilità Una caratteristica che contraddistingue le tre categorie di dispositivi di cui sopra e che con il passare del tempo assume una sempre maggiore importanza è la mobilità, intesa sia come possibilità di trasporto “personale” (anche un personal computer di trenta chili può essere trasportabile, a patto di utilizzare un mezzo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi