Skip to content

Marketing Politico: dai partiti nazionali alle amministrative di Milano

La Copy Strategy in politica: i manifesti e gli spot elettorali

In ambito pubblicitario, per costruire una campagna incisiva e virale, è essenziale seguire il canone proposto dalla Copy Strategy. Essa è un documento che integra un insieme di regole ben definite che permettono al target di riferimento di identificarsi col prodotto sponsorizzato ed entrarne, quindi, in empatia.

In particolare, la Copy Strategy è così composta:
• Obiettivo: lo scopo della comunicazione, il punto d'arrivo
• Target: il pubblico di riferimento
• Core insight: la sintesi di un pensiero o atteggiamento del consumatore nei confronti del prodotto che si vuole pubblicizzare
• Promise: un benefit per il consumatore, il vantaggio che egli avrebbe se acquistasse quel determinato prodotto
• Reason To Believe: il motivo per cui la promessa potrà essere mantenuta
Tone of Voice: il tipo di linguaggio che si utilizza per entrare in contatto con il pubblico di riferimento.

Attraverso questo strumento, un'azienda è in grado di valutare in maniera ottimale l'impatto del messaggio inviato al target e, di conseguenza, calcolarne il possibile feedback positivo (sulla base, ovviamente, del fatturato guadagnato).
Dal nostro punto di vista, la campagna elettorale in politica si sviluppa esattamente nel medesimo modo, provando così l'argomentazione secondo cui i Partiti avrebbero accettato di seguire un percorso di marketing molto vicino a quello utilizzato dalle imprese commerciali.

Obiettivo, target, core insight, promise, reason why e tone of voice, dunque, fanno tutti parte di un ragionamento mediatico che un leader, prendendo atto della personificazione della politica e della continua concorrenza, deve necessariamente tener conto nell'analisi della propaganda mediatica.

In particolare, gli strumenti a cui fa riferimento la Copy Strategy sono essenzialmente due: i manifesti (anche se un po' collaterali) e gli spot elettorali, brevi video che, invece, rispecchiano fedelmente le regole sopra indicate.

Per quanto riguarda il primo procedimento citato, appunto il manifesto, esso fa parte dell'insieme dei mezzi di comunicazione visivi, a cui si aggiungono anche cartelloni, adesivi, spille e tutto il materiale tangibile e distribuibile tra i cittadini. Secondo Cacciotto, il manifesto elettorale ha una duplice funzione: rafforzare l'identificazione del nome del candidato e darne un'impressione incisiva attraverso un semplice messaggio. Un esempio di manifesto (argomento che svilupperemo maggiormente nel secondo capitolo dell'elaborato) ci viene fornito dalla campagna elettorale del comitato di Matteo Renzi per le Primarie del Partito Democratico svoltesi l'8 dicembre del 2013.

Come si può notare, l'immagine sintetizza parzialmente ciò che è stato spiegato fino ad ora:
• Il candidato è in risalto rispetto al Partito di appartenenza, promuovendo quella logica per cui la persona crea più empatia rispetto al brand di appartenenza.
• Il testo, al di là dei riferimenti alle primarie e alle sezioni in cui poter votare, identifica e rafforza il candidato stesso attraverso uno slogan semplice ma efficace: l'Italia cambia verso.

I manifesti elettorali vengono promossi attraverso diverse vie, che possono andare dai cartelloni concessi dalle autorità competenti ai volantini distribuiti nei Gazebo adibiti apposta. Il mezzo di diffusione più incisivo, comunque sia, resta il web. Un manifesto come quello rappresentato nell'immagine, sui social network, può consentire una viralità tale da aumentare esponenzialmente la reputazione del candidato (attraverso click, like, condivisioni, ecc..). [...]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Marketing Politico: dai partiti nazionali alle amministrative di Milano

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Baldeschi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2015-16
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Comunicazione d'impresa
  Relatore: Sergio Splendore
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 101

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi