Skip to content

La competitività economica al servizio di quella sportiva. Il caso del trasferimento di Cristiano Ronaldo alla Juventus

Attività commerciali e sponsorizzazioni

Si può definire questa categoria come “l’insieme delle sponsorizzazioni e del merchandising che i club riescono a sviluppare” (Cataliotti, 2015). Si tratta di entrate di varia natura, dove un ruolo principale viene assunto dalle sponsorizzazioni, cioè le iniziative che un’impresa può attivare per assicurarsi l’attenzione dei consumatori finali al fine di promuovere il proprio marchio (Kotler, Armstrong, Ancarani, Costabile, 2015). Da quando il calcio ha iniziato ad assumere una visibilità importante, attraverso la trasmissione degli eventi sui mass media, sempre più sponsor hanno cominciato ad interessarsi a questo sport, attratti, oltre che dal sempre maggior bacino d’utenza, dalla possibilità di associare il proprio marchio ad un club vincente e, di conseguenza, aumentare la percezione positiva del marchio nei consumatori. Per quello che riguarda il numero di sponsorizzazioni, è proprio la Serie A a guidare la classifica, con 681 accordi, davanti a Bundesliga (480) e Premier League (423), mentre il campionato inglese raggiunge, in percentuale, la quota maggiore di sponsorizzazioni straniere (46,3%) seguito dalla Liga spagnola (37,7%). Le imprese interessate da questo fenomeno fanno parte dei più disparati settori (sono ben 19 le categorie merceologiche che raggiungono la quota dell’1% del totale, tra le prime dieci leghe d’Europa).

I club assicurano ai propri sponsor la visibilità del marchio, apponendolo ad esempio sulla maglia da gioco, oppure sui cartelloni pubblicitari dello stadio. Gli accordi possono prevedere comunque forme diverse di sponsorizzazione, nei limiti consentiti dalla Federazione d’appartenenza. Per semplicità, si può attuare la seguente classificazione:
● main sponsor: è lo sponsor principale, in evidenza nella parte frontale delle maglie da gioco;
● jersey sponsor: tutti gli altri brand che trovano posto sulle divise, nella parte posteriore o sulle maniche;
● sponsor tecnico: il brand di abbigliamento sportivo che fornisce tutto il materiale sportivo della squadra e quello destinato alla vendita negli store e on-line;
● fornitori ufficiali e sponsor istituzionali: aziende che legano il proprio nome alla squadra, il cui marchio comparirà nei cartelloni pubblicitari e in occasioni di eventi di vario genere, a cui sovente partecipano, in qualità di testimonial, i calciatori stessi;

Una pratica sempre più diffusa, e che pian piano sta prendendo piede anche in Italia, è concedere ad un’azienda di associare il proprio nome allo stadio o al centro d’allenamento. La pratica di concedere i naming rights dello stadio a terzi è molto diffusa in Inghilterra e Germania, dove rispettivamente il 35% e il 72% degli stadi porta il nome di sponsor. Complessivamente, sui 43 impianti delle prime dieci leghe d’Europa che fanno parte di questo fenomeno, solo 3 si trovano in Italia.
L’altro principale apporto all’attività commerciale dei club proviene dal merchandising, cioè dalla commercializzazione, in-store e on-line, di prodotti con il nome o il marchio della società. La natura di questi prodotti può essere molto varia: si passa da quelli collegati direttamente al mondo del calcio come i capi d’abbigliamento sportivo, all’oggettistica e i servizi, come carte di credito e bancomat. Alla base di questa attività vi è il legame squadra-tifoso: il prodotto viene acquistato per ragioni affettive, prima ancora che per una sua utilità materiale. La parte esperienziale legata al prodotto è fonte di un valore aggiunto che si è disposti a riconoscere. Acquistare prodotti brandizzati con il marchio della propria squadra del cuore rafforza il legame di fidelizzazione tra club e tifoso.
Altra pratica commerciale è quella del licensing (molto usato dalle società italiane), cioè la gestione indiretta del marchio, affidato ad aziende terziste, in un’ottica di outsourcing. Queste società, in cambio della licenza nell’utilizzo del marchio, versano delle royalties proporzionali alle vendite realizzate.
I dati forniti dal Report Calcio 2018 ci dicono che, ad oggi, il ruolo delle attività commerciali nel revenue system delle società non può più considerarsi secondario, ma anzi, in alcuni campionati (come la Bundesliga) rappresenta la quota maggiore del fatturato medio di un club.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

La competitività economica al servizio di quella sportiva. Il caso del trasferimento di Cristiano Ronaldo alla Juventus

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Nunzio Salvatore Minissale
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2017-18
  Università: Università degli Studi di Catania
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Rosario Francesco Antonio Faraci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 63

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

calcio
comunicazione
sport
plusvalenze
cristiano ronaldo
financial fair play
business model canvas
competitività aziendale
brand calcio
tifoso/consumatore

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi