Skip to content

L'impairment test dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori nei principali club europei quotati in borsa

Politica contabile per i calciatori provenienti dal settore giovanile

La questione della registrazione dei calciatori provenienti dal settore giovanile, e tesserati per la prima squadra, necessita di un ulteriore approfondimento riguardo il quadro normativo che regola il trattamento contabile dei diritti allo sfruttamento delle loro prestazioni. Nei club professionistici, i benefici associati agli investimenti di successo nei settori giovanili hanno contribuito a focalizzare l'attenzione sull'identificazione dei talenti e sui metodi di sviluppo e valorizzazione dei giovani calciatori. Certamente, l'aumento del valore dei giovani calciatori aprirà la strada a maggiori investimenti nelle accademie giovanili, nello scouting e nello sviluppo da parte delle società calcistiche europee. I costi sostenuti per la promozione e l'organizzazione del settore giovanile possono essere generalmente confrontati con i costi di ricerca e sviluppo, perché si caratterizzano per una ricompensa a medio/lungo termine.

L'eventuale recupero di questi costi con l'utilizzo futuro dei calciatori suggerisce di capitalizzarli, tuttavia gli IAS/IFRS stabiliscono che tali costi debbano essere rilevati direttamente nel conto economico. Una ragione potrebbe risiedere nel fatto che gli IAS/IFRS enfatizzano l'attendibilità dei valori di bilancio e del loro successivo recupero. L'impossibilità di capitalizzare i costi dei calciatori cresciuti internamente al club è stabilita dallo IAS 38 che vieta la capitalizzazione per i costi delle attività immateriali generate dalla stessa società. Inoltre, altri studiosi sottolineano che i giocatori minorenni non possono firmare contratti professionistici. Pertanto, i club non hanno, in via teorica, il diritto di sfruttare le loro prestazioni sportive: di conseguenza, non si può avere il controllo su questi giocatori. Successivamente, nel caso in cui dovessero firmare un contratto professionistico, il loro status avrebbe un cambiamento significativo in quanto potrebbero essere considerati alla stregua dei calciatori acquisiti come svincolati.

La UEFA concorda con questo punto di vista, affermando che "poiché i calciatori cresciuti in casa non vengono acquistati col sostenimento di un costo, non possono essere capitalizzati in bilancio perché non soddisfano tutti i requisiti per le attività immateriali; solo i costi diretti dell'acquisizione di un giocatore possono essere capitalizzati e devono essere ammortizzati durante la loro vita utile. Se queste regole non vengono rispettate, i club verranno multati ed eventualmente esclusi dalle competizioni europee come la Champions League e l'Europa League". Tuttavia, alcuni studiosi sostengono che il valore di iscrizione dei giocatori della squadra giovanile dovrebbe figurare tra i beni del club. Lozano e Gallego hanno dimostrato che ignorare i costi dei giocatori provenienti dalle giovanili può portare a un enorme divario tra il valore contabile del club e il suo valore di mercato. Mostrano che alcuni calciatori che giocano nel Barcellona F.C. come Messi, Busquets e Piqué non sono presenti nel bilancio perché non hanno alcun valore contabile.

Sono giocatori cresciuti nel vivaio del club, quindi non sono state pagate le spese di trasferimento quando sono diventati parte della prima squadra. Luca Marotta nel 2014 ha sottolineato che il roster del Barcellona FC aveva un valore di mercato di 620 milioni di euro, mentre il valore contabile era pari a 175 milioni di euro, causando 445 milioni di potenziali riserve nascoste perché i giocatori più importanti (e con un valore di mercato maggiore) sono provenienti dalla squadra giovanile. Di conseguenza, tutti gli investimenti realizzati per lo sviluppo di giovani giocatori dovrebbero essere inclusi tra le attività immateriali di una squadra di calcio. Questi giocatori, attraverso le loro prestazioni svolte nella prima squadra, possono essere in grado di produrre vantaggi economici per il club. Il modello IAS/IFRS vieta la capitalizzazione dei costi relativi alla squadra giovanile e non garantisce un grado appropriato di informativa sui loro valori. Pertanto, la natura delle società calcistiche determina che l'informativa finanziaria da esse pubblicata potrebbe risultare inadeguata nel soddisfare gli obiettivi e le esigenze delle parti interessate.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

L'impairment test dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive dei calciatori nei principali club europei quotati in borsa

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Stefano Pinna
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Cagliari
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Scienze economico-aziendali
  Relatore: Gianluigi Roberto
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 105

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

impairment test
principi contabili internazionali
licenze uefa
bilancio ias/ifrs
fair-play finanziario
tesi calcio
bilancio società quotate
bilancio società calcistiche
diritti prestazioni calciatori
contabilità calcio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi