Skip to content

La ritualità nel Mediterraneo d’età moderna. Tradizioni e religiosità

Preminenza della Devozione Mariana in Sicilia

Non si può parlare di culto religioso e di feste religiose in Sicilia senza imbattersi con frequenza e intensità nella "devozione alla Madonna".
Voler risolvere tutta la questione vedendovi un trasferimento religioso - affettivo dal culto pagano, diffusissimo nel Mediterraneo, verso le "Dee Madri" e la "Vergine Kore" o "Cerere" protettrice dei campi, oppure una reazione all'avversione dei protestanti per il culto alla Madre di Dio o anche una delle dipendenze della Sicilia dalla Spagna, o infine l'espressione di un certo familismo e mammismo nella psicologia socio-religiosa dei siciliani, non vale a spiegare una devozione teologicamente così pura e profonda; piuttosto si può soltanto capire con una evangelizzazione e una ecclesiologia che affonda le radici nella dottrina del Magistero e dei Padri, alimentata dagli interventi della Gerarchia locale e di numerosi predicatori e animatori religiosi (ricordiamo i Carmelitani, i Domenicani, i Gesuiti, i Passionisti, i Francescani..,).
Luoghi di culto mariano costellano ogni angolo dell'Isola. Ci sono Santuari dove l'afflusso è veramente indice di una sentita religiosità popolare, in cui la fede fiorisce nella devozione, trasforma la vita e strappa al cielo i miracoli. Altrimenti come potevano sorgere e persistere tante chiese, tante celebrazioni religiose, tanti istituti di speciale consacrazione, dove giovani, sensibili alla fede, si offrono con voti a Dio e all'uomo attratti e accompagnati da Maria?
Ma basta guardare all'umile e quasi familiare culto mariano delle famiglie cristiane (fino a qualche decennio fa era frequente la recita del Rosario in famiglia, alle file di iscritti in Terzi Ordini secolari, confraternite, associazioni e compagnie intitolate alla Vergine Madre, ai pellegrinaggi e visite dove si onora una "Immagine" della Madre di Dio.
C'è forse qualche legame tra la secolare devozione dei siciliani a Maria e la scelta di Siracusa nel consacrare un tempio sublime che sorge per ricordare questo appuntamento tra Maria ( in lacrime) e la Sicilia? È più giusto vedere, nella grande e generale devozione del popolo siciliano alla vergine, la prova di una fede autentica, questa devozione, riaffermata e purificata dal Concilio Vaticano II, vede in Maria, oltre alla Protettrice, la realizzazione perfetta del Progetto-Chiesa, come Comunità di salvezza a servizio di Dio e dell'uomo.

E non fa meraviglia che i siciliani abbiano sentito più vicina la Vergine Addolorata, che esprime cosi bene il cammino di fede di un popolo trafitto da molte spade, ma avvinto anch'esso alla Croce di Cristo. Non è, questo, vittimismo o masochismo, ma "tenace pazienza cristiana", che attende la vittoria. Fu questa intuizione che fece dare il nome di "Porta Vittoria" alla porta per cui i Normanni entrarono, nel nome di Maria, a Palermo, la città già piena di moschee, ma ben presto adornata di templi alla Vergine, a cominciare dalla Cattedrale alle tante Cappelle, piccole ma belle e artistiche, sparse per le viuzze della città vecchia. Insomma, un culto alla Madre di Dio, cosi fedele alla teologia e alla liturgia, diventa una prova di autenticità, un "segno" valido e luminoso della religiosità cattolica dei Siciliani.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

La ritualità nel Mediterraneo d’età moderna. Tradizioni e religiosità

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Concetta Cascio
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2017-18
  Università: Università Telematica Pegaso
  Facoltà: Scienze dell'Educazione e della Formazione L-19
  Corso: Scienze dell'educazione e della formazione
  Relatore: Carmelina Gugliuzzo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 105

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sicilia
messina
religiosità
tradizioni popolari
festa patronale
devozione mariana in sicilia
vara di messina
vara di fiumedinisi

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi