Skip to content

Analisi traduttologica della serie BBC ''Sherlock''

Sherlock nella Londra del XXI secolo

«Sherlock Holmes era un uomo del suo tempo, e nel diciannovesimo secolo era un uomo moderno. Scriveva continuamente telegrammi, riceveva comunicazioni costantemente... quindi l’abbiamo reso un uomo della contemporaneità, un qualcuno che avesse accesso a un’immensa conoscenza.

Oggi non avrebbe più una marea di documenti impilati l’uno sull’altro, sarebbe molto legato al suo computer e ai suoi gadget».

L’adattamento realizzato dalla BBC guarda sia verso il passato che verso il futuro. Vicina al canone di Doyle e al suo senso storico, l’opera proietta Sherlock Holmes nella sensibilità del ventunesimo secolo in una società avanzata tecnologicamente, con un perfetto mix di antico e moderno: figura romantica, dai neri capelli ricci, cappotto lungo e sciarpa, ci appare per la prima volta sotto forma di SMS, simbolo dell’epoca recente; preferisce la tecnologia alle persone: ha sempre il suo Blackberry a portata di mano e sembra vedere dall’alto Londra – città splendente, con grattacieli e bar, abitata da cittadini moderni – non con gli occhi di qualcosa di naturale come un uccello, ma piuttosto con la vista satellitare di un moderno servizio quale Google Earth.

Come nota Gatiss: «Arthur Conan Doyle era uno scrittore geniale; i suoi romanzi brevi, in particolare, sono emozionanti, divertenti, sciocchi, strani, meravigliosi: eccitanti avventure che si prestano incredibilmente bene a un ambiente moderno». Il nuovo Sherlock usa gli stessi processi di deduzione dello Sherlock originale, ma allo stesso tempo risolve i casi grazie a strumenti digitali che avrebbe probabilmente usato, fossero stati disponibili nel diciannovesimo secolo: egli dimostra, ad esempio, il suo intuitivo utilizzo di operazioni interconnesse quali search & filter, due strumenti fondamentali per la nostra società. I processi di ricerca e filtraggio hanno un grande impatto sul nostro modo di selezionare le informazioni a noi necessarie, e sono strumenti perfetti ai fini della ricerca di Holmes e della sua scienza della deduzione. Per l’Holmes moderno è allora fondamentale la conoscenza nel settore digitale: la sua abilità non sta più nell’analisi perfetta, ma nel sapere come navigare tra i miliardi di dati presenti sul web e filtrare quelli necessari alla risoluzione del caso.

Durante la serie televisiva, infatti, Sherlock cerca informazioni meteorologiche, dati sull’alta marea del Tamigi e denunce: tutto avviene tramite il suo smartphone. Egli è esperto nella ricerca di queste informazioni, sa come navigare la gigantesca mole di dati presenti su internet meglio dell’utente medio, è un maestro della ricerca sul web; è capace di gestire il caos di informazioni della moderna vita tecnologica eliminando le informazioni inutili, associando il proprio cervello all’hard disk di un computer («Questo è il mio hard-disk e ha senso metterci dentro solo cose utili», dirà nel terzo episodio della prima stagione), un riferimento all’attico di cui parla in A Study in Scarlet, che «si deve riempire con mobilia a scelta». Il suo smartphone è un’estensione cruciale di tale database mentale, contenente solo le informazioni a lui essenziali per la risoluzione dei casi: riesce a ritrovare in esso tutto ciò che gli è necessario, cosa impossibile attraverso la sola memorizzazione delle cose.

Tale digitalizzazione è presente anche nell’uso televisivo del linguaggio all’interno della serie: il programma rende i ragionamenti di Sherlock attraverso un livello uditivo e uno visivo, escamotage già usato in precedenza dal franchise CSI, per sottolineare la conoscenza dello spazio e l’esplorazione dei dettagli, attraverso un’esposizione grafica dei suoi ragionamenti, perfetta per legare lo spettatore all’ineguagliabile soggettività del detective. […]

Questo brano è tratto dalla tesi:

Analisi traduttologica della serie BBC ''Sherlock''

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Manuel Serrano
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi Gabriele D'Annunzio di Chieti e Pescara
  Facoltà: Mediazione Linguistica e Culturale
  Corso: Lingue e letterature straniere
  Relatore: Lia D'Antonio
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 60

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

watson
bbc
analisi traduttologica
sherlock holmes
telefilm
sherlock
a study in scarlet
a study in pink
john watson
received pronunciation

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi