Skip to content

Islam e Stati Uniti nel contesto balcanico

Stati Uniti e Balcani

Nel corso degli anni novanta come abbiamo già avuto modo di narrare, l'instabilità politica e le guerre offrirono ad al Qaeda l'opportunità di infiltrarsi nei Balcani.
In fin dei conti la guerra combattuta in Bosnia era per i foreign fighters essenziale per condurre un'altra jihad, dopo quella decennale in Afghanistan.
L'Europa dopo il Medio Oriente, l'Asia meridionale e il sudest asiatico era divenuto un punto di riferimento per le cellule terroristiche provenienti dal mondo islamico.
Gli Stati Uniti divenuti garanti dell'equilibrio politico nei Balcani, si dotarono di una varietà di strumenti per combattere il terrorismo presente nella Bosnia di Izetbegovic. In primo luogo attraverso lo stanziamento di militari in Bosnia e Kosovo. In secondo luogo collaborando con i governi locali per pianificare politiche assistenziali nell'ambito del controterrorismo, anche attraverso l'istituzione del “Southest European Cooperation Initiative”. Il Seci istituito per favorire la stabilità politica nei paesi dell'Europa sudorientale si contraddistinse per il suo contributo nella lotta ai gruppi legati ad al Qaeda.
L'uso della forza militare e il rispetto della legge non erano le uniche soluzioni pensate dagli Stati Uniti. Di fatti Washington propose a Sarajevo un vasto piano di riforma economica necessario alla crescita in termini di prosperità sociale e benessere economico.
Il playbook voluto dagli Stati Uniti era finalizzato a contenere i piani dei terroristi che continuavano a giocare un ruolo chiave nella regione ex jugoslava. Secondo un report redatto dalla National Commission on Terrorist Attacks Upon the United States, il centro ed est Europa erano considerate regioni potenzialmente instabili, per la presenza di cellule terroristiche legate ad al Qaeda. Invero la povertà e l'instabilità politica nei Balcani non hanno automaticamente favorito un largo consenso popolare a favore della jihad.
Particolarmente si evince una forte opposizione da parte degli indigenous muslim bosniaci ed albanesi alla “guerra santa”. Molti bosniaci musulmani rimasero segnati dall'esperienza bellica.
L'ecatombe e il dislocamento di centinaia di migliaia di persone determinarono un mutamento irreversibile nella Bosnia. Pertanto è ragionevole pensare che per molti dei musulmani presenti nei Balcani, la partecipazione politica e militare degli Stati Uniti deve essere rivalutata positivamente. Il supporto americano nella regione sta contribuendo al processo di integrazione nella sfera d'influenza occidentale della componente musulmana. In particolare l'appoggio degli Stati Uniti alla Bosnia è apparso più evidente durante il discorso annuale sullo stato dell'Unione tenuto da Bush, nel quale ha lodato la cooperazione fra i due stati.
La collaborazione politica tra i due stati ha portato, come già narrato nel paragrafo precedente, all'arresto di Belkacem e dei suoi affiliati algerini avvenuta nel gennaio del 2002. La consegna dei terroristi a Washington ha generato le accese proteste dei legali bosniaci, i quali hanno accusato gli Stati Uniti di aver violato le norme più elementari del diritto internazionale. Soltanto tre anni più tardi il governo di Sarajevo reclamava i quattro cittadini bosniaci, tenuti in stato di detenzione nel supercarcere di Guantanamo Bay. [...]

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Islam e Stati Uniti nel contesto balcanico

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Nicola Francavilla
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Padova
  Facoltà: Dipartimento di scienze storiche, geografiche e dell'antichità
  Corso: Scienze Storiche
  Relatore: Elena Calandri
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 120

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi