Skip to content

Costruzione di un Trading System

Trading System

Come accennato nell’introduzione, l’utilizzo degli indicatori di analisi tecnica in modo combinato permette la costruzione di sistemi in grado di fornire segnali di acquisto, vendita o mantenimento della posizione. Questo paragrafo mira a fornire una tassonomia dei principali sistemi, dedicando un’attenzione particolare alla tipologia prescelta in questa sede, e a descrivere le funzioni dei trading system, evidenziando pro e contro relativi ad un loro utilizzo.

Proponiamo di seguito una breve presentazione delle tipologie di trading system esistenti quali i trend following system, i cycling system, i volatility system, i pricing system e i sistemi integrati.

• Trend following system: i modelli definiti trend following sono progettati con la finalità di individuare una tendenza nei prezzi e di seguirla correttamente. L’efficacia di sistemi di questo genere dipende da due elementi: il primo è la dinamica evolutiva dei prezzi che può essere determinata da significativi trend o da fasi prolungate di trading range.

In quest’ultimo caso, il modello trend following risulta incapace di fornire segnali utili all’operatore per la logica di costruzione. Il secondo fattore, collegato al precedente, riguarda il modello di riconoscimento del trend stesso. Un trading system di questo genere per risultare affidabile non può basarsi esclusivamente su un unico criterio decisionale, ma deve imporre molteplici vincoli: tra i più efficaci si considerano la contestuale variazione dei volumi oppure la rottura di un valore ritenuto di supporto (up trend) o di resistenza (down trend). Tali considerazioni verranno approfondite nel paragrafo 4.5 dedicato all’ottimizzazione.

• Cycling system: tali modelli si propongono di individuare le fasi di inversione delle tendenze dei prezzi affidandosi a indicatori, come ad esempio il Relative Strenght Index, che mostrano l’accumulazione di posizioni lunghe o corte. Qualora il sistema registri determinati valori, segnalerà il possibile esaurimento del trend suggerendo la posizione opposta (stop and reverse). Questi modelli presentano il medesimo difetto dei precedenti in fase di mercato molto oscillante o piatto.

• Volatility system: basandosi su indicatori in grado di catturare la volatilità del mercato, come ad esempio il momentum, individuano le opportunità di ingresso anche in fasi di trading range, risolvendo il principale difetto dei modelli visti fino a questo punto. Per contro, tali modelli presentano il limite di non generare segnali idonei a riconoscere trend o loro eventuali inversioni.

• Pricing system: questa categoria di sistemi ha lo scopo di individuare il disallineamento dei prezzi rispetto a un ipotetico valore di equilibrio. Possono esser basati sullo studio dei fondamentali delle imprese, permettendo di confrontare il valore attuale con quello atteso, o su indicatori di analisi tecnica, permettendo di determinare l’obiettivo teorico dei prezzi mediante l’individuazione di zone di congestione.

• Sistemi integrati: non essendovi un modello specifico in grado di adattarsi alle mutevoli condizioni di mercato, operatori e analisti hanno da tempo cercato di integrare i segnali che si possono ottenere dai diversi sistemi. Va precisato che all’integrazione dei vari modelli si oppone il rischio di ambiguità dei segnali che è necessario far convivere nei sistemi di questo genere. A seconda dell’avversione a rischio di ciascun trader, si possono associare anche più di due indicatori e accettare solo segnali generati dalla convergenza di tutti gli elementi considerati.

La rapida diffusione che i trading system stanno riscontrando la si deve alle soluzioni offerte dagli stessi, prima fra queste la facoltà di testare regole di comportamento sui differenti mercati. Inoltre, per le loro caratteristiche di meccanicità, i trading system risultano coerenti nell’individuazione dei segnali e nel far seguire la decisione operativa permettendo di eliminare fattori psicologici quali la paura, l’ostilità, i sensi di colpa, l’eccessiva euforia che spesso inducono il trader a comportarsi irrazionalmente rispetto ai principi ritenuti affidabili. Infine, i trading system, applicando una rigorosa disciplina, consentono di monitorare in modo più preciso il rendimento e il rischio associato alle posizioni dell’operatore, infatti: per quanto riguarda il rendimento, ogni sistema correttamente costruito consente di valutare il rendimento al netto delle perdite, delle commissioni e della fiscalità che grava sui capital gain registrati; in merito al rischio, un adeguato meccanismo di limiti operativi riduce la possibilità di incorrere in una perdita eccessiva, riducendo la cosiddetta probabilità di rovina.

Tuttavia, un sistema meccanico presenta anche i seguenti svantaggi: attenendosi a regole ferree, la creatività e lo stile operativo che caratterizzano ciascun trader vengono ampiamente contenute. Infine, un altro problema riscontrato dalla quasi totalità dei sistemi concerne l’incapacità degli stessi di adeguarsi alle condizioni di mercato sempre in continuo cambiamento, risultando idonei ed efficienti solo in determinate fasi di mercato.

Questo brano è tratto dalla tesi:

Costruzione di un Trading System

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Jacopo Cortellucci
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Perugia
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia delle istituzioni e dei mercati finanziari
  Relatore: Alberto Burchi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 53

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

mercati finanziari
trading system
backtesting
media mobile
sistema algoritmico
moving average
previsione finanziaria
trend following
trading excel
out of sample

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi