Skip to content

Welfare Aziendale: strumento di sviluppo sociale e strategico nelle PMI Italiane

Welfare aziendale: swot analysis

Di seguito si fornisce un’analisi su costi, benefici, opportunità e minacce riguardo le politiche di Welfare aziendale tramite lo schema Swot Analysis con l’obiettivo di spiegare come esso si comporta.
Uno dei cardinali benefici che il welfare aziendale offre, è certamente determinato dal onere che l’impresa ha sorretto, come affermato in antecedenza appunto, i benefits annunciati dall’art. 51 del TUIR sono esenti da tasse, ciò viene dimostrato attraverso un esempio che dimostra come esso sia vantaggioso economicamente sia per il dipendente che per l’impresa stessa: supponendo che l’impresa attribuisse 10 al impiegato, se l’impresa concedesse direttamente il pagamento in busta paga darebbe 14, tenendo conto del peso dei contributi. Quello che arriverebbe direttamente al dipendente al netto delle imposte e delle detrazioni IRPEF sarebbe 6,5.
Invece grazie alla dotazione del welfare aziendale, arriverà il medesimo ammontare al dipendente.

Approntare un piano di Welfare apporterebbe investimenti sostenibili e vantaggiosi, dato che originano:
- Diminuzione dei costi di turnover e dell’ingaggio di nuovi dipendenti dal 35% al 61%;
- Riduzione dell’assenteismo aziendale dovuto al soddisfacimento degli interessi dei dipendenti;
- Considerando un investimento nel tempo, il ROI (Return on Investiment) per una condizione reale si ha un investimento valutato dal 15%-25% e perfino al 100-110% per la condizione aziendale ideale;
- Assenza dal lavoro ridotta per cause di maternità;
- Ritorno in azienda a lavoro per le mamme dopo la maternità incrementata del 80%.

L’assenteismo aziendale è una causa che è molto presente in aziende che durante il loro iter produttivo e la quotidianità non si assicurano dello stato psicologico dei loro dipendenti; esso si rivela attraverso la continua assenza dal posto di lavoro di un lavoratore durante l’orario di lavoro, esso si verifica mediante assenze ingiustificate, arrivo sul posto di lavoro in ritardo oppure limitarsi al mero orario di lavoro senza fare ore di straordinario, richiesta incessante di permessi retribuiti per richiesta di assenza per malattie non giustificate; tutti questi sono fatti indicatori di un cattivo clima aziendale e di una organizzazione che non crea motivazione nei lavoratori, che si deduce da segnali come: infortuni, litigi tra dipendenti, le lamentele, le controversi, insufficiente sintonia tra i gruppi e gli incidenti.
Con il welfare aziendale si cerca di migliorare il clima aziendale attraverso il soddisfacimento dei bisogni dei dipendenti tanto da accrescere il benessere delle persone che compongono l’azienda stessa, creando, anche la visione di soggetti interni ed esterni di essa, un’immagine migliore, appoggiando degli ideali e razionalità dentro alle quali i lavoratori si riconoscono: facendo in questo modo, il trionfo dell’impresa diviene trionfo per il singolo dipendente.

Certificazione antiplagio

Noi verifichiamo le corrispondenze online e puoi ottienere un certificato di eccellenza per valorizzare il tuo lavoro

Questo brano è tratto dalla tesi:

Welfare Aziendale: strumento di sviluppo sociale e strategico nelle PMI Italiane

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Liso
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2018-19
  Università: Libera Università Mediterranea "Jean Monnet"
  Facoltà: Economia
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Francesco Manfredi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 90

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

welfare
azienda
pmi italiane
welfare aziendale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi