Skip to content

Le concessioni delle acque minerali: verso la riforma della Legge Regionale Toscana n.38/2004 in materia di canoni concessori e incentivi per i concessionari

Informazioni tesi

  Autore: Niccolò Poteti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Economia
  Corso: Management
  Relatore: Andrea Eugenio Settimo  Paci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

Il lavoro di tesi magistrale (110 e lode) si propone, partendo da un'approfondimento del concetto di "acqua minerale" sotto un profilo giuridico, di analizzare il vigente sistema di erogazione delle concessioni per lo sfruttamento dei giacimenti di acqua minerale sul territorio nazionale. Tali concessioni vengono disciplinate da eterogenee e lacunose normative regionali, con introiti modesti per gli enti pubblici. Sottolineati i punti di forza e di debolezza delle normative in vigore, si è spostato il focus sui concessionari Toscani. Grazie alle esperienze personali presso aziende Toscane, si è cercato di giungere ad una proposta legislativa della vigente Legge Regionale Toscana del 2004, introducendo un sistema di premialità ambientale connessa all'utilizzo dell'rPET per l'imbottigliamento e alla modifica dei criteri per la determinazione del canone erogato dalle aziende di imbottigliamento.

Informazioni tesi

  Autore: Niccolò Poteti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Firenze
  Facoltà: Economia
  Corso: Management
  Relatore: Andrea Eugenio Settimo  Paci
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 162

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
4 ABSTRACT Il presente lavoro di ricerca è stato realizzato in collaborazione con la Regione Toscana, a seguito della proposta di quest’ultima di realizzare un’indagine sul settore delle acque minerali, con particolare riguardo al tema dei canoni concessori. Mentre nel resto del mondo trionfano sulle tavole acque mineralizzate o potabili filtrate, in Italia la bottiglia di minerale è diventata una “componente” immancabile della lista della spesa con un consumo pro-capite che ci pone di fronte alle altre economie e con notevoli ritorni economici per le imprese del settore. Proprio queste ultime sono finite sotto accusa da parte di associazioni a tutela dell’ambiente, che denunciano come il regime delle concessioni, sia basato su delle normative vetuste che svendono la preziosa risorsa idrica attraverso concessioni tacitamente perpetue che non ricompensano l’effettivo valore della risorsa a svantaggio degli enti territoriali. Nell’impossibilità di stabilire un canone che possa essere oggettivamente considerato “equo” per la molteplicità di interessi in gioco, si è proceduto analizzando la normativa di riferimento specifica per le acque minerali, che appartenendo ai “beni minerari” fanno parte del patrimonio indisponibile della Regione, con una delicata sovrapposizione di competenze con lo Stato. Successivamente, il presente lavoro ha analizzato i caratteri principali del settore dell’imbottigliamento di acqua minerale, osservando come, accanto alla presenza di una miriade di concessionari a distribuzione su area geografica ristretta e strategia di primo prezzo, si affianchino otto grandi gruppi del beverage che applicano prezzi di tipo premium e controllano i due terzi del mercato e puntano forte sulla riconoscibilità del loro marchio, attraverso consistenti investimenti pubblicitari e soluzioni di packaging innovativo. Sono proprio questi massicci investimenti che hanno quindi portato gli enti competenti e i fautori della revisione dei canoni a domandarsi se effettivamente nel momento in cui ci rechiamo alle casse per pagare la bottiglia stiamo acquistando acqua o plastica: cercando di dare una risposta, si è quindi raccolto la testimonianza di alcune imprese del settore in Toscana (Acqua e Terme di Uliveto S.p.A. e Fonte Ilaria S.p.A.), prezioso contributo a supporto della valutazione dei dati di bilancio delle medesime società. A tal proposito, il terzo capitolo del lavoro si è concentrato sull’analisi delle normative regionali (o provinciali) in essere, sia dal punto di vista degli importi unitari fissati sugli ettari di superficie oggetto di concessione, sui volumi di acqua imbottigliata e/o sui volumi di acqua emunta, oltre che sui meccanismi di premiazione previsti dal dettato legislativo. L’analisi effettuata ha evidenziato come il sistema dei canoni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

acqua minerale
concessioni
concessionari
riforma legislativa
regione toscana
legge regionale
economia circolare
canoni concessori
rpet
giacimenti minerari

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi

//Since preload is not supported in firefox until now (according to this) browsers the only way to do it is to declare it twice in the one rel tag or two separate tags.