Skip to content

Social Network

Estratto della Tesi di Giulia Cardellino

Mostra/Nascondi contenuto.
successo del world wide web che si è diffusa in tale contesto di banalizzazione dell'informazione. La pornografia è risultata essere uno dei più grandi sostegni economici e di flusso di dati per lo sviluppo delle infrastrutture. Il pubblico dedicato è aumentato esponenzialmente dall'avvento del peer to peer e fonda il proprio interesse nello stesso carattere di disintermediazione che distingue il resto della produzione on-line. Secondo Perniola (2009; 29 in Di Marino, 2013;14) l'avvento di internet negli anni novanta radicalizza l'orientamento ultra naturalistico e manageriale della pornografia tendendo ad abolire ogni mediazione L'enorme afflusso di utenza rivolto alla pornografia è giustificato dal processo descritto da Di Marino (2013; 16, 17 e 23) per cui lo spettatore come ricordava Castells è stato a lungo investito di choc volti a “rafforzare l'identificazione nel personaggio” con immagini talmente spinte all'eccesso e totalmente autonome rispetto ai performer da escluderli e annullarli e tali da produrre un effetto anestetizzante nel pubblico, che si è di conseguenza riversato nella rete alla ricerca di un nuovo modo per esprimere la propria sensibilità. La risposta è stata la produzione amatoriale di eventi auto promossi, alternativa rispetto a quella pianificata a tavolino che, come è stato nel caso della pop star di Madonna, puntava a creare un alone di mistero attorno a se, e che non ha replicato il proprio successo sulla rete, come nel caso di Lady Gaga che non stupisce più con la stessa forza trasgressiva. (cit; 130) 1.3 L'emergere dei media digitali Nel nuovo millennio si sono affermati nodi glocali, convergenza sia locale che globale, che trasmettono realtà simili a persone che vivono in luoghi distanti, occupando lo spazio di informazione virtuale in cui si celebrano i “grandi rituali della storia” e realizzando con ciò la possibilità di eludere la tradizionale intermediazione (Katz, Dayan, 1955;243, in Parisi, Rega, in Cioni, Marinelli, 2010; 74). Come diceva Barthes (1973; 4), perché sia garantito il piacere del lettore, quest'ultimo va cercato, occorre spaziare, creare uno spazio del godimento, (in cui esprimersi e che permetta) una sua imprevisione: che il gioco non sia già chiuso, che ci sia gioco” Ciò è reso possibile dalla diffusione delle tecnologie digitali. Colombo (2011), sostiene che: le capacità partecipative del web non possono da sole rimuoverne i limiti. Lo scoraggiante meccanismo elettorale nazionale, l'affermazione di quella che oggi viene giornalisticamente definita “la casta”, fino alla costruzione di un sistema televisivo sostanzialmente bloccato e incapace di promuovere una sana competizione per l’informazione corretta del cittadino sono tre elementi (...) oggi messi in discussione ma ci vuole del tempo affinché si realizzi il cambiamento. La possibilità di auto-rappresentarsi, di “personalizzare e targettizzare la semantica dei propri messaggi e di favorire forme di comunicazione flessibili, decentrate e partecipative” è promossa dal progressivo superamento della logica top-down di indirizzamento dall'alto della scala gerarchica del sistema. L'interazione diretta col pubblico la formazione di gruppi di interessi che stimolano l'organizzazione bottom-up e la diffusione del citizen journalism permettono l'emanciparsi dalla censura dei media tradizionali che avevano assunto “il ruolo di esporre, condannare od escludere dall'agenda pubblica i punti di vista devianti” (Hallin 1986, in Rosen 2009, in Parisi, Rega, in Cioni, Marinelli, 2010; 81). Il dibattito meta-comunicativo si sta focalizzando sui nuovi media. La scena si divide tra entusiasti che auspicano un futuro di partecipazione attiva alla vita pubblica nello spazio disponibile lasciato 10
Estratto dalla tesi: Social Network

Estratto dalla tesi:

Social Network

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giulia Cardellino
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2012-13
  Università: Università degli Studi di Torino
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Scienze della comunicazione
  Relatore: Luciano Paccagnella
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 94

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

prosumer
interattività
disintermediazione
semantica
e-democracy
web 2.0
social network
grassroot
cultura convergente
interactive storytelling

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi