Skip to content

Tipologia psicologica e analisi dei sogni

Estratto della Tesi di Paola Gianfrotta

Estratto dalla tesi: Tipologia psicologica e analisi dei sogni
Tipologia psicologica e analisi dei sogni
DA FREUD A JUNG
Malgrado non si siano realizzate pienamente le aspettative di Freud, è grazie a lui che
oggi associamo psicoanalisi ad elaborazione del sogno e viceversa.
La società intellettuale di provenienza dello psicoanalista viennese era impegnata nella
rivalutazione dell'antico dualismo mente-corpo, che da quel momento andava sempre
più verso una unificazione, se non una comprensione della reciproca contaminazione dei
due poli, difatti i principali studi in campo medico erano concentrati nella ricerca
anatomica, morfologica e fisiologica della mente per comprenderne i meccanismi,
dando vita allo sviluppo di diverse correnti di ricerca, in ambito medico, in psicologia
sperimentale e, con Freud, nella psicoanalisi (Carotenuto, 2003)
15
.
All'alba del 1900, Freud con Die Traumdeutung si distacca dalla storica teorizzazione
del sogno proveniente dall'esterno, affermando come la produzione onirica fosse tutta
interna al sognatore e che, senza l'intervento di alcuna divinità, è la propria mente
scenografa e regista.
Il sogno viene da lontano, ma lontano nel tempo e non nello spazio
16
; sono ricordi di
un'infanzia dimenticata a recapitare il buffo messaggio notturno e non un'entità esterna.
L'interesse per la propria mente-regista, essendo Freud un acuto sognatore, fu la spinta
motrice verso la creazione del manifesto psicoanalitico e molti dei suoi sogni, a seguito
di un'attenta auto analisi, si configurarono come ispiratori del metodo. Come già detto,
Freud precisava che il sogno fosse la via regia che porta alla conoscenza dell'inconscio
nella vita psichica
17
, convinzione che più tardi Jung riformulò in: “la via regia non sono
i sogni, bensì i complessi che sono la causa dei sogni e dei sintomi” (Jung, 1934)
18
.
L'incontro tra Freud e Jung fu determinante per entrambi. Avviata la sua carriera di
psichiatra, C.G. Jung, nel 1903, lesse Die Traumdeutung e per anni ne condivise i
principi, stringendo un'intima amicizia con Freud, che in lui riconobbe un valido erede e
promotore della psicoanalisi. Scrive Jung, riferendosi a Freud, “Ciò che principalmente
mi interessava era l'applicazione ai sogni del concetto di meccanismo di rimozione,
derivato dalla psicologia delle nevrosi. Per me era una cosa importante poiché avevo
spesso incontrato la rimozione nei miei esperimenti eseguiti con l'associazione di
parole”
19
; i due utilizzarono, però, le loro osservazioni in modi completamente diversi. 
I due si incontrarono a Vienna nel 1907 e dialogarono per tredici ore di fila, una
conversazione lunga e ambigua come un sogno, lo stesso Jung ne rimase affascinato ma
con un senso interiore, o per meglio dire premonitore, di dubbio, dato in particolar
modo dalla fermezza con la quale Freud sosteneva la sua teoria della psicosessualità e la
volontà poco celata di farla diventare un dogma, accompagnato dalla lotta personale
verso l'occultismo che, agli occhi di Jung, non faceva che esaltare elementi religiosi
inconsci del quale l'autore austriaco non era consapevole
20
 e che sembrava negare su
tutti i fronti, a differenza di Jung che considerava il sentimento religioso e la spiritualità
come fondanti la sua teoria
21
. Così, nel tempo, Freud e Jung diventarono essi stessi le
15
 Cfr. Carotenuto A., Nel mondo dei sogni,  Di Renzo Ed., Roma,  2003.
16
 Ibidem.
17
 Freud, S. L'interpretazione dei sogni, Fabbri ed., Milano, 2007 – pag. 553.
18
 Jung C.G., Considerazioni generali sulla teoria dei complessi (1934), Opere Vol VIII, Bollati Boringhieri, Torino, 
1997.
19
 Ibidem – pag. 188.
20
 Ibidem – pag. 192.
21
 Jung era cresciuto con un padre pastore ed una madre con interessi rivolti anche al paranormale e, a differenza di 
Freud, che nonostante la sua cultura ebraica non volle mostrare mai apertamente alla comunità scientifica il suo 
interesse verso certe credenze, ne era fortemente interessato e colse negli anni le possibilità nascoste dietro tutte le 
discipline toccate dall'uomo, anche e soprattutto le meno spiegabili scientificamente, ed i sogni in fondo, 
9

Estratto dalla tesi:

Tipologia psicologica e analisi dei sogni

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Paola Gianfrotta
  Tipo: Tesi di Specializzazione/Perfezionamento
Specializzazione in Psicoterapia
Anno: 2021
Docente/Relatore: Gullì Mario
Istituito da: Scuola Di Specializzazione CIPA Istituto Meridionale
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 61

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

psicoanalisi
psicoterapia
jung
sogni
tipologie
psicologia analitica
carl gustav jung
tipi psicologici
interpretazione dei sogni
analisi dei sogni

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi