Skip to content

Valore strategico dei diritti di proprietà intellettuale: IP management & technology licensing - Il caso IBM

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Fierro
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Economia e gestione delle imprese - management
  Relatore: Luca Pirolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 180

La tesi è una lettura in prospettiva giuridico-economica del valore dei diritti di proprietà intellettuale nella c.d. economia della conoscenza. Partendo da un approccio giuridico, dopo aver preso in considerazione la funzione e le opportunità offerte da tali diritti e dalle principali organizzazioni ed istituzioni che giocano un ruolo fondamentale in ambito IP, l'autore si è concentrato sul brevetto come strumento di tutela dell’innovazione e d’incentivo alla diffusione dell’opera dell’ingegno tutelata, con riferimento sia alle modalità di estensione all’estero della tutela brevettuale che all’opportunità dell’adozione di un brevetto unitario europeo per permette alle imprese di ottenere maggiore competitività nell’ IP Marketplace Europeo. Vengono poi prese in considerazione le modalità con cui le aziende integrano o dovrebbero integrare una cultura IP nella loro struttura gestionale facendo riferimento al necessario sviluppo di quelle competenze dinamiche che la professoressa Constance. E. Bagley della facolta di Law and Management all’Università di Yale chiama Legal Astuteness e della necessità da parte dei manager di sviluppare un linguaggio giuridico che gli permetta di gestire anche i diritti di proprietà intellettuale in una prospettiva di profitto. A conclusione di questo ragionamento, l'autore riflette su una delle modalità di sfruttamento dei diritti di proprietà intellettuale: il licensing. Evidenzia gli effetti che, attraverso un contratto di licenza, sono perseguibili dall’impresa e l’opportunità che le si presenta oggi di specializzarsi nella filiera pre-competitiva, trasformandosi in Knowledge Provider, per evitare la competizione (sempre più intensa) del mercato dei prodotti tecnologici (dovuta ad una saturazione del mercato). Gli argomenti presentati infine trovano un riscontro pratico nel caso di studio descritto nell’ultimo capitolo, avente ad oggetto l’analisi della trasformazione della multinazionale IBM, con cui l'autore è entrato in contatto, e che rappresenta ad oggi un modello di policy IP e di sfruttamento tecnologico grazie anche alla sua leadership nel settore dei brevetti.

Informazioni tesi

  Autore: Andrea Fierro
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2017-18
  Università: Libera Univ. Internaz. di Studi Soc. G.Carli-(LUISS) di Roma
  Facoltà: Giurisprudenza
  Corso: Economia e gestione delle imprese - management
  Relatore: Luca Pirolo
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 180

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
93 Capitolo 3 Valorizzare la conoscenza aziendale attraverso il licensing 3.1 Effetti del Licensing e il mercato delle tecnologie La proliferazione dei mercati per le tecnologie e idee negli ultimi 20 anni ha sviluppato percorsi disponibili alle imprese legati allo sfruttamento della proprietà intellettuale e dei brevetti per scambiare le proprie conoscenze nel mercato (Arora e Gambardella 2010). Alcuni di questi sono perseguibili attraverso il contratto di licenza, e si manifestano soprattutto nei settori tecnologico e chimico. Attraverso l’impalcatura contrattuale infatti ciò che le imprese si scambiano è di fatto l’informazione protetta dal brevetto e quindi la conoscenza tecnologica di cui sono titolari, elementi che in questi due particolari settori possono fare la differenza in termini di innovazione, qualità e quindi vantaggio competitivo. È evidente tuttavia come la conoscenza e l’innovazione possano originare da svariate fonti dalle quali le imprese possono attingere. Le imprese prima ancora di approcciarsi al mercato tecnologico possono decidere di sviluppare un proprio centro di ricerca e sviluppo cercando di creare le risorse e le conoscenze di cui necessitano al proprio interno. Per ottenere conoscenza però si può anche percorrere la via della fusione e acquisizione di altre imprese o indirettamente arrivare a possedere quote di partecipazioni rilevanti o in imprese specializzate o in centri di ricerca. Altre volte invece l’impresa può ricorrere al mercato per acquistare la titolarità dei brevetti o la possibilità di utilizzarne l’informazione per un periodo di tempo. Un rilevante flusso di conoscenza, inoltre, come vedremo più avanti, proviene indubbiamente anche dalle Università e dai centri di ricerca, basti pensare ad esempio alla storia di Google i cui primi passi

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

ip
brevetti
ibm
diritti di proprietà intellettuale
open innovation
licinesing
valore diritti ip
brevetto unitario europeo
ip management
valorizzazione della proprietà intellettuale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi