Skip to content

L'emergenza ambientale dei rifiuti marini di plastica e microplastica nel diritto internazionale

Gratis L'indice di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Indice della tesi: L'emergenza ambientale dei rifiuti marini di plastica e microplastica nel diritto internazionale, Pagina 1
Indice 
Premessa   
I. Rifiuti marini di plastica e microplastica: una questione sia 
ambientale sia di diritto internazionale 
 
   
  1 
1.  Quali sono la composizione e gli usi della plastica, e in seguito le 
fonti, i processi chimici e gli impatti ecologici ed economici causati 
dalla sua dispersione nell'ambiente marino 
   
   
  1 
1.1 La composizione e gli usi   1 
1.2 Le fonti di dispersione di plastica nell’ambiente dopo l’utilizzo   2 
1.3 Quali processi chimici avvengono in seguito alla dispersione nelle acque   4 
1.4 Quali sono le conseguenze ambientali e socioeconomiche   6 
1.4.1 Gli impatti sul mondo animale: intrappolamento, ingestione e danni agli 
habitat 
   
  6 
1.4.2 Gli effetti sulla salute umana e i danni economici   6 
2. I principi di diritto ambientale e gli strumenti internazionali e 
regionali rilevanti di natura vincolante e volontaria 
   
  8 
2.1 Le convenzioni che hanno per oggetto l’inquinamento marino  12 
2.1.1 La Convenzione ONU sul diritto del mare del 1982  12 
2.1.2 L’allegato V della Convenzione MARPOL ‘73/’78  17 
2.1.3 La Convenzione di Londra del 1972 e il relativo protocollo  19 
2.1.4 La Convenzione ONU sul diritto degli usi dei corsi d’acqua 
internazionali diversi dalla navigazione del 1997 
  
 22 
2.2 Le convenzioni che proteggono le biodiversità e le specie  22 
2.2.1 La Convenzione sulla biodiversità del 1992  22 
2.2.2 L’accordo per l’attuazione delle norme UNCLOS riguardanti la

conservazione e la gestione degli stock ittici del 1995  24 
2.2.3 La Convenzione UNEP sulla conservazione delle specie animali 
selvatiche migratorie del 1979 
 
 25 
2.3 Le convenzioni che regolano le sostanze chimiche e i rifiuti  26 
  
2.3.1 La Convenzione di Basilea sul controllo dei movimenti 
transfrontalieri e la gestione dei rifiuti pericolosi del 1989 
  
 26 
2.3.2 La Convenzione di Stoccolma sugli inquinanti organici persistenti del 
2001 
  
 27 
2.4 Le convenzioni e i programmi regionali  28 
2.5 Gli strumenti di natura volontaria  31 
  3. L’identificazione dei gap normativi nelle istituzioni internazionali  31 
II. Quali sono le possibili soluzioni per colmare i vuoti normativi 
internazionali nell’affrontare la crisi ambientale 
 
35 
1. Il ruolo dell’Assemblea delle Nazioni Unite per l’ambiente nel definire 
il problema dei rifiuti marini di plastica e microplastica 
 
 35 
1.1 La risoluzione 1/6 UNEA del 2014 36 
1.2 Uno studio per ispirare e guidare le politiche mondiali 38 
1.3 UNEA-2 e UNEA-3 e la determinazione di opzioni risolutive 39 
1.4 Le risoluzioni successive e i limiti definitori e di azione dell’UNEA 45 
2. Le possibili soluzioni nell’ambito UNCLOS: emendamento, 
reinterpretazione e applicazione del testo della Convenzione o un nuovo 
accordo internazionale che ne attui le disposizioni 
  
 
 49 
2.1 Emendamento al testo della Convenzione  49 
2.2 Applicazione e reinterpretazione dell’art. 207 della Convenzione sulla base 
dell’art. 31 par. 1 della Convenzione di Vienna sul diritto dei trattati del 1969 
e delle norme di soft law 
  
 
 51 
2.3 La gestione dei rifiuti marini di plastica e microplastica nella negoziazione

del nuovo accordo internazionale attuativo delle norme UNCLOS  54 
3. Soluzioni nell’ambito delle convenzioni sui rifiuti e le sostanze 
chimiche 
  
 57 
3.1 L’emendamento al testo della Convenzione di Basilea del 2019  59 
3.2 La Partnership sui rifiuti di plastica  60 
4. Il Protocollo di Montreal del 1987 come modello di ispirazione per la 
negoziazione di un nuovo accordo internazionale sui rifiuti marini di 
plastica e microplastica 
 
 
 62 
5. Riepilogo delle possibili misure per migliorare le rilevanti strutture 
normative internazionali 
 
65 
III. La Plastic Strategy europea e le direttive in materia di rifiuti 
marini di plastica e microplastica 
 
69 
1. Le competenze dell’Unione europea in tema ambientale e i principi 
di diritto applicabili 
 
69 
2. La legislazione sulla protezione delle acque e dell’ambiente marino  74 
2.1 La direttiva 2000/60/CE sulle acque 74 
2.2 La direttiva 2008/56/CE sull’ambiente marino  75 
3. La legislazione in tema di rifiuti 76 
3.1 La direttiva 2008/98/CE sui rifiuti 78 
3.2 Le difficoltà affrontate dai riciclatori di plastica nell’ambito del sistema 
REACH 
 
80 
4. La Plastic strategy e le misure di restrizione della produzione e 
consumo di plastica e microplastica  
 
83 
4.1 La direttiva 2019/904 sulla plastica monouso 86 
4.2 Le future restrizioni sull’uso della microplastica intenzionalmente 
aggiunta 
 
88 
5. Riepilogo sulle misure intraprese a livello europeo in materia di 
rifiuti di plastica e microplastica 
 
91

Conclusioni 95 
Bibliografia 101 
Elenco degli accordi e degli altri atti internazionali citati 105

Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Indice dalla tesi:

L'emergenza ambientale dei rifiuti marini di plastica e microplastica nel diritto internazionale

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Marina Zappettini
  Tipo: Laurea II ciclo (magistrale o specialistica)
  Anno: 2019-20
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Relazioni internazionali
  Relatore: Giovanna Adinolfi
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 119

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

unione europea
plastica
diritto del mare
convenzione internazionale
diritto internazionale dell'ambiente
microplastica
polimeri sintetici
rifiuti marini
plastica monouso
plastic strategy

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi