Skip to content

L'Employer branding nell'era della Digital Transformation

Informazioni tesi

  Autore: Federica Ruoti
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master in Gestione delle Risorse Umane
Anno: 2020
Docente/Relatore: Gabriele Lizzani
Istituito da: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 44

Nel 1997 McKinsey coniò il termine Guerra dei Talenti per identificare come le aziende iniziassero a sentire l'esigenza di competere nel mercato del lavoro in cerca di talenti. Oggi, in un mondo sempre più digitalizzato, competitivo e globalizzato si parla ancora di guerra di talenti. Infatti nonostante tassi molto alti di disoccupazione, le imprese italiane si trovano a competere per accaparrarsi le migliori risorse. In questo contesto nasce e acquista un ruolo fondamentale l'EB.
Una strategia di EB si sviluppa in relazione a due target distinti, i potenziali candidati e i dipendenti.
Employer Branding interno: azioni di “retention” e di “engagement” per fidelizzare i dipendenti e valorizzare le loro competenze e potenzialità creando un clima aziendale positivo dove il datore di lavoro dimostra di apprezzare il contributo di ogni singola risorsa. Employer Branding esterno: strategie di “recruitment” e di “attraction” rivolte ad un target ben specifico di job seeker. In questo secondo caso lo strumento comunicativo è fondamentale come nel marketing dal momento che permette all'employer di creare un'immagine di sé positiva e attrattiva. Si possono, quindi, identificare tre concetti chiave per un'azienda:
• l'Employer Identity ovvero l'insieme di tutte le percezioni che i dipendenti hanno dell'aziende e le concrete caratteristiche che costituiscono quella specifica realtà
• l'Employer Image è l'immagine aziendale frutto delle considerazioni dei collaboratori interni e delle credenze esterne
• l'Employer Value Proposition: l'esperienza lavorativa percepita da dipendenti dentro l'azienda. L'EB opera con azioni combinate e contemporanee insieme al Marketing, all'HR e al reparto Comunicazione di un'azienda: partendo dall'individuazione di un target di riferimento e dopo aver posizionato il brand, si passa alla definizione di un sistema valoriale di cui l'organizzazione si fa promotrice, per poi comunicare internamente ed esternamente tali contenuti attraverso tool specifici.
Oggi nell'era della digital transformation il comparto HR si avvale sempre di più dell'utilizzo di nuovi strumenti: un tool tra questi è l'intelligenza artificiale adottata nei processi di selezione e retention del personale. L'intelligenza artificiale costituisce un plus per le aziende in quanto attraverso chat-bot, assistenti virtuali, realtà aumentata, video-interviste vengono offerte nuove soluzioni sia per poter gestire le candidature attive che per poter individuare quelle passive. Negli ultimi anni un altro processo utilizzato nel mondo HR è la gamification per gestire diverse attività come mappare le competenze dei candidati e aumentare l'engagement delle risorse, nella fase di recruiting, per l'onboarding e la formazione aziendale.
Il social recruiting ormai è considerato uno strumento indispensabile non solo per costruire relazioni con potenziali candidati ma anche per trasmettere la cultura azienda ad un pubblico sempre più vasto. È stato registrato negli ultimi anni un aumento del numero di aziende iscritte alle piattaforme social Linkedin, FB, Instagram, twitter… Quali sono i VANTAGGI?
• maggiore attraction verso profili qualificati e offre la possibilità di interagire con candidati che già lavorano e non ricercano attivamente un nuovo impiego
• riduzione dei tempi e dei costi del processo di selezione: garantiscono un servizio totalmente gratuito che può essere ampliato con una serie di specifiche funzioni a pagamento.
• efficace strumento di comunicativo esterno: utile per rafforzare la “web reputation” all'esterno e per comunicare contenuti e informazioni sulla propria realtà aziendale e al contempo, promuovere l'organizzazione come “Great Place to Work”.
Il caso concreto oggetto del mio studio è stato quello di Employerland: start-up innovativa del comparto HR che nasce con la creazione di SOCIAL GAME che permette ai job seekers, attraverso sfide e quiz, di misurare le proprie competenze e testare la loro conoscenza dei brand, candidarsi alle posizioni aperte e incontrare le aziende dei loro sogni. Quest'azienda è uno dei tanti esempi che permette di comprendere quanto le aziende stiano viaggiando ad alta velocità verso nuove tecnologie.
In conclusione, possiamo affermare che l'EB durante la digital transformation costituisce uno di quei fattori necessari alla creazione di valore in un'organizzazione.

Informazioni tesi

  Autore: Federica Ruoti
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master in Gestione delle Risorse Umane
Anno: 2020
Docente/Relatore: Gabriele Lizzani
Istituito da: Libera Univ. degli Studi Maria SS.Assunta-(LUMSA) di Roma
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 44

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
Introduzione Gli studiosi prevedono che entro il 2025 oltre il 75% della forza lavoro globale sarà composta dai nuovi talenti del millennio. 1 Questa nuova generazione viene indicata come la generazione zeta: ovvero tutti coloro che sono nati tra il 1995 e il 2010, i quali hanno nuove ambizioni e visioni sul lavoro rispetto alle generazioni che li hanno preceduti. Tale cambiamento è dovuto soprattutto all’avvento dell’innovazione tecnologica: smartphone, computer, tablet sono ormai presenti nella vita quotidiana di ogni individuo. Ciò ha comportato anche il cambiamento delle dinamiche di acquisto del consumatore: un cliente interessato all'acquisto di un prodotto, oggi, svolge una serie di ricerche (60-70%) prima che un venditore venga coinvolto e prima che venga acquistato un determinato prodotto o servizio. Questo è esattamente ciò che sta accadendo nel mercato del lavoro con l’avvento della cosiddetta “Guerra dei Talenti”. Le organizzazioni sono in guerra tra loro per accaparrarsi le migliori risorse sul mercato e per reclutare profili qualificati. L’employer branding e i nuovi strumenti digitali che vengono utilizzati nell’ambito delle risorse umane e del marketing sono diventati indispensabili per attirare e coinvolgere i migliori talenti. Le scelte strategiche adottate dalle aziende hanno dimostrato come non solo sia possibile aumentare il bacino di potenziali brillanti risorse, ma come sia anche possibile incrementare il proprio profitto. Per comprendere al meglio tutte le dinamiche e i processi che derivano dall’EB, l’elaborato nella prima parte si propone di condurre un’accurata analisi della definizione del termine “Employer branding” e dei suoi processi. Nel secondo capitolo sono stati riportati i modelli teorici più importanti dell’EB e l’impatto che ha avuto la digital transformation nell’ambito delle risorse umane, citando i casi di due famose multinazionali: Ferrovie dello Stato Italiane e Roche. Il focus della parte finale, invece, è sull’impatto che le evoluzioni tecnologiche di mercato hanno avuto sul mondo del lavoro - in particolare sulle risorse umane - con l’avvento dell’intelligenza artificiale. Infine, ho esaminato il caso di una start up italiana, Employerland, evidenziando come realtà aziendali simili, possano rivestire oggi un ruolo rilevante soprattutto nella progettualità di nuovi strumenti digitali utili e vantaggiosi in ambito HR. 1 G. Rusconi, Generazione Z ecco come convincere i nuovi talenti a dare il massimo in Sole24ore, 30 ottobre 2019, https://www.ilsole24ore.com/art/generazione-z-ecco-come-convincere-nuovi-talenti-dare-massimo-AC3cNrF

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l’utente che consulta la tesi volesse citarne alcune parti, dovrà inserire correttamente la fonte, come si cita un qualsiasi altro testo di riferimento bibliografico.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

risorse umane
gestione delle risorse umane
recruiting
selezione del personale
employer branding
hr
digital transformation
human resource and management
talent acquisition
ditigal tools

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi