Skip to content

Insegnare Lingua Inglese e Macumba Dance Fitness-Re Move: Un’ipotesi CLIL

Informazioni tesi

  Autore: Cinzia Citrigno
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Europee e Americane
  Relatore: Stefania Cavagnoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 126

Concludo questa tesi ripercorrendo quelli che ritengo i punti più salienti che hanno portato alla conferma dell’ipotesi di partenza, ovvero valide motivazioni per realizzare un progetto Macumba Remove – inglese CLIL, essendo Macumba Re Move una disciplina sportiva che crea un senso di appartenenza, una comunità (la ‘Macumba Family’), all’interno della quale l’istruttore ha un ruolo di mediatore culturale e linguistico, servendosi della lingua sovranazionale del fitness, l’inglese. La mediazione (traduzione e interpretariato), costituisce una parte importante nell’insegnamento delle lingue straniere come si evince dalla Guida 2016 del Consiglio d’Europa che promuove un’educazione plurilingue e interculturale, non correlata al solo insegnamento delle lingue, che si basa su costruzioni culturali identitarie individuali e collettive.
Vari studi presi in disamina hanno confermato che un percorso CLIL favorisce un miglioramento dell’acquisizione linguistica per l’esposizione alla lingua e per un concreto utilizzo della stessa impiegata per parlare d’altro, e che, come ha sottolineato Dalton-Puffer (2008), ha per obiettivo quello di creare una popolazione multilingue in Europa. Coyle (2007) ha aggiunto che un’esperienza CLIL aumenterebbe oltre alle competenze linguistiche, la sicurezza del discente, ed a sostegno dello sviluppo delle pedagogie CLIL ha creato il ‘4c Framework’, delineando l’interrelazione tra le quattro aree principali: la comunicazione, la disciplina, la conoscenza, quindi l’apprendimento, e la cultura come consapevolezza sociale di sé e dell’altro.
La relazione scritta da Svoboda nel 1994 per il Consiglio d’Europa, ricordata nello studio di Bailey (2006), ha evidenziato come lo sport promuova cooperazione e coesione e sia un’opportunità d’incontro con altre persone, permettendo la scoperta di emozioni che non si proverebbero altrimenti. Alcuni studi analizzati hanno esposto i benefici dello sport, da un punto di vista fisico e sociale, in orario curriculare e extracurriculare, nonché i vantaggi di un percorso CLIL che favorirebbe oltre ad un miglioramento dell’acquisizione della lingua veicolare, un miglioramento generale accademico nelle altre materie di studio. La cross-culturalità dello sport messa in risalto da Bizley (2014), e gli effetti positivi della danza sottolineati da Bailey (2009) che consentirebbero lo sviluppo di empatia e l’aumento dell’autostima, sono a favore di un’ipotesi Macumba Re Move – inglese CLIL. Lo stesso Bailey dopo aver elaborato nel 2013 lo ‘Human Capital Model’ che analizzava i processi e i risultati dell’attività fisica sull’uomo, in un recente studio del 2018 è giunto ad affermare che l’attività fisica nell’arco della vita gioca un ruolo fondamentale per il raggiungimento di uno stato di benessere (well-being) e floridezza umana (flourishing), in linea con quanto sostenuto dalla psicologia positiva e ben evidenziato dal modello PERMA creato da Martin Seligman.
Lo studio di Salvador e colleghi (2018) e quello di Nagovitsyn e colleghi (2017), hanno ribadito quanto sia importante la conoscenza della lingua inglese per un futuro accademico-professionale, per gli insegnanti di educazione fisica e gli atleti/istruttori sportivi, e che la necessità di apprendere la lingua è una motivazione estrinseca per partecipare ad un progetto CLIL in inglese. Coral e Lleixà (2016) hanno considerato l’educazione fisica in modo olistico in un percorso CLIL in quanto promotrice di conoscenza e cittadinanza; il concetto di conoscenza rimarcato anche da Coyle (2007), Dulton-Puffer (2008) e Green (2016); il concetto di cittadinanza sottolineato da Bailey (2005) e Di Bari (2016). Nel 2007, Bentley, ha ipotizzato che i discenti non dovrebbero apprendere soltanto la terminologia della disciplina integrata, ma avere l’opportunità di praticarla. Tale opportunità, si avrebbe in un progetto Macumba Re Move – inglese CLIL, ove sono previsti esercizi per cui i discenti, in base al livello di conoscenza della lingua veicolare, una volta memorizzata la sequenza, possono condurre a turno una coreografia usando l’apposito cueing gestuale e verbale nel chiamare i passi e dare indicazioni.
Si ribadisce l’importanza della conoscenza della lingua inglese, tanto più che nei manuali per istruttori di Macumba e Re Move la maggior parte dei passi di fitness è in inglese, e vi sono casi di code-mixing. Gli istruttori pertanto, rivestono costantemente il ruolo di mediatori linguistici, per meglio dire di traduttori, anche nell’utilizzo di canzoni in prevalenza in lingua inglese e in lingua spagnola da tradurre e interpretare a livello coreografico nel rispetto della scientificità di un allenamento aerobico di ‘inteval training’. La traduzione non si avrebbe solo a livello interlinguistico, ma anche endolinguistico passando da un registro scientifico a un registro popolare, e intersemiotico tramite la codifica gestuale per richiamare passi, direzioni o dare indicazioni.

Informazioni tesi

  Autore: Cinzia Citrigno
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Roma Tor Vergata
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Lingue e Letterature Europee e Americane
  Relatore: Stefania Cavagnoli
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 126

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
1 Introduzione Questo lavoro nasce da un mio personale interesse che vede uniti il percorso di studi intrapreso a livello linguistico e la passione che nutro verso una disciplina sportiva, Macumba Dance Fitness-Re Move, che ad oggi insegno in varie palestre, parallelamente all’insegnamento della lingua inglese. Nella tesi triennale ho analizzato l’aspetto culturale di Macumba Dance Fitness-Re Move, vedendo un anello di congiunzione nei Cultural Studies nati in Gran Bretagna, che hanno rappresentato una rivoluzione nello studio di culture, considerando non solo la cultura propriamente definita ‘accademica’, pertanto alta, letteraria, riservata ad una fetta elitaria della popolazione, bensì anche la poesia ed ogni espressione artistica, portando ad uno studio accademico ogni espressione di cultura popolare, allargando lo studio della letteratura a culture così dette di consumo come ad esempio la televisione e alle molteplici forme in cui la gente esprime la propria identità, tra le quali rientra lo sport. Questo lavoro, che ha come base quanto elaborato nella prima tesi di laurea, pone al centro della ricerca Macumba come disciplina sportiva legata alle culture locali, al folclore; in tale ambito, analizzerò il ruolo dell’istruttore sotto due aspetti: 1) come mediatore culturale e linguistico, ovvero una figura che media tra culture locali e lingue nazionali in cui si esprime e l’inglese che è la lingua sovranazionale del fitness; 2) come insegnante in relazione alla capacità dello sport di produrre un linguaggio, un senso di appartenenza, una comunità come dimostrato anche da vari studi di disciplina e lingua integrate nell’apprendimento, in questo caso educazione fisica, e inglese CLIL (Content and Language Integrated Learning).

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.

Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

citizenship
english language
teaching
cross cultural
clil
neuroscience
macumba fitness
key competences
perma
physical education

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi