Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

Le strategie di marca nel mercato della frutta fresca. Il caso Chiquita

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

8 Dall’indagine emerge che i responsabili acquisto ritengono la frutta un alimento facilmente consumabile, anche se, come è stato detto poco prima, un quarto degli italiani tende a sostituire spesso la frutta fresca con prodotti alternativi, primi tra tutti i trasformati di frutta. Analizzando i dati per classi di età, appare chiaro come siano i più giovani a trovare la frutta “scomoda” e a sostituirla più frequentemente con prodotti alternativi, a testimonianza del fatto che questa classe di utilizzatori è quella in cui risulta più difficile sviluppare i consumi del prodotto fresco, proprio perché alla ricerca di alimenti facili da cucinare o pronti per essere consumati. Gli italiani acquistano prevalentemente frutta senza marca – del distributore o del produttore – proveniente da agricoltura convenzionale (cioè che fa uso di concimi e antiparassitari di sintesi), venduta sfusa da pesare e di origine italiana. A livello regionale emerge la maggior propensione all’acquisto di frutta sfusa del sud Italia e la minor incidenza di tale acquisto nel nord-est. Per quanto riguarda i criteri di acquisto di frutta da parte degli italiani, l’indagine evidenzia che la freschezza dei prodotti è il fattore principale di scelta, ed è anche quello più citato come criterio primario in tutte le aree della penisola. Per valutare la freschezza, gli elementi principali sono l’aspetto esteriore, il profumo e il sapore. Il secondo criterio di scelta è, in media, il prezzo, anche se è necessario fare una distinzione: accanto ad aree di mercato in cui l’interesse è unicamente verso la mera convenienza, si segnala un riposizionamento verso il rapporto qualità/prezzo, tale che il prezzo, considerato come criterio indipendente, viene relegato al quinto posto d’importanza tra i criteri di scelta.

Anteprima della Tesi di Alberto Naldi

Anteprima della tesi: Le strategie di marca nel mercato della frutta fresca. Il caso Chiquita, Pagina 7

Tesi di Laurea

Facoltà: Economia

Autore: Alberto Naldi Contatta »

Composta da 68 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 1835 click dal 17/02/2006.

 

Consultata integralmente 5 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.