Skip to content

Progettazione e implementazione di un sistema di internal rating: il caso banca Alfa

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
25 abilitata) verranno di norma ponderate al 100% (come nell Accordo del 1988): Ł prevedibile che ci accadr per una percentuale elevata delle i mprese non finanziarie Europee (anche se molte di esse, come spiegato tra breve, avranno accesso ad un trattamento agevolato nell ambito del portafoglio retail). In secondo luogo, i prestiti scaduti (cioŁ quelli per cui sia intervenuto un ritardo superiore ai 90 giorni su un qualsiasi rimborso di interessi o capitale) verranno normalmente ponderati al 150% (come per le classi di rating peggiori), dato che un ritardato pagamento potrebbe essere indice di difficolt da parte del debitore 10. E poi necessario qualche commento anche ad alcune righe della Tavola. In primo luogo, le esposizioni verso banche potranno essere ponderate in due modi diversi11: potranno infatti essere classificate sulla base del rating della banca che riceve il prestito, oppure del rating del Paese in cui la banca stessa ha sede. In questo secondo caso, tutte le istituzioni creditizie con sede legale nel medesimo Stato riceveranno la medesima ponderazione (ad esempio, 20% se insediate in una nazione con rating pari ad almeno AA-). In secondo luogo, i crediti retail (che possiamo identificare, per semplicit , con le esposizioni non superiori al milione di euro emesse a individui e piccole imprese12) costruiranno una categoria a parte, diversa dai finanziamenti alle imprese; tali prestiti saranno quasi certamente privi di rating, ma in virtø del fatto che sono altamente frazionati (e dunque garantiscono una buona diversificazione del rischio) riceveranno un coefficiente di ponderazione ridotto al 75%. Inoltre, come nell accordo di Basilea 1, i crediti assistiti da ipoteca su un immobile di prima abitazione riceveranno un coefficiente ridotto (che scender dall attuale 50% al 35%), mentre nel caso di ipoteca su altre tipologie d immobile verr lasciata facolt alle Autorit dei singoli Paesi di ridurre la ponderazione fino al 50%, a patto che i relativi cespiti siano soggetti ad un limitato rischio di oscillazione di prezzo. 1.2.1.1 Valenza delle Garanzie nello Standardised Approach Con l eccezione delle ultime due righe, i coefficienti patrimoniali ricavabili dalla Tavola si riferiscono a esposizioni non garantite. In realt , l approccio standard contempla la possibilit di ridurre il requisito di capitale acquisendo opportune garanzie reali. Vengono proposti due approcci, in ordine crescente di complessit : il co siddetto metodo semplificato si applica ad un preciso elenco di garanzie reali di tipo finanziario (contante, oro, titoli di debito, alcuni tipi di azioni quotate e le quote di fondi comuni che investano esclusivamente nelle attivit ora 10 Ponderazioni inferiori al 150% saranno comunque possibili per i mutui ipotecari (v. Tavola 2) o per i prestiti gi coperti, in misura sufficiente, da svalutazioni analitiche. 11 Le Autorit nazionali sceglieranno uno dei due trat tamenti, e tale scelta sar applicata in modo omoge neo a tutti i soggetti regolati. 12 Piø precisamente, nel portafoglio retail potranno confluire le esposizioni verso persone fisiche o piccole imprese, non superiori al milione di euro, rappresentate da determinate tipologie di prodotto (crediti rotativi come carte di credito e scoperti di conto, prestiti personali e leasing, facilitazioni e aperture di credito a favore di piccole imprese, con l esplicita esclusione dei titoli) e sufficientemente frazionati (ad esempio, le Autorit di vigilanza potrebbero imporre che nes suna esposizione verso un unica controparte possa superare lo 0,2% del portafoglio retail complessivo).
Anteprima della tesi: Progettazione e implementazione di un sistema di internal rating: il caso banca Alfa, Pagina 13

Preview dalla tesi:

Progettazione e implementazione di un sistema di internal rating: il caso banca Alfa

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Nicola D'amicis
  Tipo: Laurea liv.II (specialistica)
  Anno: 2005-06
  Università: Università Commerciale Luigi Bocconi di Milano
  Facoltà: Economia
  Corso: Amministrazione Finanza e Controllo
  Relatore: Maurizio Dallocchio
Coautore: D'amicis Nicola
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 186

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

accordo basilea
airba
approccio ama
banca alfa
banche
basilea 2
bocconi
crisi finanziaria
firba
internal rating
laurea specialistica
mercato di borsa
moody's
normativa bancaria
rating
rating interno
rischi operativi
rischio di credito
s&p
sistema advanced
sistema foundation
standarzides
tesi
tesi specialistica

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi