Skip to content

Ucwalmicw T'micw, la nostra terra: dinamiche di gestione fondiaria dei territori indigeni in British Columbia

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Mostra/Nascondi contenuto.
dal mio esser-presente, mi interessa quello che hai da dire), insomma, ciò che ha reso possibile l'incontro. Allo stesso modo, l'incontro ha creato un sistema di categorizzazione reciproca, nelle reti di significato proprie di ciascun inter/vistato 19 , me compreso. La mia non consapevolezza degli argomenti richiesti ha permesso l'illustrazione degli stessi in profondità da parte degli informatori (sono qui per questo), coloro con cui incrociavo gli sguardi durante il processo di costruzione delle informazioni, nell'inter/vista (Portelli, 2010). "Non consapevolezza" e "illustrazione in profondità" non vanno intesi in senso assoluto, ma come indicatori di una gradazione di conoscenza in quanto condizione necessaria allo scambio informativo, dell'inserimento del conosciuto nel non-conosciuto, della costante revisione del conosciuto. Ciò non toglie la mia volontà di sapere. In questo, l'incontro nell'oralità è un'operazione di ascolto e relazione (Portelli, 2010), ascolto che è stato il filo conduttore dei colloqui. In questa relazione, il mio interlocutore "ci" presentava i suoi ricordi ed interpretazioni del passato, presentificati in una narrazione nuova ed originale, comprendente non solo l'evento del passato, ma anche il ricordo dell'evento, dunque il processo del ricordare, correlato a tutta una serie di altri taciti ricordi e conoscenze, al cui affioramento potevo contribuire io stesso. Ciò è vero anche nel mio caso, ovvero i miei feedbacks erano un misto di ringraziamento per l'offerta di conoscenza che mi si stava rendendo 20 , unitamente ad un'integrazione delle informazioni ricevute con le reazioni che esse provocavano in me, condizionato dalle mie esperienze e conoscenze pregresse selettivamente affioranti alla coscienza, in base a ciò che ero in quel momento. Questo ibrido poi, unito alla comunicazione non verbale, veniva ripassato al partner, che faceva lo stesso, e così via. Queste relazioni, che hanno portato a condivisioni, che hanno portato alla costruzione di informazioni, non hanno presentato quindi dati oggettivi, individuabili sezionando una realtà immutabile. Credo che qualcosa come la conoscenza oggettiva non possa esistere 21 (non reclamando, ovviamente, questa verità come oggettiva). In questo accolgo l'osservazione di Franzina, secondo cui, gran parte delle documentazioni scritte altro non sono se non trascrizioni e formalizzazioni di altrettanti momenti verbali, a cui solo un malinteso concetto 19 Nell'inter/vista come luogo nudo della condivisione del proprio essere inter/visto dall'altro mi pongo anche io stesso. Con "reti di significato" intendo la serie di esperienze pregresse e reti di relazioni significanti, intessute dai soggetti, me compreso, selettivamente interpretanti il momento dell'incontro. 20 Oltre ai ripetuti ringraziamenti dati in forma verbale in sede di colloquio, per le interviste imparai, grazie ad Elmer Dan, essere buona norma portare qualcosa in dono. Generalmente offrivo tabacco, a volte Elmer mi ha consegnato dello ts'wan (salmone disidratato) da portare come offerta, affermando che, spesso, ove disponibile, si dovrebbe offrire carne di cervo in cambio di "saggezza", specialmente alle persone anziane, perché, disse, esse "ne hanno più bisogno dei giovani". Le affermazioni appena presentate sono liberamente tratte dalle note di campo, Novembre 2011. 21 Haraway, 1988. 25
Anteprima della tesi: Ucwalmicw T'micw, la nostra terra: dinamiche di gestione fondiaria dei territori indigeni in British Columbia, Pagina 15

Preview dalla tesi:

Ucwalmicw T'micw, la nostra terra: dinamiche di gestione fondiaria dei territori indigeni in British Columbia

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Enrico Montaletti
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2011-12
  Università: Università degli Studi di Modena e Reggio Emilia
  Facoltà: Lettere e Filosofia
  Corso: Antropologia
  Relatore: Stefano Boni
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 275

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Scopri come funziona

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

resistenza
antropologia economica
canada
decolonizzazione
colonizzazione
assimilazione
postcolonialismo
antropología política
nativi
first nations
intrecci culturali
british columbia
indians
stl'atl'imx

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi