Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'università valutata: concetti e metodi di valutazione tra adempimenti e risultati

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

IL SISTEMA UNIVERSITÀ - 25 all’affievolimento delle linee di autorità che si verifica a livello micro allorché si passa dall’amministrazione […] all’insegnamento […] 22 ”. Tuttavia, poiché si può ancora parlare di questo sistema come di un caso anomalo di burocrazia, risulta inevitabile allontanarsi da questa prospettiva e soprattutto dalla concezione della razionalità classica, adottando la visione del- la razionalità limitata proposta da Simon 23 , per avere una maggiore somiglianza tra modello del loose coupling e realtà. Questa nuova ottica ha fatto elaborare due concettualizzazioni: quella dell’anarchia organizzata e quella del cestino dei rifiuti (garbage can). Le orga- nizzazioni descritte da questi due modelli (pressoché uguali) “si distinguono per la problematicità delle preferenze manifestate, per l’oscurità delle tecnologie impiegate e per la fluidità della partecipazione” 24 . L’anarchia organizzata e il garbage can Innanzitutto si ha la problematicità delle preferenze; l’organizzazione non opera su singole finalità, ma al contrario ogni attore che partecipa al fun- zionamento dell’organizzazione è portatore di proprie preferenze; queste non sono, tra l’altro, il frutto di un ragionamento aprioristico, ma il più delle volte esse si creano ed evolvono durante lo sviluppo del processo. Maggiore è la dif- ferenziazione delle funzioni all’interno dell’organizzazione, maggiori sono le aspettative esprimibili dagli attori, spesso anche incompatibili e mal definite, proprio per la loro genesi processuale. Problematicità delle preferenze manifestate In secondo luogo, il processo di trasformazione di input in output non è chiaro ai soggetti, poco consapevoli di come esso avvenga; l’organizzazione stessa, in un ambiente di incerta tecnologia, “si muove a tentoni, con il solo aiuto di prassi dettate dall’apprendimento di eventi della propria esperienza passata e grazie ad un intuito pragmatico esercitato ogni qualvolta la necessità lo impone” 25 . Tecnologia incerta Infine, come già evidenziato in precedenza, i soggetti interessati all’Università sono molti e con molte esigenze, così che, i confini tra interno ed esterno non risultano avere una chiara definizione, ma sfumano nell’incertezza e nella mutevolezza. Gli stakeholder, in una fluida partecipazione, cambiano di Fluidità della partecipa- zione 22 Benadusi L., 1997, pag. 493. 23 “L’assunzione di un processo decisionale basato sul paradigma della razionalità limitata richiama la necessità di assu- mere che non esiste la possibilità di definire anticipatamente la decisione sicuramente migliore, ma ogni decisione va ve- rificata, va monitorizzata per definire la capacità di produrre il risultato atteso. [...] Una teoria che abbandona l’utopistica tensione alla razionalità assoluta, per ricondurre il processo decisionale all’interno di una teoria dell’attore che spiega il comportamento decisionale anche alla luce delle dinamiche psicologiche e sociologiche che governano l’interazione fra gli attori all’interno del campo decisionale”, Schizzerotto A., premessa al volume curato da Bertin G. (a cura di), Valutazione e sapere sociologico: metodi e tecniche di gestione dei processi decisionali, FrancoAngeli, 1995, Milano. 24 Cohen M. D., March J. G. e Olsen J. P., Un modello di scelta organizzativa a ‘cestino dei rifiuti’, in March J. G., Decisioni e organizzazioni, Il Mulino, Bologna, 1993, pag. 287. 25 March J. G., 1993, pag. 288.

Anteprima della Tesi di Luca Cuzzocrea

Anteprima della tesi: L'università valutata: concetti e metodi di valutazione tra adempimenti e risultati, Pagina 14

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Luca Cuzzocrea Contatta »

Composta da 185 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2709 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.