Questo sito utilizza cookie di terze parti per inviarti pubblicità in linea con le tue preferenze. Se vuoi saperne di più clicca QUI 
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie. OK

L'università valutata: concetti e metodi di valutazione tra adempimenti e risultati

L'anteprima di questa tesi è scaricabile in PDF gratuitamente.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline.
L'iscrizione non comporta alcun costo. Mostra/Nascondi contenuto.

20 - CAPITOLO PRIMO I due sottosistemi, con le loro variabili, non sono indipendenti tra loro, interagiscono di continuo. Fatte salve le disposizioni costituzionali e quelle sta- tutarie d’Ateneo 5 , l’aspetto relazionale dell’Università è fondamentale per la de- terminazione degli scopi secondari e per l’implementazione delle pratiche di gestione ed amministrazione. Il processo organizzativo frutto di relazioni tra interno ed esterno I soggetti interagenti con l’Università sono sostanzialmente due: il mon- do che sta al suo interno e quello al suo esterno. Del primo fa parte il personale impiegato, del secondo, invece, tutti quei soggetti che a vario titolo hanno un qualche interesse all’esistenza e al buon funzionamento dell’Università (Stato, enti locali, imprese pubbliche e private, studenti e famiglie). Ambiente interno ed esterno definiscono tutto il processo organizzativo e gestionale, schematiz- zabile nella figura 4. Da questo rapporto tra le parti si producono obiettivi ed esigenze di du- plice natura: quella derivante dagli impegni legislativi nazionali e autonomi e quella scaturente dalle relazioni con le diverse parti interessate (stakeholder). A loro volta obiettivi ed esigenze sono ridefinibili al termine del processo, nel momento in cui vengono valutati i risultati del percorso fatto. L’amministrazione, la didattica e la ricerca sono modificate in base all’andamento di questo processo, per adeguarsi ai cambiamenti della realtà e- xtrauniversitaria. La didattica si adatta parzialmente agli standard richiesti dal mondo del lavoro, la ricerca, può anche essere commissionata da agenti esterni (pubblici o privati). Ciò comporta l’esistenza di un sistema di pianificazione (strategia) e amministrazione funzionale, di un processo che determini lo svi- luppo di un’efficiente catena obiettivi risultati. Il processo 6 , “generalmente, collegato con altri processi, così che è sempre scomponibile in altri sottoprocessi” 7 , che si produce all’interno di questa catena trasforma gli input in output secondo gli scopi prefissati, basandosi su pratiche organizzative e accesso alle risorse referenti alle pratiche organizzative e alla 5 L’art. 33, comma 1 e 6, della Costituzione italiana recita: “L’arte e la scienza sono libere e libero ne è l’insegnamento. [...] Le istituzioni di alta cultura, Università e accademie, hanno il diritto di darsi ordinamenti autono- mi nei limiti stabiliti dalle leggi dello Stato”. L’art. 1, comma 1, dello Statuto dell’Università di Milano: “finalità primaria [dell’Università] è la promozione della cultura, della ricerca, delle professionalità di grado superiore, dell’educazione e della formazione della persona con il contributo, nelle rispettive responsabilità, di tutte le sue componenti [...]”. L’art. 2, comma 1, dello stesso: “L’Università afferma il ruolo essenziale della ricerca scientifica e tecnologica per l’avanzamento delle conoscenze e per il conseguimento di obiettivi di rilevante interesse scientifico, culturale, economico e sociale”. L’art. 3, comma 2, dello stesso: “L’Università provvede a i tutti livelli di formazione universitaria intesi alla prepara- zione ed alla specializzazione delle figure professionali e scientifiche previste dagli ordinamenti didattici vigenti”. 6 “Il processo è un cambiamento di stato: un oggetto fisico o un oggetto immateriale [...] cambia di sta- to/posizione/valore/utilizzabilità a seguito dell’esercizio di una serie di attività e con l’uso di specifiche tecnologie”, da Butera F. e E. Donati, Le microstrutture, in Costa G. e R.C.D. Nacamulli, Trattato di organizzazione, Utet, Torino. 7 Gola M. et al., La metodologia di valutazione della qualità dei processi e dei prodotti delle attività universitarie, Bozza di lavoro CampusOne, 2001, pag. 15.

Anteprima della Tesi di Luca Cuzzocrea

Anteprima della tesi: L'università valutata: concetti e metodi di valutazione tra adempimenti e risultati, Pagina 9

Tesi di Laurea

Facoltà: Sociologia

Autore: Luca Cuzzocrea Contatta »

Composta da 185 pagine.

 

Questa tesi ha raggiunto 2709 click dal 20/03/2004.

 

Consultata integralmente 6 volte.

Disponibile in PDF, la consultazione è esclusivamente in formato digitale.