Skip to content

Competitor e tensioni strategiche del mercato degli smartphone

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Competitor e tensioni strategiche del mercato degli smartphone, Pagina 3
15 
 
Passiamo, adesso, alla disamina dei singoli casi. 
Apple Inc. è l’azienda con la più alta capitalizzazione al mondo, con un valore che si 
aggira intorno ai 900 miliardi
43
 di dollari, superando addirittura i 1000 miliardi nell’agosto 
2018, con una quotazione azionaria di oltre 200$ a titolo. Per intenderci, il valore della 
“Mela Morsicata” è pari a più della metà del Prodotto Interno Lordo italiano o alla somma 
delle capitalizzazioni di alcune delle più grandi multinazionali a livello globale: BMW, 
Ford, Volkswagen ed Honda (prendendo in considerazione il settore automobilistico), op-
pure Wells Fargo, JPMorgan Chase, Citigroup, e Bank of America, le 4 sorelle della finanza 
statunitense.
44
 Dati straordinari, per chi nel 1996 rischiava il ricorso al “Chapter 11”, che 
riguarda il fallimento societario negli USA e salvata dal richiamo del co-fondatore, un certo 
Steve Jobs, uno dei più grandi imprenditori di sempre. Il tutto reso possibile da alcune in-
novazioni che hanno reso Apple quello che oggi rappresenta: uno status quo, un punto di 
riferimento, capace di dettare legge nell’hi-tech e di introdurre nuove mode, nuove neces-
sità.  
Apple è sinonimo di innovazione. Come in ogni modello di business vincente, gli elementi 
da considerare sono tanti. In questo a caso abbiamo a che fare con: 
• novità; 
• design; 
• marchio/status; 
• esperienza d’uso. 
In termini di “novità”, l’azienda di Cupertino risulta davvero un colosso imbattibile. I 
device Apple hanno contribuito a cambiare le abitudini di mercato e hanno reso i competitor 
“followers”, inseguitori di tendenze. È stato così per iPod, figuriamoci per iPhone. 
Dal punto di vista del design, si può dire che in passato la tecnologia non era molto spesso 
associata alla bellezza, alla raffinatezza, alla ricerca del dettaglio accattivante. Con l’arrivo 
dei prodotti Apple, invece, tutto ciò è diventato un must, con la capacità di suscitare grande 
fascino sul pubblico (dove gli altri spesso non riescono) e di lanciare mode che vengono 
sistematicamente implementate dalla concorrenza, anche se non sempre condivise da tutti.
45
 
Ossessione al design introdotta da Steve Jobs, portando alla creazione di un vero e proprio 
“team” di professionisti del settore e che ha reso tanto iconici i prodotti Apple. 
Col tempo, quindi, Apple è diventato sinonimo di qualità. L’azienda di Cupertino non ha 
solo innovato il mondo della tecnologia, ma ha dato il via ad un vero e proprio stile di vita 
a marchio Apple. I clienti sono dei veri e propri fans del brand, più che semplici consuma-
tori. Soprattutto uno degli aspetti rilevanti è che molto spesso i nomi dei suoi prodotti ven-
gono utilizzati per identificare la più ampia categoria. Per intenderci: non si acquista un 
lettore mp3, bensì un iPod, così come non si acquista un tablet, ma un iPad – fra l’altro 
rimasto quasi l’unico nel suo genere. Apple è stata in grado di creare una tendenza e non si 
accontenta di essere semplicemente best of class, ma di creare un vero e proprio monopolio, 
grazie anche ai servizi offerti, come ad esempio iTunes, che permette di scaricare contenuti 
multimediali sul proprio dispositivo e “copiato” da Google.  
Forza del marchio non frutto del caso, ma che si concentra su un altro dei punti forti di 
Apple, e cioè l’esperienza d’uso. Semplicità (all’apparenza), coerenza e pulizia grafica e 
 
43
 stima al 22 marzo 2019, fonte <<Il Corriere.it>> 
44
 fonte: <<Cosa può fare Apple con 1000 miliardi di capitalizzazione>>, Panorama.it 
45
 è il caso del “notch”, la tacca nello schermo necessaria per contenere le dimensioni dei dispositivi,  
    introdotto per la prima volta nel 2018 con il lancio di iPhone X.

Preview dalla tesi:

Competitor e tensioni strategiche del mercato degli smartphone

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Giuseppe Zingariello
  Tipo: Laurea liv.I
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Salerno
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Cinzia Genovino
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 33

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario, bollettino postale.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi