Skip to content

I reportages di Anna Politkovskaja sul secondo conflitto ceceno

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: I reportages di Anna Politkovskaja sul secondo conflitto ceceno, Pagina 5
4 
soppressione della autonomie locali. Fu solo nel 1957, con Chruščëv, che la ASSR venne 
ricomposta e ampliata, inglobando due distretti della regione di Stavropol, scelta che fomentò 
le tensioni tra russi e ceceni
7
. 
 
1.1 La nascita della Repubblica di Ičhkeria e la prima guerra cecena (1994-96) 
 La compresenza di diverse etnie, il proliferare di focolai di guerriglia anti-russi a 
sfondo religioso e nazionalista, le repressioni zariste, le deportazioni staliniane e la difficile 
convivenza tra la gente dei due popoli, erano fattori che stavano alla base delle velleità 
indipendentiste cecene. Inoltre, una ricerca effettuata dal centro-studio moscovita Geocentr
8
, 
nei primi anni ’90, sulle probabilità che sorgessero tendenze secessioniste nelle varie regioni 
russe, evidenziò come il più alto rischio figurasse nel Caucaso del Nord, e in particolare, nella 
Cecenia- Ingušetija, la quale presentava valori elevati e quindi a rischio in ognuno nei 
parametri considerati (economici, geopolitici ed etno-demografici)
9
. 
 Una spiccata tendenza nazionalista cominciò a riemergere già ai tempi della 
Perestrojka (“ristrutturazione”) promossa da Michail Gorbačëv, segretario generale del PCUS 
del 1985, con la quale si intrapresero una serie di riforme economiche, politiche e sociali che 
andarono a smantellare alcuni principi cardine dell’ideologia sovietica, tra cui la teoria 
staliniana del popolo russo come “fratello maggiore” che imponeva agli altri popoli di amare 
ed elogiare i russi in nome di un fantomatico “patriottismo sovietico”
10
. L’apertura 
all’introduzione di elementi dell’economia di mercato, l’esaltazione di valori nuovi quali la 
democrazia, lo stato di diritto e i diritti dell’uomo come “valori comuni a tutta l’umanità”, le 
riforme politiche atte a rompere con il tradizionale sistema centralizzato in cui stato e partito 
finivano per fondersi l’uno con l’altro, “privarono la Russia di una base ideale che 
legittimasse la sua politica”
11
, portando conseguentemente a uno sgretolamento dell’URSS in 
breve tempo. 
 Già tra il 1988 e il 1989 le tre repubbliche baltiche di Lettonia, Estonia e Lituania 
proclamarono la propria indipendenza, seguite, l’anno successivo, dall’Armenia e dal 
Tadžikistan. Gorbačëv tentò, quindi, di evitare ulteriori distaccamenti promuovendo nel 
                                                 
7
 F. Benvenuti, La Russia dopo l’URSS (dal 1985 ad oggi), Carocci, 2007, p. 61-62. 
8
 G. Bensi, La Cecenia e la polveriera del Caucaso, op. cit., p. 119-120. 
9
 In base allo studio, sembrava assumere  particolare importanza la posizione geografica, ovvero l’avere confini 
verso l’esterno con la Russia o meno, nel determinare sia la scelta tra un intervento armato o un atteggiamento 
tollerante e di compromesso da parte russa sia nella decisione dei capi locali di esprimere prudentemente o meno 
le loro volontà autonomistiche, ibidem. 
10
 Ivi, p. 116-117. 
11
 Ivi, p. 117.

Preview dalla tesi:

I reportages di Anna Politkovskaja sul secondo conflitto ceceno

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Alice Giusti
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2010-11
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Scienze Politiche
  Corso: Scienze politiche e delle relazioni internazionali
  Relatore: Elena Dundovich
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 51

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

giornalismo
russia
cecenia
anna politkovskaja

Tesi correlate


Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi