Skip to content

Isis e terrorismo jihadista in Europa, analogie con il modello operativo del crimine organizzato di matrice camorrista: un parallelismo interpretativo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Isis e terrorismo jihadista in Europa, analogie con il modello operativo del crimine organizzato di matrice camorrista: un parallelismo interpretativo, Pagina 4
7 
 
 
CRIMINALITA’ E TERRORISMO: LEGAMI E SINERGIE – Parte I 
A cura di Peter R. Neumann, Professore di Studi sulla Sicurezza presso il King’s College di 
Londra, Direttore del Centro Internazionale di Studi sulla Radicalizzazione (ICSR) 
 
1.Situazione attuale 
1.1 La fusione delle realtà criminali e terroristiche in Europa, oggetto di questo studio, non 
è un fenomeno molto recente. Nel corso degli anni ’90, la stampa francese descriveva i 
membri del Gruppo Islamico Armato (GIA) come “gansters terroristi”, poiché 
numerosi di essi provenivano da bande locali. Allo stesso modo, molti autori degli 
attentati compiuti nella rete metropolitana di Madrid, nel 2004, erano delinquenti di 
lunga esperienza che avevano finanziato l’operazione tramite lo spaccio di 
stupefacenti. Parallelamente, i dati disponibili attestano chiaramente che, a seguito 
dell’ascesa dello Stato Islamico, i criminali detengono un ruolo più importante, più 
visibile e sistematico nelle azioni terroristiche.  
1.2 La Polizia federale tedesca ha accertato che, dei 669 foreign fighters di nazionalità 
tedesca giunti in Siria, in merito ai quali si erano raccolte informazioni sufficienti, due 
terzi risultavano schedati già prima di recarsi in Siria e un terzo di loro aveva già subito 
una condanna. Secondo la Procura Federale Belga, la metà dei Jihadisti del Paese 
aveva dei precedenti penali prima di partire per la Siria. Un rapporto dell’Onu traccia 
un profilo simile dei combattenti francesi.  Pubblici Ufficiali Norvegesi e Olandesi 
hanno confermato che almeno il 60% dei jihadisti dei loro Paesi aveva un passato 
criminale. Da qui il termine “Supergang”, usato dal Commissario della Polizia federale 
di Bruxelles, Alain Grignard, per definire l’IS o Daesh. 
1.3 Per comprendere meglio tale dinamica, un’équipe multilingue di ricercatori del Kings 
College di Londra ha creato un database contenente i profili e i percorsi di 79 jihadisti 
europei con precedenti giudiziari. Tutti uomini, la maggior parte giovani ( il più grande 
d’età aveva 38 anni al momento della partenza, il più giovane circa 16). L’età media ( e 
mediana) era di 25 anni. La forte presenza di convertiti (19-22%) concorda con le stime 
sul numero di convertiti fra i combattenti stranieri provenienti dall’Unione Europea. 
Inoltre, di questi settantanove individui, due terzi (67%) erano partiti o avevano tentato 
di raggiungere la Siria per combattere. Molti di essi rientravano nel 38% dei soggetti 
coinvolti in complotti terroristici orditi nel proprio Paese.

Preview dalla tesi:

Isis e terrorismo jihadista in Europa, analogie con il modello operativo del crimine organizzato di matrice camorrista: un parallelismo interpretativo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luna Vulpetti
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master di Primo livello in Criminologia Investigativa e Scienze Forensi
Anno: 2017
Docente/Relatore: Fabio Iadeluca
Istituito da: Link Campus University - L'Università internazionale a Roma
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 110

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

criminalità organizzata
camorra
terrorismo islamico
stato islamico
terrorismo jihadista
jihadisti
isis
daesh
camorristi
reti criminali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi