Skip to content

Isis e terrorismo jihadista in Europa, analogie con il modello operativo del crimine organizzato di matrice camorrista: un parallelismo interpretativo

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Isis e terrorismo jihadista in Europa, analogie con il modello operativo del crimine organizzato di matrice camorrista: un parallelismo interpretativo, Pagina 8
11 
 
radicalizzato dall’Autorità Penitenziaria, eppure riuscì a recarsi in Siria tre settimane 
dopo la scarcerazione. Altrettanto significativo è il caso di Omar El Hussein, che nel 
Febbraio 2015 assassinò due persone a colpi di arma da fuoco, in un centro culturale e 
in una Sinagoga di Copenaghen. Nel periodo in cui si trovava a scontare una pena di 
due anni di reclusione, El Hussein aveva manifestato apertamente e a più riprese il 
desiderio di andare a combattere in Siria, venendo pertanto segnalato dalle Autorità 
come “potenzialmente radicalizzabile”.  Il suo caso fu segnalato tre volte, ma nessuna 
di queste allerte portò mai all’apertura di un’indagine. 
 
4. Operazioni 
4.1 Già nel 2013, l’Intelligence danese aveva ravvisato il pericolo che un’adesione 
massiccia di criminali ai gruppi jihadisti potesse portare alla proliferazione di armi da 
fuoco tra i potenziali terroristi. Due anni dopo, l’allarme si rivelò fondato. Nel lasso di 
tempo fra le due sparatorie commesse, Omar El Hussein si recò a Mjolnerparken, il suo 
quartiere, dove custodiva un fucile M95 di cui era entrato in possesso durante un furto 
di abitazione e che aveva utilizzato nel primo attentato. Subito dopo, incontrò alcuni ex 
membri della sua banda in un Internet Café e gli stessi gli avrebbero verosimilmente 
fornito le munizioni per compiere la seconda sparatoria. Lo stesso avvenne con Amedy 
Coulibaly. Stando alle ricostruzioni dei media in seguito agli attentati del Gennaio 
2015, il trafficante d’armi che gli aveva venduto l’arsenale si sarebbe costituito 
spontaneamente alla Polizia, confessando di aver fornito a Coulibaly delle pistole 
mitragliatrici Skorpion, un lanciagranate e due Ak47 che i fratelli Kouachi hanno 
utilizzato per compiere l’attentato a Charlie Hebdo. Effettivamente, il numero di Luglio 
2015 di Dar Al Islam, la rivista dello Stato Islamico in lingua francese, riportava le 
istruzioni per procurarsi delle armi e raccomandava agli adepti di dissimulare tutti i 
segni esteriori riconducibili alla loro religiosità per  assumere lo stile da “ragazzo di 
quartiere” alla ricerca di un’arma per commettere una rapina. Fra gli altri “scambi di 
competenze” di particolare importanza per le organizzazioni terroristiche, figurano 
soprattutto l’uso di documenti falsi e l’accesso a covi segreti,  che permettono ai 
terroristi di sfuggire alle Autorità e incrementano le possibilità che un complotto si 
traduca in un attacco portato a termine. Semplificando, l’accesso a delle competenze 
criminali aiuta i terroristi a mantenere un basso profilo. Ciò che conta non sono tanto le 
specifiche competenze che i criminali esperti possono (o meno) possedere, quanto 
piuttosto l’uso di canali  che possono favorire i loro movimenti. Harry Sarfo, ad 
esempio, ex foreign fighter di Brema, città situata nella Germania del Nord, sostiene

Preview dalla tesi:

Isis e terrorismo jihadista in Europa, analogie con il modello operativo del crimine organizzato di matrice camorrista: un parallelismo interpretativo

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Luna Vulpetti
  Tipo: Tesi di Master
Master in Master di Primo livello in Criminologia Investigativa e Scienze Forensi
Anno: 2017
Docente/Relatore: Fabio Iadeluca
Istituito da: Link Campus University - L'Università internazionale a Roma
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 110

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

criminalità organizzata
camorra
terrorismo islamico
stato islamico
terrorismo jihadista
jihadisti
isis
daesh
camorristi
reti criminali

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi