Skip to content

L'impatto della cybersecurity negli equilibri geopolitici: dalla cyberwarfare alla cyberdiplomacy

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: L'impatto della cybersecurity negli equilibri geopolitici: dalla cyberwarfare alla cyberdiplomacy, Pagina 4
18 
dell’avversario nel comprendere lo stesso ambiente.”
5
 Nell’ambito della politica internazionale, 
gli effetti del potere cibernetico si tramutano così in obiettivi politici da parte degli stati, i quali 
riescono a manipolare l’ambiente strategico per perseguire i propri fini. 
La conflittualità interstatale si sposta per la prima volta nella quinta dimensione nell’aprile del 
2007, con il primo attacco cibernetico da parte russa contro l’Estonia tramite un Distributed 
Denial of Service (DDoS), che ha causato il collasso del sistema bancario, di servizi governativi, 
di numerose società e dei media. Nonostante la Russia abbia sempre smentito di essere 
responsabile di tale aggressione, il fatto che gli attacchi si siano verificati in un periodo di violente 
proteste nel paese baltico e di una campagna politica del Cremlino a svantaggio degli interessi 
estoni, non può che confermare l’ipotesi avanzata dalla NATO. Il cyber-attack fu successivo 
proprio alla rimozione, da parte del governo estone, di una statua commemoratrice del ruolo 
dell’esercito sovietico durante la Seconda Guerra Mondiale; l’attribuzione della responsabilità di 
un attacco cibernetico comincia subito a mostrare qui il vero dilemma all’interno del cyberspace: 
l’utilizzo di falsi indirizzi di protocollo Internet (IP) non può permettere di accusare legalmente 
nessun attore statale sospetto, anche se l’analisi dell’intelligence lo conferma. 
Era evidente che il cyberpower rappresentava per la Russia uno strumento complementare alla 
propria politica di influenza nei paesi baltici, obiettivo di lungo termine che prevedeva l’impiego 
di un’arma dalla capacità coercitiva comunque limitata, che aveva provocato danni, paralizzato il 
sistema economico di un paese, ma non aveva ottenuto effetti coercitivi immediati.
6
 L’Estonia 
riuscì a ripristinare in modo rapido ed efficace i suoi sistemi informatici grazie al proprio 
Computer Emergency Response Team (CERT) e all’aiuto degli alleati NATO, anche se decise di 
non richiamare l’Articolo 5 dell’Alleanza, per cui l’incidente è rimasto nell’aria grigia tra 
cybercrime e cyberwar.
7
  
Ma l’esempio più rilevante di cyberwar è avvenuto nel 2010 con il super virus Stuxnet, un 
malware micidiale probabilmente introdotto tramite una USB infetta, che colpì le centrifughe 
dedicate all’arricchimento dell’uranio nella centrale di Natanz in Iran, facendole andare fuori 
controllo: da 1.064 giri/minuto passarono ad una velocità di rotazione di 1.410 giri/minuto. Con 
Stuxnet si identifica il primo “uso cibernetico della forza” ad aver causato danni nel mondo fisico 
e ad aver scatenato l’inarrestabile corsa agli armamenti cibernetici. Nel 2013 Edward Snowden 
 
5
 John Sheldon, “Deciphering Cyberpower. Strategic Purpose in Peace and War.”, Strategic Studies Quarterly, Summer 2011, 
p.95 
6
 Ibidem, p.99 
7
 Shaun Riordan, “Cyberdiplomacy. Managing Security and Governance Online”, Polity Press, Medford, MA, USA, 2019, p.58
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

L'impatto della cybersecurity negli equilibri geopolitici: dalla cyberwarfare alla cyberdiplomacy

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Dalila Gubitosa
  Tipo: Tesi di Master
Master in Geopolitica della sicurezza
Anno: 2021
Docente/Relatore: Chiappetta Andrea
Istituito da: Università degli Studi Niccolò Cusano - Telematica Roma
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 54

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

sicurezza
resilienza
cybersecurity
information warfare
cibernetico
cyberwarfare
cyberdiplomacy
minaccia jihadista
geopolitica ibrida
cyberjihad

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi