Skip to content

Lo Sguardo del Viandante. Traduzione e commento di Fatal Revenge di Charles Robert Maturin

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Lo Sguardo del Viandante. Traduzione e commento di Fatal Revenge di Charles Robert Maturin, Pagina 4
tramontando. Walter Scott si interessò all’opera
1
; neanche lui fu entusiasta di Fatal Revenge, né
incontrò mai dal vivo il pastore irlandese, ma, scorgendo in lui la scintilla del talento, spronò
Maturin a continuare a scrivere e a migliorarsi, arrivando persino a parlare di lui a Lord Byron. La
prima opera teatrale di Maturin, Bertram, composta nel 1816, fu rappresentata proprio grazie
all’appoggio di Scott e Byron; il personaggio di Bertram fu interpretato da Edmund Kean.
L’attenzione e l’incitamento di Scott, come indica Jonathan Cutmore
2
, furono indispensabili per
Maturin che, ispirato da una figura così grande, perseverò in ambito letterario, scrivendo The Wild
Irish Boy nel 1808, The Milesian Chief nel 1812, Women, or Pour et Contre nel 1818, Melmoth the
Wanderer nel 1820, The Albigenses nel 1824, e Leixlip Castle, pubblicato postumo nel 1825. Come
già accennato, Maturin si rivelò prolifico anche sul versante teatrale: oltre al sopracitato Bertram,
scrisse Manuel nel 1817, Fredolfo nel 1819 e Osmyn the Renegade nel 1922; produsse anche il
poema The Universe nel 1821.
Melmoth the Wanderer, pubblicato anonimo, fu la sua opera principale, riconosciuta da tutti come la
“maturità di Maturin”. Si tratta del racconto gotico di un uomo, il Viandante, che attraversa il tempo
e lo spazio alla ricerca di un capro espiatorio attraverso il quale rompere il suo faustiano patto col
demonio: la sua anima in cambio dell’immortalità. L’eco di quest’opera fu tale che Honoré de
Balzac, nel 1835, scriverà un sequel, Melmoth réconcilié. La fortuna di Melmoth the Wanderer non
si è mai estinta: nel 2018, Sarah Perry ha scritto Melmoth
3
, la storia di una donna che nega di aver
visto Gesù dopo la resurrezione. Il tema del “pellegrino demoniaco” è caro a Maturin e si ritrova
anche in Fatal Revenge. Quest’opera si rifà alla ricca tradizione gotica del diciottesimo secolo,
insieme a quella del romanticismo inglese contemporaneo.
Maturin fu spesso definito eccentrico, ma fu anche un uomo profondamente acuto e attento al
contesto socio-politico e religioso del suo tempo. Le sue opere presentano sempre un velo di
protesta (che diventa una vera e propria condanna in Fatal Revenge), ma anche un sentore di
inevitabilità e ineluttabilità, che conferiscono ai suoi romanzi un’atmosfera ancora più malinconica
e misteriosa.
1.1. Fatal Revenge– la trama
Fatal Revenge, il primo romanzo di Charles Robert Maturin, si presenta come una storia raccontata
1 Walter Scott, Quarterly Review, Maturin’s Fatal Revenge, London, John Murray, 1810, 3:6
2 Jonathan Cutmore, Conservatism and the Quarterly Review: A Critical Analysis, Abingdon, Pickering & Chatto 
(Routledge), 2007.
3 Sarah Perry, Melmoth, New York, Harper Collins, 2018.
6

Preview dalla tesi:

Lo Sguardo del Viandante. Traduzione e commento di Fatal Revenge di Charles Robert Maturin

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Matteo Sanesi
  Tipo: Tesi di Laurea Magistrale
  Anno: 2018-19
  Università: Università degli Studi di Pisa
  Facoltà: Interpretariato e Traduzione
  Corso: Traduzione e Interpretazione
  Relatore: Roberta Ferrari
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 216

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

traduzione
maturin
melmoth
commento
roberta ferrari
matteo sanesi
viandante
fatal revenge
schemoli
montorio

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi