Skip to content

Valutazione comparativa delle proprietà fertilizzanti di digestati

Gratis La preview di questa tesi è scaricabile gratuitamente in formato PDF.
Per scaricare il file PDF è necessario essere iscritto a Tesionline. L'iscrizione non comporta alcun costo: effettua il Login o Registrati.

Anteprima della tesi: Valutazione comparativa delle proprietà fertilizzanti di digestati, Pagina 4
 3 
terreno con scadimento piø o meno grave di alcune caratteristiche chimico-fisiche sulle quali si 
basa la fertilit  del terreno. In particolare sono state messe in evidenza le conseguenze della 
monocoltura con particolare riferimento agli effetti del progressivo depauperamento della 
sostanza organica ed alla oggettiva difficolt  di r ipristinarla. I successi produttivi del mais, e 
l apparente mantenimento della fertilit  dei terren i coltivati in monocoltura, sono in gran parte 
legati alla eccezionale capacit  dei nuovi ibridi d i mais di mantenere produzioni costanti anche in 
condizioni di relativa scarsa fertilit , compensata , tra l altro, da laute concimazioni azotate. A 
tale proposito andrebbero rivalutate le regole della agronomia classica per il mantenimento della 
fertilit : pratiche conservative (minima lavorazion e); abbassamento del rapporto C/N; maggior 
utilizzo ci colture che apportino sostanza organica; maggior ricorso al sovescio; maggior ricorso 
a materiali organici anche di origine extra aziendale (ammendanti), il tutto finalizzato al 
mantenimento della sostanza organica. 
Per ammendante si intende qualsiasi sostanza, naturale o sintetica, minerale od organica, capace 
di modificare e migliorare le propriet  e le caratt eristiche chimiche, fisiche, biologiche e 
meccaniche di un terreno. Il loro contenuto in elementi nutritivi Ł relativamente ridotto e, di 
conseguenza, possono essere impiegati in dosi massicce, tali da incidere significativamente sulla 
dotazione organica del suolo. 
L impiego di ammendanti in agricoltura Ł finalizzato essenzialmente a veicolare della sostanza 
organica nell agroecosistema, per mantenere o incrementare le caratteristiche favorevoli dei 
terreni. 
In tale ottica l impiego di ammendanti non convenzionali come compost, fanghi e, piø di recente, 
digestati, vengono proposti come un classici esempi di apporto di sostanza organica al terreno, 
prendendo atto della scarsa disponibilit  di matric i organiche (letame e quant altro) in alcuni 
areali, e del fabbisogno di sostanza organica elevato in situazioni pedoclimatiche in cui la 
mineralizzazione della sostanza organica Ł forte. 
Una recente indagine (State of the World, 2004) che ha messo a confronto l’agricoltura biologica 
e l’agricoltura convenzionale in alcune stazioni di ricerca degli Stati Uniti, ha evidenziato che le 
rese di mais biologico erano pari al 94% di quelle convenzionali, mentre quelle di grano 
raggiungevano il 97%, quelle di soia il 94%, e quelle di pomodori addirittura non mostravano 
alcuna differenza. 
Uno studio realizzato nel Maikaal (India centrale), durato sette anni, che ha coinvolto 1.000 
agricoltori per un territorio agricolo complessivo di 3.200 ettari, ha fatto emergere che i raccolti 
biologici di cotone, grano, peperoncino e soia erano in media uguali o fino al 20% superiori a 
quelli provenienti da campi gestiti secondo metodi convenzionali. Gli agricoltori e gli agronomi 
Sitografia automatica

Non sei sicuro di avere citato tutte le fonti?
Evita il plagio! Grazie all'elenco dei link rilevati puoi controllare di aver fatto un buon lavoro

Preview dalla tesi:

Valutazione comparativa delle proprietà fertilizzanti di digestati

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

Informazioni tesi

  Autore: Davide Boati
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2007-08
  Università: Università degli Studi di Milano
  Facoltà: Agraria
  Corso: Scienze e tecnologie agrarie, agroalimentari e forestali
  Relatore: Fulvia Tambone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 83

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

abp anaerobic biogasification potential
ammendanti
anaerobic digestion
apporti antropici di sostanza organica
biogas
biomassa
colture energetiche
compost
degradazione della sostanza organica
digestati
digestione anaerobica
fanghi biologici
fanghi da depurazione
fertilità dei suoli
fertilizzante
forsu frazione organica rifiuti solidi urbani
glicerina
liquame
raccolta differenziata
scarti agroindustriali
sostanza organica
sostenibilità in agricoltura
spettroscopia per risonanza magnetica nucleare 13c
substrate oxygen uptake rate (sour test)

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi