Skip to content

Implementazione delle I.C.T. negli Enti locali - Criticità e prospettive per i piccoli Comuni

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Venanzetti
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Università Telematica Unitelma La Sapienza di Roma
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Donato Limone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 125

Nell’ultimo trentennio, sotto la duplice spinta di innovazioni legislative, che hanno ridefinito il rapporto tra cittadino e pubblica amministrazione e dell’incalzante progresso tecnologico, è emersa l’urgenza di una complessiva riorganizzazione della P.A. Nel presente lavoro si è cercato di vagliare il ruolo che le ICT possono svolgere, in termini di miglioramento dell’azione amministrativa nei piccoli Comuni, in termini di economicità, efficienza, efficacia e soprattutto sulla loro capacità di impattare positivamente sulla realtà territoriale di riferimento .
Vengono posti in luce numerosi ostacoli e difficoltà, di natura interna ed esterna, che si frappongono ad un pieno dispiegamento delle potenzialità insite, in tale processo di ammodernamento.
In particolare le difficoltà incontrate dai piccoli Comuni in tale percorso non sembra siano state tenute in particolare conto dal legislatore. Infatti oltre alle difficolta finanziarie dovute alla mancanza di risorse necessarie per l’implementazione di idonee infrastrutture e dotazioni tecnologiche, Il blocco del turnover, imposto da misure di contenimento della spesa pubblica, con conseguente innalzamento dell’età media del personale di ruolo, e la sostituzione dei lavoratori in quiescenza con neoassunti con contratti a termine, hanno acuito le carenze formative, soprattutto nella capacità di utilizzare proficuamente e nel migliore dei modi le tecnologie informatiche, difficoltà solo in parte mitigate mediante l’erogazione di corsi di formazione ed aggiornamento. Infatti, a causa dell’assenza di adeguate figure professionali, in grado di supportare la P.A. nel riesame critico delle procedure e routine adottate, gli investimenti, anche nelle tecnologie più sofisticate, rischiano di non essere efficaci.
Tali problematiche spesso sono aggravate dalla mancanza di coordinamento tra strutture e l’emergere di logiche divisionali, resistenze interne legate alla difficoltà di accettare cambiamenti, eurismi negativi come il “groupthinking”).
Se ciò, è vero per gran parte del settore pubblico, è di tutta evidenza che nelle piccole realtà territoriali le difficoltà risultano maggiori e il progetto di ammodernamento della pubblica amministrazione rischia di rimanere sulla carta, riducendosi ad un adeguamento più formale che sostanziale a quanto previsto dalle varie normative a riguardo.
Tali difficoltà possano essere superate, in parte facendo leva sul comune senso di appartenenza ad una comunità da parte dei dipendenti e sul loro senso di responsabilità, soprattutto se supportato da uno stile manageriale dei dirigenti e responsabili dei servizi, in grado coinvolgere positivamente i loro sottoposti, stimolando la loro capacità di lavorare, sia in autonomia che in “team”, per il raggiungimento di obiettivi specifici e ben delineati.
E’ stato posto in risalto il ruolo che possono svolgere le Regioni, sia a supporto delle attività degli Enti Locali, che quali catalizzatori di forme associative, quali le convenzioni, le unioni di Comuni e le fusioni.
Il lavoro si conclude con l’auspicio che le criticità sopra elencate non divengano mai un comodi alibi per dirigenti, funzionari e i dipendenti in generale, per evitare di impegnarsi a fondo, facendo quanto nelle loro possibilità, per riformare anche in senso digitale, la PA di appartenenza, quale contributo essenziale per lasciarci alle spalle il difficilissimo periodo che stiamo vivendo tutti.

Informazioni tesi

  Autore: Fabio Venanzetti
  Tipo: Laurea I ciclo (triennale)
  Anno: 2020-21
  Università: Università Telematica Unitelma La Sapienza di Roma
  Facoltà: Scienze Economiche e Aziendali
  Corso: Economia aziendale
  Relatore: Donato Limone
  Lingua: Italiano
  Num. pagine: 125

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista
Mostra/Nascondi contenuto.
17 COMUNE open data progetto inclusione digitale servzi on line (eccetto suap) numero tipologia soluzione tecnologica servizio on line suap soggetto delegato/associato Tarano no no si 1 calcolo tributi suap associato unione di comuni della bassasabina Toffia no no no unione dei comuni della valle dell'olio unione dei comuni della valle dell'olio Torri in Sabina no no no impresainungiorno.gov.it cciaa-ri Torricella in Sabina no no no impresainungiorno.gov.it cciaa-ri Turania no no no impresainungiorno.gov.it cciaa-ri Vacone no no no impresainungiorno.gov.it cciaa-ri Varco Sabino no no si 4 calcolo tributi/richiesta destinazioni urbanistiche/autocertificazioni/mailing list apkappa s.r.l./ndesign impresainungiorno.gov.it cciaa-ri 1.2. La transizione al digitale: Le ragioni di un difficile percorso. Le difficoltà incontrate dai piccoli comuni in tale percorso, non sembra siano state tenute, almeno inizialmente, in particolare conto dal legislatore nazionale, che si è prefisso obiettivi assai ambiziosi, sicuramente condivisibili in se, ma che si sono rivelati molte volte velleitari, nelle tempistiche, costringendolo a procastinarne più volte le scadenze per la piena attuazione, come sarà illustrato in seguito. Le ragioni di ciò sono molteplici; nei capitoli seguenti verranno analizzate in modo più approfondito. L’analisi si svolgerà su due piani: – uno, nel quale si prendono in considerazione le condizioni di contesto, (macro e micro) nel quale operano la generalità delle amministrazioni, che possono condizionare, sia in senso positivo che negativo il loro operato e la transizione digitale in particolare; – l’altro, che concerne le azioni che le singole P.A. possono intraprendere, tenuto conto risorse, materiali e immateriali a disposizione e della loro struttura organizzativa. SI tratta in sostanza, per ogni Ente, di valutare i punti di forza e le debolezze, tenendo conto delle opportunità e delle minacce. Le prime riguardano l’ambiente interno, le seconde l’ambiente esterno, nei confronti delle quali Il margine di manovra risulta ridotto. Tale tecnica,

CONSULTA INTEGRALMENTE QUESTA TESI

La consultazione è esclusivamente in formato digitale .PDF

Acquista

FAQ

Per consultare la tesi è necessario essere registrati e acquistare la consultazione integrale del file, al costo di 29,89€.
Il pagamento può essere effettuato tramite carta di credito/carta prepagata, PayPal, bonifico bancario.
Confermato il pagamento si potrà consultare i file esclusivamente in formato .PDF accedendo alla propria Home Personale. Si potrà quindi procedere a salvare o stampare il file.
Maggiori informazioni
Ingiustamente snobbata durante le ricerche bibliografiche, una tesi di laurea si rivela decisamente utile:
  • perché affronta un singolo argomento in modo sintetico e specifico come altri testi non fanno;
  • perché è un lavoro originale che si basa su una ricerca bibliografica accurata;
  • perché, a differenza di altri materiali che puoi reperire online, una tesi di laurea è stata verificata da un docente universitario e dalla commissione in sede d'esame. La nostra redazione inoltre controlla prima della pubblicazione la completezza dei materiali e, dal 2009, anche l'originalità della tesi attraverso il software antiplagio Compilatio.net.
  • L'utilizzo della consultazione integrale della tesi da parte dell'Utente che ne acquista il diritto è da considerarsi esclusivamente privato.
  • Nel caso in cui l'Utente volesse pubblicare o citare una tesi presente nel database del sito www.tesionline.it deve ottenere autorizzazione scritta dall'Autore della tesi stessa, il quale è unico detentore dei diritti.
  • L'Utente è l'unico ed esclusivo responsabile del materiale di cui acquista il diritto alla consultazione. Si impegna a non divulgare a mezzo stampa, editoria in genere, televisione, radio, Internet e/o qualsiasi altro mezzo divulgativo esistente o che venisse inventato, il contenuto della tesi che consulta o stralci della medesima. Verrà perseguito legalmente nel caso di riproduzione totale e/o parziale su qualsiasi mezzo e/o su qualsiasi supporto, nel caso di divulgazione nonché nel caso di ricavo economico derivante dallo sfruttamento del diritto acquisito.
  • L'Utente è a conoscenza che l'importo da lui pagato per la consultazione integrale della tesi prescelta è ripartito, a partire dalla seconda consultazione assoluta nell'anno in corso, al 50% tra l'Autore/i della tesi e Tesionline Srl, la società titolare del sito www.tesionline.it.
L'obiettivo di Tesionline è quello di rendere accessibile a una platea il più possibile vasta il patrimonio di cultura e conoscenza contenuto nelle tesi.
Per raggiungerlo, è fondamentale superare la barriera rappresentata dalla lingua. Ecco perché cerchiamo persone disponibili ad effettuare la traduzione delle tesi pubblicate nel nostro sito.
Per tradurre questa tesi clicca qui »
Scopri come funziona »

DUBBI? Contattaci

Contatta la redazione a
[email protected]

Ci trovi su Skype (redazione_tesi)
dalle 9:00 alle 13:00

Oppure vieni a trovarci su

Parole chiave

pubblica amministrazione
i.c.t.
information communication technology
piccoli comuni
transizione al digitale

Non hai trovato quello che cercavi?


Abbiamo più di 45.000 Tesi di Laurea: cerca nel nostro database

Oppure consulta la sezione dedicata ad appunti universitari selezionati e pubblicati dalla nostra redazione

Ottimizza la tua ricerca:

  • individua con precisione le parole chiave specifiche della tua ricerca
  • elimina i termini non significativi (aggettivi, articoli, avverbi...)
  • se non hai risultati amplia la ricerca con termini via via più generici (ad esempio da "anziano oncologico" a "paziente oncologico")
  • utilizza la ricerca avanzata
  • utilizza gli operatori booleani (and, or, "")

Idee per la tesi?

Scopri le migliori tesi scelte da noi sugli argomenti recenti


Come si scrive una tesi di laurea?


A quale cattedra chiedere la tesi? Quale sarà il docente più disponibile? Quale l'argomento più interessante per me? ...e quale quello più interessante per il mondo del lavoro?

Scarica gratuitamente la nostra guida "Come si scrive una tesi di laurea" e iscriviti alla newsletter per ricevere consigli e materiale utile.


La tesi l'ho già scritta,
ora cosa ne faccio?


La tua tesi ti ha aiutato ad ottenere quel sudato titolo di studio, ma può darti molto di più: ti differenzia dai tuoi colleghi universitari, mostra i tuoi interessi ed è un lavoro di ricerca unico, che può essere utile anche ad altri.

Il nostro consiglio è di non sprecare tutto questo lavoro:

È ora di pubblicare la tesi