Skip to content

Il reddito prodotto come base imponibile IRPEF

L’adozione del reddito prodotto come base imponibile implica che siano assoggettati a tassazione i corrispettivi della partecipazione a un’attività produttiva.In linea generale tutte le remunerazioni dei fattori produttivi dovrebbero essere assoggettate a imposta personale, facendo pertanto coincidere, per l’identità fondamentale di contabilità nazionale, la base imponibile dell’imposta sul reddito con il valore della produzione nazionale.
L’applicazione del reddito prodotto si è inoltre rilevata problematica in tutti i casi in cui esiste la possibilità di trasformare il reddito corrente, derivante dalla partecipazione all’attività produttiva(tassato), in una plusvalenza patrimoniale(non tassata).
I sistemi tributari che hanno adottato un’imposta personale di tipo reddito prodotto prevedono solitamente anche l’esistenza di un’imposta sulle successioni e sulle deduzioni.
Sul piano sistematico non sembra facile giustificare l’ulteriore  tassazione di quella parte della materia imponibile che ha già scontato l’imposta nel momento della formazione del prodotto e della sua distribuzione, che è stata poi risparmiare e che infine è oggetto di trasferimento per successione e donazione.
Nella  letteratura più antica si trovano tuttavia vari tentativi di inquadramento dell’imposta sulle successioni.
Esiste in primo luogo un problema di tassazione di materia imponibile che in quale modo puo’ essere sfuggita alla tassazione: in questo senso l’introduzione di un’imposta sui trasferimenti di ricchezza avrebbe il fine di integrare il funzionamento dell’imposta sul reddito intervenendo anche sulla distribuzione della ricchezza.
In secondo luogo, è sempre presente in questo contesto l’antica distinzione milliana fra fortune meritate e fortune immeritate,nelle quali rientrano tipicamente quelle ottenute per successione, che potrebbero costituire a buon motivo oggetto di tassazione autonoma e aggiuntiva rispetto all’imposta personale sul reddito.
Rimane il fatto che in tutti i sistemi tributari le imposte sulle successioni svolgono o hanno svolto un ruolo estremamente limitato,sia per le ampie possibilità esistenti di elusione,sia per i criteri molto generosi con cui viene definita la base imponibile.
In Italia dal 2002 sono state abolite le imposte sulle successioni e sulle donazioni
di Mariarita Antonella Romeo
Valuta questo appunto:

Continua a leggere:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.