Skip to content

Marketing relazionale

Anni ’60

Marketing Transazionale: analisi, organizzazione, pianificazione e controllo delle politiche e delle attività dell’impresa destinate a soddisfare i bisogni di determinati gruppi di consumatori mediante gli scambi, conseguendone un profitto o altro vantaggio.

Anni ’90

Marketing Relazionale: stabilire, mantenere, accrescere le relazioni con i clienti ed i partner, cercando di soddisfare le esigenze di tutti gli attori coinvolti nella relazione reciprocamente vantaggiosa. L’obiettivo è quello di costruire e mantenere una base di clienti fedeli e profittevoli. Benefici marketing relazionale: per i clienti, la fiducia (confidenza, comfort e tranquillità), sociali (familiarità, supporto sociale) e trattamento speciale.
Per l’azienda, acquisti crescenti, costi minori e promozione, e pubblicità con passaparola. Il customer lifetime value è la stima del maggior valore, o maggiori profitti, che si accumulano per ogni cliente che rimane fedele all’azienda.
Tratto da MARKETING, IMPRESA E MERCATO di Valerio Morelli
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.

Forse potrebbe interessarti:

Marketing Internazionale

Appunti di Marketing Internazionale, docente Prof. Marco Valente. LIBRO DI RIFERIMENTO: Valdani E., Bertoli G., Mercati internazionali e marketing, 2006, seconda edizione, Egea, Milano.