Skip to content

Colori e forme nuove dopo le avanguardie

Colori e forme nuove dopo le avanguardie


INTERNETIONAL KLEIN BLU

Le miscele tra pigmento e legante che gli artisti creano a volte divengono causa di decoesioni di cui soffrono le opere di Rothko che adotta un colore magro, cioe con poco legante, è alla ricerca di un colore puro, senza leganti. Nel 1949 a Montparnasse Klein trova dei pigmenti puri e inizia delle ricerche, fino a quando trova una resina a base di alcol di etile puro e acetato di vinile. I risultati sono soddisfacenti e nel 1960 deposita la domanda per il brevetto per l’ intern klein blu.

MORRIS LOUIS E GLI ACRILICI

Morris utilizza i colori acrilici, MAGNA, nuovi acrilici diluiti con trementina, con un metodo innovativo, che consiste nel far scorrere i colori molto fluidi sulla tela inclinata, nascono i Velis , simili a veli di colore trasparente sovrapposti. Dal 1954 usa solo colori magna.

RILETTURE: IL CEMENTO, LO SBALZO, IL PASTELLO

-CEMENTO: utilizzato dal 1 dopoguerra nell’arte, implica un’innovazione nella pittura murale. Giuseppe Uncini utilizza da 58 cemento e ferro, la maggior parte delle sue sculture intitolate Cementoarmato, all’inizio appese alle pareti come quadri ed il ferro svolge una funzione compositiva, sottolineano le forme.
-SBALZO: martellare dal retro lamine per fare assumere sul davanti la forma desiderata. Carlo Lorenzetti alla fine degli anni 50 sceglie lo sbalzo come tecnica espressiva, per generare uno spazio. Il materiale d’adozione è l’alluminio.
-PASTELLO: impiegato nel 2 dopoguerra da Francis Bacon, influenzato da Picasso predilige i colori a olio ai quali mescola polvere di pastello per ottenere effetto opaco. Usa anche la polveredel suo studio per suggerire effetti matrici.
Valuta questi appunti:

Continua a leggere:

Dettagli appunto:

Altri appunti correlati:

Per approfondire questo argomento, consulta le Tesi:

Puoi scaricare gratuitamente questo appunto in versione integrale.